Uds Milano in piazza per la scuola

Per tutte le vacanze natalizie, festività rese strane e fredde (non solo climaticamente) dalla pandemia, gli/le studenti aspettavano una cosa sola: tornare in classe il 7 gennaio.
Questo, purtroppo, non è successo. Uds Milano e Priorità alla scuola hanno quindi organizzato, nella mattinata del rientro, un presidio per chiedere che si torni tra i banchi e in sicurezza il prima possibile.

La manifestazione, rispettando tutte le precauzioni necessarie, si è svolta in Piazza affari, e la scelta del luogo non è casuale.
Infatti, il tema principale dell’iniziativa era la mancanza di finanziamenti per un sistema scolastico sempre più in crisi.
Come dimostra il Bilancio regionale di dicembre, si investe sempre di più nell’istruzione privata, lasciando sempre meno fondi alla scuola pubblica.
Le conseguenze di questo disinvestimento stanno emergendo fortemente con la pandemia e si traducono nell’incapacità di garantire a tutte e tutti una formazione adeguata.

La dad, lo strumento di sopravvivenza degli istituti superiori durante il covid, si sta dimostrando poco efficace a livello didattico e sta lasciando strascichi psicologici che è sempre più difficile ignorare.

Come sottolineato da Ludovico Ottolina, di Uds Milano, la scuola va riformata completamente e deve essere per tutte e tutti.
La continua incertezza sul rientro e il gioco di date e percentuali di presenza che ogni settimana viene messo in atto dalle istituzioni è deleterio e deprimente.

Gli/le studenti sono abbandonati e nessuno sa con certezza se e quando questa situazione cambierà.
La prossima data promessa è l’11 gennaio: il bollettino dell’Istituto superiore di sanità dell’8 gennaio ci dirà se veramente sarà quello il giorno del rientro o meno.

Intanto, la scuola è ripresa a distanza. Le lezioni vanno avanti e il nozionismo trionfa.
La scuola, insomma, è sempre più lontana dall’essere movimenti come Uds e Pas vorrebbero che fosse, cioè un luogo di istruzione ma anche crescita, confronto e dibattito. [Pietro Caresana, ecoinformazioni]



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: