Arci Spazio Convidiso/ Solidali e RiVolti ai Balcani

Il circolo Spazio Condiviso di Caloziocorte (LC) ha organizzato una raccolta di beni (martedì 19, venerdì 20 e sabato 21 gennaio, dalle 17 alle 19,30 presso la sede del circolo) per conto dell’associazione triestina Linea d’ombra Odv e di fondi (da devolvere alla rete RiVolti ai Balcani) per cercare di fronteggiare, con solidarietà e concretezza, l’emergenza in atto sul tratto bosniaco della rotta balcanica, dove migliaia di migranti in cammino rischiano di morire per stenti e assideramento mentre vengono respinti ai diversi confini.

Come si legge in un articolo della Rete Dasi Fvg (Rete per i Diritti, l’Accoglienza e la solidarietà Internazionale del Friuli-Venezia Giulia): «In questo rigido inverno, nel mezzo di una drammatica pandemia che colpisce soprattutto i più poveri e deboli, si consuma, a poche centinaia di chilometri dal confine orientale italiano, l’ennesimo fallimento della politica che dovrebbe tutelare la vita di ogni essere umano. Da settimane, nell’area di Bihać, in Bosnia, dopo la chiusura e l’incendio della tendopoli di Lipa, migliaia di giovani afghani, iracheni, pachistani, siriani, africani, da anni bloccati lungo la Rotta balcanica, vagano nei boschi e nelle campagne, rischiando la morte per stenti e assideramento. Nel rimpallo delle responsabilità tra il governo centrale della Bosnia e quello cantonale, nessuna soluzione è stata ancora individuata. I migranti abbandonati di Lipa si aggiungono alle migliaia di uomini e donne precariamente sistemati nei diversi campi della Bosnia nord occidentale, dove è in atto un’emergenza umanitaria».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: