Una serata per Mimmo Lucano al Gloria

Martedì 12 ottobre al Cinema Gloria si è tenuta una serata per manifestare vicinanza a Mimmo Lucano in cui a seguito degli interventi di Enzo D’Antuono (presidente Arci Xanadù), Abramo Francescato (Arci, Como Senza Frontiere) e Rocco Cordì (coordinatore riprese in Calabria) è stato proiettato il film Esilio. La passione secondo Lucano del regista Maurizio Fantoni Minnella.

12 ottobre 2021. Un martedì sera all’insegna della solidarietà verso Mimmo Lucano, un uomo che è stato colpito duramente da una condanna a 13 anni e 2 mesi del tribunale di Locri. Una condanna che oltre colpire un modello (colpiti sono stati infatti anche suoi collaboratori, con pene inferiori), attacca la sfera morale di un uomo.

Politica prima e giustizia poi hanno messo in discussione la validità di un progetto di accoglienza e integrazione, quello di Riace, che per tanto tempo è stato un esempio della possibilità di vivere in pace e solidarietà. Una testimonianza, giunta in tutto il mondo, di come non solo sia possibile vivere insieme nel multiculturalismo ma di quanto sia anche bello, oltre che sempre più necessario.

Nell’introduzione alla proiezione del film, gli interventi di Enzo D’Antuono e Abramo Francescato hanno manifestato l’indignazione e lo sconforto di un mondo che ha conosciuto il modello Riace e respirato un’aria nuova di mutualismo, condivisione, solidarietà, ecologia e pace in quel piccolo borgo, che sembrava manifestare una alternativa concreta a un sistema fatto di soprusi di dominanti su dominati.

Rocco Cordì, coordinatore in Calabria delle riprese, ha parlato poi del coordinamento e della realizzazione del film. C’è stato modo quindi di ricordare gli sviluppi storici della vicenda di Riace, iniziata sul finire degli anni ’90 a seguito dell’arrivo di migranti curdi e terminata in questi anni a causa di scelte, dice Cordì, eminentemente politiche.

Al termine della proiezione del film, quasi interamente incentrato sulla figura di Lucano nel periodo del suo allontanamento forzato da Riace, è stata ribadita la necessità di continuare a lottare per e con lui, per quel modello di convivenza ed esistenza così lontano dalle ben più comuni logiche di profitto.
A questo proposito Cordì ha anche ricordato la possibilità di donare anche piccole somme per continuare sulla falsa riga dell’Utopia di Riace e aiutare Mimmo Lucano e chi gli sta vicino in questa fase delicata.

Per donazioni:

Intestazione bonifico: Un’altra Calabria è possibile
Banca Intesa San Paolo
Iban: IT95K0306981412100000003968
Causale: progetto Riace

Qui i video della serata:

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: