Solidarietà

Video/ A colloquio con la memoria

Venerdì 1 ottobre 2021 alla Società Umanitaria in via San Barnaba a Milano si è tenuto l’ultimo appuntamento per ricordare la Carovana per la pace del 1991. Andrea Caira, laureato con Master in Public and digital history presso l’Università di Modena, ha passato anni a raccogliere la memoria prettamente orale dei protagonisti di quelle iniziative e di chi la guerra l’ha vissuta sulla sua pelle, raccolte nel volume La resistenza oltre le armi. Sarajevo 1992-1996.

(altro…)

Vorrei gridare, accusare, condannare. Ma don Roberto non vorrebbe

Vorrei gridare, accusare, condannare!!! Però non mi sembra giusto farlo. Lui don Roberto Malgesini non vorrebbe, non l’avrebbe fatto; si sarebbe comportato come sempre accettando, mai subendo, cercando sempre di trovare soluzioni possibili e alternative. Questo nonostante tutto quello che gli è stato fatto contro dall’Amministrazione comunale e da una parte della Chiesa locale che non sempre condivideva quello che faceva. Gli hanno segato le panchine a San Rocco, lo hanno multato, gli hanno fatto togliere i servizi, lo hanno fatto spostare più volte per le colazioni: dalle colonne del Liceo, da San Francesco, dalle scalinate delle Caserme.

(altro…)

Apre Arci Spop/ Un aiuto per i più fragili

A inizio estate ha aperto il nuovo circolo Arci Spop: S come sportello, Pop come popolare. Il circolo, composto da ragazze e ragazzi già impegnate/i a vario titolo nell’associazionismo e nell’accoglienza comasca, si occuperà di dare un supporto a chi ha bisogno di sapere dove si compilano documenti e permessi, a chi ha bisogno di partecipare a un bando di assegnazione o a chi necessita di una tutela legale.

(altro…)

Mutuoaiuto e infrastrutture politiche

Chi immagina che il mutuoaiuto sia una sorta di massoneria della solidarietà e non ne coglie l’importanza politica e l’ambizione di essere non solo azione puntuale ma energie rivoluzionarie in rete, avrebbe dovuto partecipare all’assemblea dell’8 agosto pomeriggio di Supporto attivo e Brigate volontarie per l’emergenza. Qualche decina di persone, molti i volontari e le volontarie che hanno lavorato a spalare il fango delle frane nei paesi del Lario più colpiti dall’ultima disastrosa alluvione e a dare supporto alimentare e solidarietà alle persone in difficoltà per il covid. Nell’incontro è stata espressa la volontà di costruire “infrastrutture politiche” in grado di dare continuità e valore alle lotte per i diritti e alle iniziative che si susseguono per affrontare le infinite “emergenze” che il liberismo causa. La web radio di Arci Noerus mette a disposizione la registrazione di tutti gli interventi.

(altro…)

8 agosto/ Assemblea emergenza Como

«Siamo i volontari e le volontarie che in questi giorni, armati di pale e stivali, sono intervenuti a Cernobbio, Blevio e Laglio. Siamo ormai una rete di oltre 200 persone, che va dal comasco sino a Milano. Dal primo giorno in cui le recenti piogge hanno provocato frane e danneggiamenti nei paesi del basso Lago di Como ci siamo mobilitati per partecipare alle operazioni di messa in sicurezza di infrastrutture pubbliche ed abitazioni private lavorando in sinergia con le altre organizzazioni sul posto.Lo abbiamo fatto con entusiasmo – e lo continueremo a fare finché ci sarà bisogno – perché crediamo nella solidarietà concreta e dal basso.

(altro…)

Emergenza maltempo/ Supporto attivo c’è

Continua e si estende l’azione di Supporto attivo per aiutare nell’emergenza maltempo. «Risolte le criticità a Cernobbio, in questi giorni lavoriamo a Blevio e a Basso Lario Comasco. Come vedete dalle immagini la situazione è ancora critica ma siamo positivi consapevoli che il lavoro di squadra risolverà la situazione. Ringraziamo tutti coloro che ci hanno scritto in questi giorni, mettendosi a fianco della Comunità. Abbiamo creato un gruppo su Telegram per gestire agilmente le operazioni di soccorso. Se vuoi aiutare e avere ogni info, entra nel gruppo dal link https://t.me/joinchat/oncje2J4e60wNTU8» [Supporto attivo]

(altro…)

Il supporto non si sfratta (ed è contagioso)

La mattina del 10 luglio, davanti al Comune di Como, i volontari e le volontarie di Supporto Attivo hanno dimostrato coi fatti la loro utilità sociale, consegnando alle persone in difficoltà gli alimenti che vengono conservati nello spazio di Sagnino che ora il Comune di Como vuole togliergli, in totale sprezzo della solidarietà.

(altro…)

10 luglio/ Solidarietà in strada

«Sabato 10 luglio la tradizionale consegna delle spese solidali alle famiglie della rete di Supporto Attivo Como sarà diversa dal solito. Perché? Da giovedì prossimo non avremo più la possibilità di usufruire dei nostri spazi al Centro Civico di Como Nord in quanto il Comune ha deciso di non rinnovarci la concessione. Cosa faremo? Sabato mattina dalle 9 alle 13 “prendiamo in prestito” il piazzale davanti al Comune di Como per svolgere le nostre attività in pubblico e mostrare alla cittadinanza quanto costruito finora grazie alla grande solidarietà di Como. Come puoi partecipare?
Unisciti per un giorno alla vita di Supporto Attivo! Porta alimenti secchi e a lunga conservazione da donare per la distribuzione delle spese solidali. E poi? Per non rimanere in mezzo a una strada dobbiamo contare solo sulle nostre forze. Unisciti alla rete e aiutaci a trovare una nuova casa!» [Supporto attivo]

Video/ La solidarietà non si sfratta, né si sloggia

Giusta l’idea di supporto attivo che ha scelto di organizzare, avanti al centro civico di Sagnino, proprio mentre avveniva la distribuzione dei pacchi alimentari la presentazione delle ragioni contro l’intimazione di sfratto decisa dal Comune di Como che determinerebbe l’interruzione di un servizio essenziale per 76 famiglie. C’è stata così, anche al di là delle parole (misurate e attente a cercare comunque un’intesa con il Comune) con le quali Gianluca Pozzoni e Andrea Ceccoli hanno illustrato fatti e prospettive, l’evidenza dell’importanza di un’azione di solidarietà dal basso che non può e non deve essre ostacolata dalle istituzioni. Costruttiva anche la risposta di Supporto attivo alla novità (non comunicata dal Comune al gfurppo) costituita dalle voci (un comunicato è arrivato a alcune testate) riportate dai giornalisti ai volontari dell’intenzione del Comune di intercedere perché uno spazio della Caritas locale sia messo a disposizione delle ragazze e dei ragazzi solidali. Ceccoli e Pozzoni hanno accolto la proposta con interesse, chiarito che essa segue alla disponibilità già offerta dall’Arci provinciale da altri soggetti di Terzo settore, ringraziato Arci e Caritas, ma evidenziato che attualmente il servzio è in una struttura pubblica comunale e non si comprendono i motivi per spostarla in spazi privati. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

(altro…)

Prc/ La solidarietà non si sfratta

«L’Amministrazione di questa città non si smentisce mai e non perde occasione di dimostrare quanto la volontà politica di Sindaco e Giunta vadano inesorabilmente nella direzione di intraprendere una feroce guerra contro i poveri ma mai contro la povertà.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: