Cernobbio

5 milioni per la navigazione sui laghi lombardi

lago di comoSbloccati i finanziamenti per interventi da concludere entro la fine del 2015. La Lombardia concede 900mila euro per il Lario per interventi per quasi 1,9 milioni di euro.

 

«Le cinque Autorità di bacino lacuale (Maggiore, Ceresio, Como, Iseo, Garda) possono avviare gli interventi previsti per lo sviluppo della navigazione turistica e di linea» dichiara Alberto Cavalli, assessore regionale alle Infrastrutture e mobilità dopo la sottoscrizione, con i rispettivi presidenti, delle convenzioni che sbloccano 4,77 milioni di euro già messi a disposizione dalla Regione.

«La Lombardia è la regione italiana con più vie navigabili e vanta quasi 500 chilometri di coste e 9 milioni di passeggeri trasportati ogni anno – ricorda un comunicato regionale –. Oggi le cinque Autorità di bacino gestiscono la quasi totalità del demanio dei nostri laghi. Sono 146 i Comuni consorziati e 143 le aree portuali gestite».

Si tratta di fondi: «Per il miglioramento del trasporto e la valorizzazione delle sponde (attraverso la riqualificazione di porti e pontili), per la navigazione pubblica e da diporto, nonché per la realizzazione di passeggiate a lago».

Regione Lombardia contribuirà con 4,77 milioni a cui si sommeranno 3,3 dei Comuni interessati per cantieri avviati nel 2014 che dovranno concludersi entro la fine del 2015, inoltre: «Con le convenzioni sottoscritte vengono “liberati” anche 150mila euro per il servizio di sicurezza e vigilanza delle vie navigabili», di cui 34mila andranno all’Autorità di bacino del Lario.

Nello specifico l’intervento regionale sul Lario, che comprende 32 zone portuali per 62 Comuni consorziati e 10 zone portuali per 7 Comuni non consorziati, ammontano a 962mila euro (790mila per i Comuni comaschi e 172mila per quelli lecchesi), si potrà quindi realizzare opere per un totale di 1.890.129 euro nei Comuni di Colonno, Vercurago, Gravedona, Cernobbio, Lierna, Tremezzo, Cremia e Pianello del Lario, per piste ciclabili, passeggiate a lago e la riqualificazione di aree portuali.

Precisamente gli interventi sono:

«- Colonno: riqualificazione e messa in sicurezza tratto spiaggia a lago e messa in pristino aree lacuali con presenza di manufatti in cemento non più adibiti a scarico acque reflue, 70mila euro;

– Vercurago: completamento pista ciclabile sul lungolago, 22mila euro;

– Gravedona: l’intervento costituisce il completamento della rete ciclopedonale di collegamento lungolago tra Cremia e Sorico, ultimo Comune dell’Alto lago, e prevede la realizzazione dei tratti attualmente mancanti tra i Comuni di Vercana e Domaso, tra Domaso e Gravedona ed Uniti e in Comune di Gravedona. Lo stanziamento ammonta a 400mila euro;

– Cernobbio: riqualificazione area portuale, riva e pontili di attracco, 110mila euro;

– Lierna: riqualificazione piazza IV novembre e discesa a lago (passeggiata Castiglioni), 150mila euro;

– Tremezzina: riqualificazione ambientale e turistica tratto lungolago – sistemazione marciapiede a lago, 90mila euro;

– Autorità di bacino del Lario e dei laghi minori: completamento tratto passeggiata a lago, collegamento Comuni di Cremia e Pianello del Lario, 120mila euro». [md, ecoinformazioni]

19 settembre/ Sogno di una notte di fine estate

sogno di notte di fine estateNotte bianca della maglia al Giardino della valle a Cernobbio, per dare risalto al giardino, un piccolo omaggio alla sua ideatrice nonna Pupa, venerdì 19 settembre, dalle 20 fino alle 8 del mattino del giorno seguente: «Per creare un prato verde ricoperto di fiori».

 

Organizzano Urban Knitting, Fata Morgana, Eletta Revelli (ideatrice ed organizzatrice dell’Urban Knitting di Brienno), i Novellatori di Cernobbio, Leggevamo 4 libri al bar… a Como, i Gas (Gruppi di acquisto solidale) di Como e Cernobbio, Como ruota libera, Celtic Arp Orchestra. Contestualmente si cercano lettori «portate un libro, una sedia, una felpa e una luce, tema della serata i fiori, l’estate, il rinnovamento, l’ambiente» inoltre «si leggeranno testi sulla notte e sui folletti, arpe celtiche suoneranno sotto le stelle, attori professionisti e dilettanti reciteranno pezzi tratti da Shakespeare e una biciclettata in piena notte partirà da Como e arriverà al giardino». Per informazioni e-mail fatamorganacomo@gmail.com. [md, ecoinformazioni]

14 settembre/ Concerto delle bande della Valle del Breggia (Rovenna, Maslianico e Tavernola)

2014.09.14 locandinaDomenica 14 settembre dalle 17 alle 18.30 in piazza Risorgimento (in caso di maltempo a Cernobbio Shed in via 5 Giornate) a Cernobbio sotto la direzione dei maestri Stefano Bedetti (Musica di Maslianico), Roberto Papis (Banda Musicale di San Bartolomeo nelle vigne di Tavernola) e Mario della Torre (Corpo Musicale di Rovenna), organizza l’associazione Amici della musica di Cernobbio.

International Golf Travel Market (Igtm) a Como

igtm 2014«La più importante fiera internazionale del turismo golfistico» sarà inaugurata a Villa Olmo il prossimo 27 ottobre, le amministrazioni locali la vedono come un tassello per il rilancio del turismo comasco.

 

«La fiera si svolgerà dal 28 al 30 ottobre a Villa Erba – precisa il Comune di Como –, ente organizzatore dell’evento, e il parco di Villa Olmo ospiterà la serata di gala, prevista per il 27 ottobre, e alla quale parteciperà un migliaio di persone provenienti da varie parti del mondo».

«L’Italia, prima di quest’anno, non era mai stata la sede di questa fiera e la scelta di Como è il risultato di un’intensa attività promozionale svolta in particolare dalla Provincia e dalla Regione (se ne parlava già nel 2011) – dichiara l’assessore al Turismo del Comune di Como Luigi Cavadini –. Il Comune di Como metterà a disposizione una giornata di gratuità di Villa Erba, l’utilizzo del parco di Villa Olmo per la serata inaugurale, la possibilità di installare, sempre a Villa Olmo, una tensostruttura per il buffet e la possibilità, in accordo con Sae, di visitare la mostra… È un lunedì, tra l’altro, e la mostra è chiusa al pubblico, quindi, non ci saranno interferenze».

«Gli accordi prevedono, inoltre, che Palazzo Cernezzi metta a disposizione dei parcheggi in via Cantoni per agevolare le manovre dei pullman che accompagneranno gli ospiti, la fornitura idrica e quella elettrica all’interno del parco, l’utilizzo del ristorante come base d’appoggio per il catering – precisano da Palazzo Cernezzi –. Per consentire lo svolgimento della serata, il 27 ottobre il parco di Villa Olmo verrà chiuso al pubblico un’ora prima, ossia alle ore 18, invece che alle ore 19».

«All’evento sono attesi oltre mille operatori che organizzano soggiorni turistici per gli appassionati del golf e il territorio comasco ha tutte le caratteristiche per presentarsi come Golf Destination – conclude l’assessore –. Tra Como e Lecco sono sette i campi da golf del territorio. Sarà un’occasione irripetibile non solo per gli albergatori ma anche per tutti gli altri operatori turistici». [md, ecoinformazioni]

Le vie in fiore

foto_fiori_456xQuarta edizione della manifestazione di Confcommercio Como dal 26 settembre al 5 ottobre, per Orticolario: «Che trasformerà Como e Cernobbio in città fiorite».

 

«Como, fin dai tempi antichi, con la propria bellezza, ha mostrato la propria vocazione internazionale – ha affermato Graziano Monetti, direttore di Confcommercio Como, lunedì 14 luglio per l’apertura delle iscrizioni a Le vie in fiore –. E Orticolario è una manifestazione in continua crescita, di richiamo internazionale. Come negli anni passati abbiamo il privilegio di ricevere l’attenzione del curatore Moritz Mantero, che ci chiama anche quest’anno a collaborare con l’iniziativa di Confcommercio Como, Le vie in fiore, che coinvolgerà in sinergia fioristi, commercianti, ristoratori e strutture ricettive».

«La manifestazione sta crescendo è diventata la manifestazione italiana più riconosciuta a livello internazionale. E che si svolge in uno dei più bei laghi al mondo – ha dichiarato Moritz Mantero, patron di Orticolario –. Non esiste un’altra manifestazione come la nostra. Lo scorso anno sono stati accreditati 225 giornalisti e pubblicati 600 articoli. Sarebbe bello se tutti gli attori della città fossero compartecipi dell’accoglienza alle migliaia di visitatori attesi e alla stampa».

«L’iniziativa di Confcommercio Como coinvolge i negozianti con le Vie in fiore e i ristoratori con il Il fiore a tavola – precisa un comunicato –. Le strade di Como e Cernobbio (ma non è escluso di altri centri) saranno abbellite dalle vetrine allestite dai fioristi di Confcommercio Como, mentre i ristoratori offriranno menù e pietanze con i fiori. Ogni negozio abbellirà la propria vetrine, trasformando le vie in veri e propri giardini. Il tutto ispirato al fiore conduttore dell’edizione 2014 di Orticolario: l’Aster».

«Inoltre presentando il biglietto d’ingresso di Orticolario, gli esercizi aderenti applicheranno ai clienti un trattamento di favore – aggiunge la nota –. Un circuito quindi di promozione turistica, di visibilità per i commercianti e strumento per incrementare il business che va ad unirsi alla novità di Orticolario 2014: le 5 installazioni di giardini fuori dai confini di Villa Erba, a Como e in riva a Cernobbio. L’impatto visivo sarà dunque di grande effetto».

«Che tipo di turismo vogliamo? – ha aggiunto Monetti – Il ricordo che un luogo ti lascia è l’insieme delle sensazioni che il turista percepisce. Ecco, crediamo che Orticolario lasci un ricordo meraviglioso e possa creare un tam-tam unico, che a livello internazionale può creare vantaggi per tutti, operatori e territorio. È dunque importante che commercianti, fioristi, ristoratori facciano squadra e partecipino numerosi a Le vie in fiore. Noi stiamo lavorando per questo e invitiamo i negozi a stimolare i negozi dirimpettai ad aderire, l’impatto visivo sarà maggiore e lasceremo sicuramente un bel ricordo ai turisti in visita. Inoltre sarebbe molto bello se i comaschi contribuissero con i balconi fioriti».

La precedente edizione di Orticolario ha visto la partecipazione di 21mila visitatori e l’obiettivo per il 2014 è di raggiungere i 25mila.

Per aderire a Le vie in fiore tel. 031.2441 (rif. Irene Colombo), e-mail irene.colombo@confcommerciocomo.it. [md, ecoinformazioni]

#ingrediente segretoD

#ingrediente segretoD«Una mostra interattiva e partecipata tutta al femminile che fino al 15 agosto permetterà alle donne di raccontarsi un po’, anche agli uomini» a Villa Bernasconi di Cernobbio,promossa da Elena Nuozzi, grafica e illustratrice, Comune di Cernobbio e Urbano creativo, vernissage mercoledì 16 luglio alle 18.

 

«Dopo aver lottato per la parità dei diritti, le donne si trovano ad affrontare la battaglia per la parità di genere e per potersi riconoscere nella società contemporanea creando un nuovo immaginario collettivo – spiega un comunicato –. Con #ingredientesegretoD si vuole raccogliere da tutte le donne quel “tocco in più” ovvero quella ricetta che le rende speciali nel mondo del lavoro, della società civile, della scuola, della ricerca, della quotidianità. E tutto questo attraverso 30 giorni di esposizione, un canale on-line per la Mostra Digitale, venti tele in bianco e nero e tante voci di donna che racconteranno il loro #ingredientesegretoD».

«Con questo evento vogliamo raccogliere dal maggior numero di donne quel “tocco in più”, o la ricetta che le rende speciali nel mondo del lavoro, della società civile, della scuola, della ricerca e rispondere al bisogno contemporaneo e largamente diffuso di “positività”, proponendo uno scenario alternativo in cui essere donne è un valore aggiunto – precisa l’assessora all’Integrazione e coesione sociale del Comune di Cernobbio Eleonora Galli –. La scommessa che si vuole vincere è questa: rendere agevoli e stimolanti le positive esperienze attraverso un processo di comunicazione creativo e interattivo, nella convinzione che partendo dagli esempi positivi di donne normali che ce l’hanno fatta, altre donne possono avere il coraggio di prendere in mano la propria vita e raccontarsi». [md, ecoinformazioni]

21 giugno/ Mellow Mood – Twinz Tour 2014

mellow mood cernobbioMusica reggae con i Mellow Mood in riva a Cernobbio sabato 21 giugno dalle 22, in chiusura dj-set Rising Hop, organizzato dal Comune di Cernobbio in collaborazione con Auto Rock Produzioni, Coop. Soc. Mondovisione e La Frequenza eventi, «la riva sarà esclusivamente pedonale (verranno chiuse alle auto via Garibaldi e via Erba) e per l’occasione resterà aperto l’autosilo di Villa Erba». Per informazioni Internet www.mellowmoodmusic.com.

La chiave contemporanea del Liberty

chiave contemporanea libertyMostra di Matteo Galvano e Marco Minotti, promossa da Roberta Macchia e dalla Galleria Estense Arte di Cernobbio, a Villa Bernasconi a Cernobbio, aperta, lunedì dalle 14 alle 19, da martedì a giovedì e domenica dalle 10.30 alle 13 e dalle 14 alle 19, venerdì e sabato dalle 10.30 alle 13 e dalle 17 alle 23, fino all’8 giugno. Apertura speciale per la Notte dei musei fino alle 23.

 

«Una mostra con la quale si vuole dar vita ad un rinnovamento della fruizione di Villa Bernasconi – spiega in un comunicato Roberta Macchia, Critic and Art curator –. Chi deciderà di visitarla, infatti, si accorgerà facilmente di quanto l’intero percorso espositivo rimandi, seppur in chiave contemporanea, al periodo storico in cui venne edificata la location a noi concessa. Il progetto, dunque, è mirato all’accostamento delle scoperte che gli stessi artisti hanno avuto modo di fare studiando lo stile Liberty e “vivendo” la villa nei momenti precedenti all’esposizione. Essi, infatti, si sono lasciati ispirare da essa e da ciò che in essa è contenuto, non riproducendone fedelmente i dettagli, ma curandone soltanto alcuni elementi con la piena libertà di andare oltre il periodo storico a cui la villa appartiene».

«Con il presente progetto, vorremmo realizzare un armonioso concerto delle arti, così come è stato per il Liberty, facendo convivere in un solo ed unico evento pittura, scultura, architettura, arredamento e diversi oggetti di uso quotidiano tra i quali saranno presenti anche elementi d’arredo propri dell’epoca grazie all’Associazione culturale Ars Restauro di Merone. Villa Bernasconi è il gioiello artistico, tecnico, storico e sociale del Liberty – prosegue la nota –. Per questo abbiamo portato avanti il progetto al fine di realizzare una mostra d’arte in cui esporranno affermate personalità, le quali usano innovative tecniche pittoriche, in un contesto storicoche si potrà rispecchiare nelle particolarità delle loro opere e che, proprio per questi motivi, potrebbe suscitare vasto interesse sociale. Aprire le grandi porte della storia alla contemporaneità ci permetterà di pensare all’iniziativa anche in chiave turistico-culturale, data l’intima coerenza presente tra l’odierno progetto artistico, lo storico progetto architettonico ed il contesto sociale in cui  è nato ed oggi continua ad esistere».

 

Alla mostra sono affiancati diversi eventi collaterali.

Visite guidate di Villa Bernasconi in italiano e inglese, a cura dell’Associazione guide e accompagnatori turistici di Como e provincia mercoledì 21, 28 maggio e 4 giugno, sabato 24 maggio e 7 giugno, domenica 18, 25 e 8 giugno, dalle 10 alle 11 e dalle 11 alle 12, ritrovo davanti alla Villa (per prezzi e prenotazioni obbligatorie tel. 335.6759319, e-mail info@guidecomo.it).

Venerdì 23 maggio alle 19 presentazione del libro di poesie di Maraia Grazia de’ Bernardi Il giro del mondo in altalena (Aletti), la scrittrice dialoga con Davide Cantoni, La Repubblica, seguito da aperitivo.

Domenica 25 maggio alle 16.30 presentazione del libro di Monica Maria Fumagalli Il Tango e il mare (Abrazos).

Giovedì 29 maggio alle 18 alla Gioielleria Lopez di Via Vitani 26 a Como I canoni del restauro: osservazione, studio e valutazione, «dibattito e riflessioni su come eseguire il restauro, secondo le regole dell’arte, restituendo all’oggetto il fascino e l’identità storica ad esso appartenenti». [md, ecoinformazioni]

Cambia il Pgt a Cernobbio

cernobbio«Sostenibilità ambientale, incentivazione al recupero dell’esistente ed abbattimento del consumo di suolo» i punti fondamentali per l’assessore Lironi.

 

Nel prossimo autunno partirà l’avvio del procedimento Variante Pgt/Vas, «l’illustrazione delle linee di indirizzo strategico da parte dell’Amministrazione comunale e la presentazione delle istanze da parte dei portatori di interesse. Entro la fine dell’inverno 2014 si concluderà invece la fase redazionale in modo che nell’estate del prossimo anno il documento possa approdare in Consiglio comunale».

«È inutile nascondere come la nostra Amministrazione abbia una precisa idea di governo del territorio ovvero che deve ispirarsi ai concetti di sostenibilità ambientale, incentivazione al recupero dell’esistente ed abbattimento del consumo di suolo – afferma l’assessore all’Urbanistica ed edilizia privata del Comune di Cernobbio Daniele Lironi –. Il territorio del Comune di Cernobbio ha infatti subito ferite in passato che non possiamo dimenticare. Per questo vogliamo evitare che ne vengano aperte di nuove».

«I nuclei abitativi più antichi saranno sottoposti ad indagine storica approfondita così da definire al meglio gli interventi di riqualificazione e recupero che saranno attuati riservando una doverosa attenzione alle tecnologie per il risparmio energetico ed alle soluzioni bioclimatiche per un maggior utilizzo di fonti di energia rinnovabili – dice un comunicato del Comune del Basso Lario –. Gli spazi pubblici e le aree verdi (o di socializzazione) saranno censite a livello cartografico mettendo in risalto qualità, fruibilità e loro utilizzo al fine di consentire ai cittadini di “viverli” in futuro al meglio grazie a percorsi ciclabili e pedonali ‘protetti’, anche per diversamente abili. Un’attenta simile analisi sarà riservata alla circolazione viaria ed alle aree di sosta: atti propedeutici alla redazione del “Piano della mobilità».

«Le regole finalizzate alla promozione delle nuove attività sul territorio vogliono invece promuovere la vocazione turistica di Cernobbio consentendo il consolidamento di un’offerta anche alternativa all’attuale – aggiunge Lironi –. Mi riferisco in proposito al cosiddetto “turismo rurale”».

«La variante vuole, infine, tutelare Cernobbio da nuove speculazioni incontrollabili salvaguardando le aree di pregio ambientale in modo che il territorio non possa essere modificato; incentivare il mantenimento dei boschi anche attraverso una riqualificazione dei percorsi di fruizione già presenti; migliorare lo stato delle ripe spondali e degli alvei torrentizi – conclude l’assessore –. Maggiore iniziativa conservativa, di manutenzione, di promozione e di conoscenza sono invece gli obiettivi relativi al patrimonio storico-architettonico ed arboreo annesso a ville e dimore». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: