Cernobbio

21 giugno/ Cernobbio/ “La Villa fiorita, la Villa della seta”

35748064_10216169828377940_8474185657164496896_n.jpg

La stagione estiva di Villa Bernasconi a Cernobbio (largo Campanini 8) si aprirà giovedì 21 giugno, primo giorno d’estate, alle 20,30, con l’inaugurazione della Mostra fotografica a cura di Gigliola Foschi e la presentazione di  tutti gli appuntamenti dei prossimi mesi. (altro…)

11 marzo/ Cernobbio/ Regalotutto


image001 (1).jpg

Domenica 11 marzo, dalle 15 alle 17, si terrà al Palazzetto dello sport di Cernobbio (via Regina 5) la IV edizione dell’iniziativa Regalotutto, organizzata dal gruppo Regaliamo Cernobbio e rivolta a tutti coloro che credono nel riciclo e nella riduzione degli sprechi e nel piacere del dono, sia esso dato o ricevuto.

(altro…)

30 novembre/ Cernobbio/ Presentazione dello “sportello amianto”

e263ab6b908fa173c402262dac291263.jpg

Per illustrare nel dettaglio le attività dello Sportello amianto nazionale e dei servizi gratuiti offerti ai cittadini, giovedì 30 novembre, alle 21 nella sala del Consiglio comunale del Comune di Cernobbio (via Regina, 23) si terrà un incontro di presentazione al quale i cittadini e le cittadine sono invitati. Sarà presente Carolina Bianchi, assessora al Territorio del Comune di Cernobbio.
(altro…)

Il cachemire dall’Oriente al Lario

È dedicata al cachemire l’ormai tradizionale mostra annuale promossa dalla Fondazione Antonio Ratti, quest’anno – come lo scorso – ampliata a raggiungere da villa Sucota anche villa Bernasconi a Cernobbio.

Cachemire-scialle

La mostra – promossa dalla Fondazione Antonio Ratti e dalla Città di Cernobbio – è complessa, come complicata è la storia e persino l’attualità di questo motivo che dall’Oriente ha ormai stabilmente conquistato anche la moda occidentale. In Italia lo si chiama cachemire (alla francese), in Gran Bretagna Paisley, ma il suo elemento fondamentale – quella goccia col peduncolo flesso, quasi ad alambicco – ha il nome persiano di boteh, che significa “ammasso di foglie” e quindi, in un certo senso, “giardino”. Veniva usato per decorare gli scialli di lana della regione indiana del Kashmir, ma è ormai stabilmente associato, soprattutto a Como, alla seta.

Cachemire-manteau

E quindi, nelle sale di villa Sucota e villa Bernasconi, si è trasportati dal lontano Oriente alle sfilate contemporanee, dalla Russia all’Alsazia, dagli scialli ai pizzi, dalle vesti ottocentesche alle camiciole hippy, dalle composte figure ottocentesche alle icone pop, dalle cravatte ai gilet, dalle sensuali vestaglie che il sommo Vate proponeva alle sue ospiti fino ai vestiti da sera del prêt-à-porter. È un viaggio che può apparire tortuoso, ma che si rivela di grande piacevolezza, e fonte di molti stimoli e di molte scoperte.

È anche un omaggio alla passione collezionistica di Antonio Ratti, che giusto trent’anni fa propose in una grande mostra una scelta di scialli cachemire dalle sue raccolte, mostra che servì a rilanciare la fortuna del motivo, non solo dal punto di vista degli studi. Nella mostra attuale l’ambizione è quella di indicare le molte strade che hanno portato a quegli straordinari reperti e che da quelli si dipartono nuovamente, presentando quindi nuovi pezzi inediti dalle collezioni del Museo Studio del Tessuto, aggiungendo le realizzazioni storiche e contemporanee di numerose aziende comasche, e affiancando oggetti, tessuti e abiti provenienti da altri musei e privati.

Ognuno può scegliere i suoi oggetti preferiti (ce n’è veramente per tutti i gusti). Per chi vuole approfondire il ricco catalogo, curato da Margherita Rosina e Francina Chiara e pubblicato da NodoLibri, offre tutte le informazioni del caso e una nutrita scelta di immagini.

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

ce n’è veramente per tutti i gusti). Per chi vuole approfondire il ricco catalogo, curato da Margherita Rosina e Francina Chiara e pubblicato da NodoLibri, offre tutte le informazioni del caso e una nutrita scelta di immagini.

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

 

La mostra è allestita nelle due sedi espositive di Villa Sucota a Como e di Villa Bernasconi a Cernobbio, situate a poca distanza l’una dall’altra sulla sponda occidentale del lago di Como.

Orari: da lunedì a venerdì 14-18, sabato e domenica 10-19

Aperture speciali e visite guidate su prenotazione

Biglietti: intero € 8, ridotto € 5 (fino a 25 anni, oltre i 65 e per convenzionati), gratuito fino a 12 anni

Informazioni: +39 031 3384976 – info@fondazioneratti.orghttp://www.fondazioneratti.org

8 maggio/ Piccola Orchestra Nuvolari a Cernobbio

Orchestra nuvolari locandina

Domenica 8 maggio alle 17 la Piccola Orchestra Nuvolari del Conservatorio di musica Lucio Campiani di Mantova sarà al Cernobbioshed, in via Manzoni 1 a Cernobbio, per un viaggio musicale con uno strumento, la fisarmonica, da riscoprire in una nuova veste.

Dal jazz ai ritmi etnici, dalle ballate irlandesi alla musica da film, per dieci fisarmoniche, violoncello, pianoforte, basso e percussioni. Dirige Mario Milani.

Ingresso libero.

30 ottobre-1 novembre/ Wine & Food Style

incontri Wine&FoodAll’interno del Salone dell’eccellenza gastronomica (vini e cibi) a Villa Erba a Cernobbio Gli incontri di… Parolario «libri da “gustare”».

Programma:

Sabato 31 ottobre, alle 12: La memoria del gusto (Cinquesensi) di Laura Bolgeri, che dialoga con Giacomo Mojoli;

Sabato 31 ottobre, alle 15: Food jar… tutto in un barattolo (Gribaudo) di Ilaria Mazzarotta, che dialoga con Francesca Guido;

Sabato 31 ottobre, alle 17: Como e Lecco in cucina. Ricette tradizionali del Lago e della Brianza (Alessandro Dominioni) di Rossano Nistri;

Domenica 1 novembre, alle 11: Che cavolo mangio? (Tecniche Nuove) di Sarah Tibs, che dialoga con Alessio Brunialti. [md, ecoinformazioni]

26-27 settembre/ Enjoy. La buona birra al parco

enjoy-cernobbioPic nic a base di birra artigianale, cibo a km 0 e intrattenimento musicale sabato 26 settembre dalle 12 alle 1 e domenica 27 dalle 12 alle 24 nel Parco di Villa Bernasconi a Cernobbio, organizzato da Birrificio italiano, Il Birrivico e Associazione Como concerti.

«Enjoy è il nostro modo di gustarci la birra, quel modo di godersi con semplicità un prodotto fatto di 4 semplici ingredienti che miscelati e scelti con cura possono raccontare una storia, un’amicizia o anche solo un momento – afferma Agostino Airoli, mastro birraio e fondatore del Birrificio Italiano –. Con Enjoy vogliamo che le persone conoscano le nostre birre seduti nel parco insieme agli amici, in villa-Bernasconi-Cernobbiotranquillo relax, con della buona musica che accompagni le chiacchiere e del cibo che faccia sentire tutti a casa. Proveremo a far godere ognuna delle nostre birre consigliando un ordine di bevuta e dividendole in mondi di appartenenza. Le spilleremo e le racconteremo da dietro le spine, proprio noi che le produciamo tutti i giorni».

Per la parte gastronomica saranno presenti: «I salumi, i formaggi e i panini a km 0 della gastronomia-ristorante Capitan Drake; I primi piatti da comporre a piacimento scegliendo formato di pasta fresca e condimenti de L’Ora della Pasta; I dolci, i frullati e la caffetteria a cura dell’Anagramma Bargestito dall’Associazione Cometa».

Per quanto riguarda la musica vi saranno «esperienze musicali unplugged che sbucano dagli angoli, nel verde, sull’erba, artisti di strada, folk, jazz, world music, swing e tanto ritmo! Tra gli altri, Simone Mauri e Clara Zucchetti in virtuosismi circensi di voce e fiati, e il punk/manouche/andino scoppiato fuori dagli anni ’70 di Alex Abusivo!» Oltre al «Grande ritorno in quel del comasco gli amatissimi Rumba de Bodas con il loro etnojazz esplosivo che calcheranno il palco di Enjoy sabato 26 a partire dalle 22», mentre «domenica sera, dopo la giornata di musica unplugged dalle 21.30 ci sarà il dj set super funky di Dj Cheeba con i suoi vinili».

Per informazioni Internet www.birrificio.it. [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: