Cultura

25 giugno/ Terra!/ Incontro con Valdenia Paulino

Martedì 25 giugno alle 18 Terra! allo Spazio Natta in via Natta 18 a Como, Valentina De Lorenzis, curatrice della mostra, invita a partecipare all’incontro con l’avvocata brasiliana Valdenia Aparecida Paulino che parlerà di diritti civili e di democrazia in Brasile, con l’intervento del missionario don Luigi Ceppi che ha lavorato per oltre 30 anni in Amazzonia per la tutela dei diritti dei più deboli e dei popoli della foresta. [mm, ecoinformazioni]

6 e 7 novembre/ “Conversazione su Tiresia” allo Spazio Gloria

44046055_1904324502987071_8383851727446605824_o.jpgMartedì 6 novembre alle 17,30 e Mercoledì 7 novembre alle 1, allo Spazio Gloria del circolo Arci Xanadù, sarà proiettato in un evento speciale dal Teatro Greco di Siracusa Conversazione su Tiresia, di e con Andrea Camilleri.

Il padre del Commissario Montalbano, protagonista per la prima volta sul grande schermo di un viaggio tra mito e letteratura sulle orme dell’indovino Tiresia alla ricerca dell’eternità.
«Ho trascorso questa mia vita ad inventarmi storie e personaggi. L’invenzione più felice è stata quella di un commissario conosciuto ormai nel mondo intero. Da quando Zeus, o chi ne fa le veci, ha deciso di togliermi di nuovo la vista, questa volta a novant’anni, ho sentito l’urgenza di riuscire a capire cosa sia l’eternità e solo venendo qui, solo su queste pietre eterne, posso intuirla, solo su queste pietre eterne». Andrea Camilleri

«Chiamatemi Tiresia!». 

Si apre così Conversazione su Tiresia, lo spettacolo scritto e interpretato da Andrea Camilleri e prodotto da Carlo degli Esposti per Palomar, andato in scena al Teatro Greco di Siracusa lo scorso 11 giugno di fronte a 4000 spettatori nell’ambito delle rappresentazioni classiche realizzate dall’Istituto nazionale del dramma antico. Un racconto mitico, pensato, scritto e narrato da Andrea Camilleri che “cunta” la storia dell’indovino cieco, le cui vicende attraverso i secoli si intrecciano a quelle dello stesso scrittore.

Ora quella serata indimenticabile, a cura di Valentina Alferj, con la regia di Roberto Andò le musiche dal vivo di Roberto Fabbriciani, arriva per la prima volta al cinema solo per tre giorni, il 6, 7 novembre con Conversazione su Tiresia. Di e con Andrea Camilleri, l’evento speciale, con riprese in alta definizione dirette da Stefano Vicario, dell’eccezionale performance dello scrittore al teatro greco.

La figura di Tiresia, mitico indovino cieco, presente in tutta la storia della letteratura, ha per molti anni incuriosito ed affascinato Andrea Camilleri. Nella sua Conversazione Camilleri – o lo stesso Tiresia? – dialoga con Omero, Sofocle, Seneca, Dante, T. S. Eliot, Apollinaire, Virginia Woolf, Borges, Pound, Pavese, Primo Levi, così come con Woody Allen, che fa apparire Tiresia ne La dea dell’amore, con il Pasolini dell’Edipo Re e con i Genesis de The Cinema Show, il brano sulle cui note si apre lo spettacolo. La ricerca dello scrittore si snoda attraverso le epoche per raccontare un personaggio che è stato compiutamente sia donna, sia uomo e che, come lo stesso scrittore, ha perso la vista.

«Da quando io non vedo più, vedo meglio». Sono le parole di Camilleri ed è la stessa voce dello scrittore a far risuonare la storia di Tiresia attraverso il racconto di quanti l’hanno narrato. Il testo della Conversazione su Tiresia sarà in libreria il prossimo marzo a cura della casa editrice Sellerio.

Una sfida per il novantatreenne Andrea Camilleri, padre del Commissario Montalbano e autore che vanta oltre 30 milioni di libri venduti, e che ha voluto proporre al suo pubblico in chiave ironica e poetica ma anche caustica, maliziosa e dissacrante, un personaggio per ordire una trama che si è rivelata catartica proprio come le antiche tragedie greche.

Il Teatro Greco di Siracusa è oggi il monumento più famoso della città ed è stato sin dall’antichità l’edificio per spettacoli più importante del mondo greco-occidentale, altissimo esempio di architettura civile. Fu anche luogo di culto e di grandi assemblee popolari, sede di processi pubblici e, in epoca romana, fu pure adattato a esibizioni circensi e di varietà. Quasi dimenticato nel Medioevo, nei secoli successivi il teatro è stato oggetto di trasformazioni, spoliazioni, danneggiamenti e asportazioni che oggi lasciano visibile solo la sua gigantesca impronta ricavata nella roccia che ha affascinato viaggiatori e artisti dal 1700 alla metà del 1800. Ancora oggi richiama ogni anno centinaia di migliaia di visitatori che ne vogliono ammirare la maestosità o che vogliono assistere alle rappresentazioni teatrali classiche che vi si svolgono tra la primavera e l’estate.

Ingresso intero 10 euro – Soci Arci 8 euro. (altro…)

23 ottobre/ La grande arte allo Spazio Gloria/”Klimt e Schiele, Eros e Psiche”

40114746_1846269922125863_6265419568949231616_o (1).jpg

Secondo appuntamento della stagione con La grande arte allo spazio Gloria, martedì 23 mercoledì 24 ottobre alle 21 al Circolo Arci Xanadù di Como. Sul grande schermo, Klimt e Schiele. Eros e Psiche, di Michele Mally (2018), dedicato all’arte dei due grandi pittori viennesi di inizio Novecento.

Vai alla pagina Facebook del film

Prevendite disponibili al sito web dello Spazio Gloria

Consulta la programmazione aggiornata dello Spazio Gloria

14 ottobre/ Audizioni coro 200.com al Teatro Sociale. Quest’anno “La Traviata”

 

OTELLO PROVA GENERALE 26_6_18 phCarlo Pozzoni (51).jpg

Dopo le scorse edizioni di Carmina BuranaCavalleria rusticanaPagliacciL’elisir d’amoreNabucco e Otelloprosegue il progetto di e per la città, promosso dal Teatro Sociale di Como AsLiCo, in collaborazione con la Società dei palchettisti. (altro…)

5 ottobre/ Canzoni e racconti di frontiera

42990367_1970732039656646_6025264393829220352_n.jpg

Angelo Maddalena canta e racconta il suo passaggio dalla frontiera ligure di estremo ponente. Una serie di diari e reportage da Ventimiglia raccolti nel libro Un anno di frontiera collegato al suo nuovo cd di canzoni Strade e contrade: di Liguria di lago e di altrove. Altrove è anche l’Argentina e l’incontro con le Madri di Plaza de Mayo, le canzoni del “pescatore insorto” del lago Trasimeno, e nuovissime canzoni come Amico de voto e altre. Un concerto che è anche una testimonianza di un percorso di canti sociali e di lotta del presente, con uno stile popolaresco e autoironico, poetico e incisivo.

Una serata del progetto Famiglia…porto sicuro con il contributo di Fondazione della Comunità Comasca.

Una serata promossa da Coordinamento Comasco per la Pace, Kibarè e I Frutti delle vigne.
Vai alla pagina Facebook dell’iniziativa
[AF, ecoinformazioni]

6 – 28 ottobre/ Cinque scultori comacini raccontano

DSCN2432.JPG

La collettiva di Bruno Luzzani, Vito Valentino Cimarosti, Massimo Clerici, Fabio Ceschina,   Alcide Gallani a S. Pietro in Atrio, in via Odescalchi a Como, sarà inaugurata sabato 6 ottobre alle 16,30 e rimarrà aperta al pubblico fino a domenica 28 ottobre. (altro…)

14 luglio/ Apprendista Cicerone cercasi

Apprendista Cicerone Cercasi_locandina_14 luglio.jpgSabato 14 luglio, dalle 14 alle 18, Un pomeriggio all’insegna dello svago e della formazione con “Apprendista Cicerone cercasi”, iniziativa  organizzata nell’ambito della mostra “Giuseppe Terragni per i bambini: l’Asilo Sant’Elia” (Pinacoteca civica di Como, aperta al pubblico fino a domenica 4 novembre). (altro…)

11 luglio/ Jazzin’around Baroque

36684064_1626262384166846_8624673318282199040_o.jpg

Mercoledì, 11 luglio alle 22, l’hangar di Como (viale Masia 44) ospiterà l’iniziativa musicale “Jazzin’around Baroque”. Con musiche di H. Purcell, A. Vivaldi, C. Monteverdi, G. B. Pergolesi, G, F. Haendel, W. A. Mozart. Con la voce di Paola Quagliata, Roberto Olzer al pianoforte, Roberto Mattei al contrabbasso, Rudy Royston alla batteria: gli artisti si esibiranno in “esperimenti sonori” a pochi passi dalla riva del lago, nell’ambito delle iniziative “intorno al Festival” Como città della musica.
(altro…)

7 luglio/ Note sul lago

161A9940.jpgIl lago triplica. Dopo il successo della scorsa edizione, il festival Como città della musica ha deciso di organizzare tre sabati sul Lago, con Note sul lago. Una gita musicale in battello, ma non solo, per vivere godendo di tutte le sue peculiarità il Lago di Como e ciò che lo lega ai grandi compositori e artisti che qui si sono ispirati. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: