Forza nuova

Striscione di Forza Nuova contro la Cgil: «Ci temono perché antifascisti e impegnati tutti i giorni a difendere i lavoratori »

Immediata la condanna della Cgil di Como: «Questa notte i neofascisti di Forza Nuova hanno appeso uno striscione all’esterno della sede del Caaf in via Italia Libera. Si tratta dell’ennesimo episodio intimidatorio nel giro di pochi mesi, sempre contro le nostre sedi».

(altro…)

Prc/ Contro la propaganda xenofoba e razzista di Forza nuova a Cantù

prcCon un comunicato stampa il circolo Prc della Bassa brianza e la federazione di Como, denunciano ancora una volta la propaganda xanofoba e razzista di Forza nuova a Cantù.

«Apprendiamo con estrema indignazione, dalle pagine dell’organo di stampa locale Il giornale di Cantù, che ancora una volta in città è stato dato spazio all’organizzazione neofascista Forza Nuova che sabato 21 novembre, strumentalizzando in maniera inaccettabile l’ondata di terrore causata dai drammatici attacchi terroristici nella capitale francese, ha pensato bene di produrre e distribuire in via Matteotti – angolo via XX settembre, un volantino di chiara ispirazione discriminatoria e razzista con la scritta “nessuna sharia nessuna jihad – cacciamo dall’Europa e dall’Italia l’Islam” in lingua italiana e araba.

Il Circolo territoriale Prc-Se Bassa Brianza A.Natta e la Federazione Provinciale del Prc comasco, vogliono a questo proposito esprimere sdegno, rabbia e massima indignazione. Questo è il modo più becero di creare tensioni, ed incitare all’intolleranza, all’odio razziale ad alla discriminazione religiosa. Ancora una volta Forza nuova dimostra la sua natura, e questa volta, fatto ancora più grave, lo fa strumentalizzando la morte di centinaia di persone. Siamo i primi a denunciare la grande necessità di combattere il terrorismo, il terrorismo in quanto tale e di qualsiasi natura esso sia. Il comportamento della sezione cittadina di Fn dimostra invece, una volta per tutte, come cavalchino l’onda di terrore per portare avanti i loro principi di ispirazione razzista, xenofoba e neofascista.
Mentre sabato 21 settembre, a Cantù, ancora una volta con l’autorizzazione dell’Amministrazione Comunale si distribuivano volantini ai limiti della legalità, a Roma migliaia di cittadine e cittadini islamici manifestavano contro i terroristi dell’Isis, per la pace e contro tutte le guerre inutili. Guardando questo volantino ci rendiamo invece conto che Fn le guerre le vuole innescare. Ci domandiamo cosa ci diranno Sindaco e Giunta a proposito delle autorizzazioni concesse per la diffusione di materiale tanto offensivo, ed in totale contrapposizione alla nostra Costituzione.
Cantù ha di nuovo perso una buona occasione per non farsi etichettare come la città dove la destra estrema, che guarda all’oscuro ventennio, ha campo libero.» [Circolo Prc Bassa Brianza e Prc Como]

Forenza contro Bizzozero/ Non conceda più spazi all’estrema destra

Eleonora_ForenzaCon una lettera indirizzata al sindaco Claudio Bizzozero, Eleonora Forenza, europarlamentare de L’altra Europa con Tsipras, chiede che venga revocata la concessione che permetterà nuovamente all’estrema destra di svolgere un raduno a Cantù.

«Per il terzo anno consecutivo il Sindaco di Cantù, Claudio Bizzozero concederà spazi pubblici per lo svolgimento del raduno dei nazisti di Forza Nuova. Per il terzo anno consecutivo, in nome di una distorta concezione della democrazia, il sindaco Bizzozero concederà spazi ad una forza i cui principi sono in aperto contrasto con la Costituzione italiana e anche in questa occasione farà una propaganda razzista, sessista, omofoba ed antidemocratica. Offrendo visibilità a queste posizioni politiche il Sindaco Bizzozero viene meno ai suoi doveri istituzionali primo fra tutti quello di garante della Costituzione. Mi associo quindi alla ferma condanna già espressa dalle forze antifasciste di Cantù e della provincia di Como e chiedo al sindaco di revocare la concessione ottemperando quindi con coerenza al dettato costituzionale di cui è custode.» [Eleonora Forenza, Altra Europa con Tsipras/Gue-Ngl]

Forza Nuova a Lurate Caccivio/ La protesta dell’Anpi

Appreso che Forza Nuova terrà nella giornata di sabato 9 maggio un presidio a Lurate Caccivio, la sezione di Como dell’ANPI, ha diffuso il seguente comunicato:

“Apprendiamo dai siti internet che Forza Nuova terrà un presidio oggi sabato 9 maggio in una delle piazze principali di Lurate Caccivio (CO). Purtroppo ci troviamo di fronte all’ennesimo caso nel comasco di concessione di uno spazio pubblico ad una forza di estrema destra.

L’Amministrazione comunale di Lurate Caccivio, che ha dimostrato lo scorso 25 aprile di avere grande sensibilità democratica, oggi ha purtroppo scelto coscientemente di concedere una piazza del paese ad un movimento di estrema destra che si richiama a ideologie fasciste  e che apertamente diffonde messaggi xenofobi, omofobi, autoritari e razzisti in totale contrasto con i valori costituzionali e democratici.

Sig.ra Sindaco di Lurate Caccivio, non è in alcun modo nostra intenzione dare “lezioni” o “patenti” di antifascismo.
Tuttavia siamo convinti che l’antifascismo non sia un valore che appartiene al passato novecentesco, così come la Resistenza non è storia da relegare solo a rituali celebrativi.
Se giustamente l’Amministrazione comunale di Lurate Caccivio onora i valori della Liberazione, allora dovrebbe passare ai fatti concreti: ad esempio, non concedendo la piazza a chi, come Forza Nuova, non si riconosce in questi valori o peggio li disprezza nettamente.

Crediamo che le Istituzioni, anche periferiche, abbiano il dovere di tutelare la democrazia repubblicana, ponendo il valore costituzionale dell’antifascismo come limite preciso.
Concedere spazi pubblici a questi soggetti, non vuol dire garantire il principio della libertà di espressione, ma significa stravolgere il principio stesso, deformando lo spirito antifascista che pervade la Carta costituzionale, per cui lottarono donne e uomini della Resistenza.

Anpi sezione di Como Perugino Perugini”
wwww.anpisezionecomo.net

Forza nuova torna a Cantù/ Gli antifascisti si mobilitano

iniziativa-12set-A4(21x29cm)Contro il raduno nazifascista organizzato da Forza Nuova dal 12 al 14 settembre al Campo solare a Cantù, luogo concesso all’estrema destra per il secondo anno consecutivo dal sindaco Claudio Bizzozero, le realtà antifasciste comasche e non, hanno organizzato una serie di appuntamenti in contrasto al festival. Pd, Gd, Sel, Ali, Prc, Pdci, Anpi, L’Altra Europa con Tsipras, Arci, Cgil e Fiom Cgil, invitano a partecipare alle seguenti iniziative: venerdì’ 12 settembre alle 18 al circolo Arci Virginio Bianchi di via Brambilla 3 a Cantù, Uberto Gandolfi presenterà il libro Ossola, la Repubblica dimenticata; sempre venerdì 12 alle 21 presso il salone dei convegni di Cantù si terrà un incontro pubblico con Gad Lerner (giornalista), Emanuele Fiano, Daniele Farina e Chiara Braga (parlamentari della Repubblica), Tullio Montagna (Presidente regionale Anpi Lombardia) e Massimo Cortesi (Presidente regionale Arci Lombardia). Sabato 13 settembre alle 18 al centro comunale Villa Calvi in via Roma a Cantù lo psicanalista Marco Focchi parlerà della psicopatologia del razzismo intervistato da Roberto Pozzetti, psicologo, psicoterapeuta e fondatore di Jonas Como. La due giorni di mobilitazione si concluderà infine sabato 13 alle 21 in largo XX Settembre sempre a Cantù con un presidio contro il festival nazifascista. Presto on line gli articoli delle iniziative. [Jlenia Luraschi, ecoinformazioni]

Gaffuri: il prefetto blocchi il raduno dell’estrema destra

nazicestinoIl consigliere regionale del Pd Luca Gaffuri contro Il raduno di estrema destra che si potrebbe svolgere nel comasco: «La Giunta chieda al Prefetto di convocare un tavolo tecnico dell’Ordine pubblico per impedire la manifestazione». Leggi il testo dell’interrogazione presentata il 6 settembre in Regione. (altro…)

Anpi, Gc e Fgci con l’Arci contro Forza nuova

L’Anpi di Como ha espresso con una nota la solidarietà all’Arci dopo l’intimidazione del gruppo neofascista di Fn il 9 ottobre giornata della presentazione a Como allo Spazio Gloria della mobilitazione per i diritti dei migranti. Anche Giovani comunisti e Fgci censurano l’accaduto e confermano l’impegno antirazzista. Leggi nel seguito del post il comunicato.

(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: