Mediterranea

Il governo blocca la Mare Jonio

«Ieri sera [il 24 settembre] la Capitaneria di Porto di Pozzallo, dove la nave si trovava pronta a partire in missione nel Mediterraneo centrale, ha comunicato il DINIEGO all’imbarco a bordo della MARE JONIO di due membri, paramedico soccorritore ed esperto di ricerca e soccorso in mare, del Rescue Team di Mediterranea Saving Humans.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Maso Notarianni

Dalle 10/  Intervista a Sabir 2018 di Celeste Grossi a Maso Notarianni appena tornato a terra dopo la missione su Burlesque, la nave appoggio della missione di “obbedienza civile” Mediterranea perché lasciare morire le persone in mare è un’infamia troppo grande e un crimine contro l’umanità. Celeste Grossi ha intervistato a Sabir Maso Notarianni, allora presidente del Circolo Arci Bellezza di Milano ora presidente di Arci Milano.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 27 giugno 2020/ Mediterranea saving humans

“Èstate con noi” e state con Mediterranea la nave dell’Arci che anche stanotte si è imbattuta nella criminalità libica sostenuta dal governo italiano. «Alle 23.18 del 26 giugno 2020 una motovedetta della cosiddetta “Guardia costiera libica” ha completato l’operazione di intercettazione e cattura di “oltre 70 persone” tra cui donne e bambini piccoli a bordo del gommone segnalato da Watch The Med – Alarmphone 52 miglia a Nord est di Misurata». E’ l’allarme lanciato da Mediterranea Saving Humans: «La nostra Mare Jonio, che si trovava a poche miglia di distanza, ha offerto la propria disponibilità ad imbarcare i naufraghi su un assetto più sicuro, che poteva garantire cure medico-sanitarie adeguate. I miliziani libici si sono rifiutati – spiegano sui social – Così come il comando della motovedetta libica ha negato informazioni sulla presenza di otto persone decedute e di una donna che avrebbe partorito a bordo, come invece i naufraghi avevano segnalato».

(altro…)

14 maggio/ Arciwebtv/ Alessandra Sciurba/ Migrare è umano

Dalle 15/ L’intervento di Alessandra Sciurba di Mediterranea a Migrare è umano, un incontro organizzato da Sinistra italiana il 2 marzo 2019, moderato dal giornalista di Avvenire Nello Sclavo con, oltre alla rappresentante di Mediterranea, Giorgia Linardi ed Erasmo Palazzotto. Una iniziativa nel merito dei temi della realtà: diritti, ambiente, democrazia, lontani dal chiacchiericcio dei talk show,  dall’incapacità criminale del governo fascioleghista e dalle “verità” che i media main stream  tentano di affermare. Leggi l’articolo e guarda tutti i video su ecoinformazioni.

Gli altri programmi del 14 maggio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Video/ Solidarietà in marcia per Mediterranea contro i Cpr

Rispondendo all’appello di Un miglio non ci basta, Como senza frontiere ha partecipato con la Marcia per i nuovi desaparecidos alla Staffetta solidale che, partita il 4 ottobre da Menaggio è arrivata a Como in bicicletta in piazza Cavour, da Lecco seguendo la costa del Lario. Alcune decine di persone domenica 6 ottobre hanno partecipato all’iniziativa e ascoltato l’intervento di don Giusto Della Valle. Poi tutti insieme a piedi e in bicicletta a Cernobbio dove, all’Imbarcadero, ha parlato Paolo Limonta e hanno offerto canzoni di migrazioni alcuni esponenti dei D’Altro canto. Poi la passeggiata solidale Camminiamo con chi non può arrivare ha proseguito in battello verso Menaggio dove stasera si concluderà con l’intervento di Un miglio non ci basta. Leggi anche l’articolo di Fabio Cani.

(altro…)

Basta battaglie navali inumane e stupide/ La nostra nave deve attraccare

Il ministro dell’Interno trovi un gioco meno costoso e pericoloso della sua battaglia navale fatta di proclami di insulti e di inevitabili figuracce internazionali e giudiziarie. Il perseverare nell’illegalità e nel mancato rispetto delle leggi, sistematicamente censurato dalle sentenze della Magistratura e dalle prese di posizione degli organismi internazionali, ci costa troppo e soprattutto costa troppo ai naufraghi. Il celodurismo leghista, fatto proprio dall’intero governo, si dedichi a giocare con altro, combatta gli aquiloni che invadono il nostro spazio aereo o si impegni a evitare che i piccioni defechino in piazza del Duomo a Milano. Basta polemiche e urla senza senso. il 4 luglio la nostra nave Mediterranea ha salvato 55 persone. Venga fatta attraccare immediatamente, senza mettere a repentaglio vite umane e esporre al ridicolo le forze dell’ordine costrette a combattere chi salva naufraghi. Centinaia di agenti, navi e l’intera struttura dello stato è mobilitata per un gioco ingiusto, folle e malvagio distraendo così risorse dalla lotta alla malavita organizzata. Leggi sul sito di Mediterranea la cronistoria aggiornata dell’ultimo salvataggio.

1 luglio/ Presidio di Csf per un porto sicuro per l’umanità

Non è facile, in tempi come questi, appellarsi alla legge. La legge dovrebbe essere uguale per tutti – così almeno recita la frase che campeggia sulle pareti di tutti i tribunali. Ma la legge – qui, ora – non lo è più. Non lo è per le persone che migrano, non lo è per le persone e le organizzazioni che cercano di ridurre il danno, soccorrendole e accogliendole. Eppure, anche in tempi come questi, osiamo appellarci alla legge.

(altro…)

Video/ Mediterranea con Luca Casarini a Sabir

Luca Casarini ha partecipato il 18 maggio all’Università di Lecce all’incontro internazionale di Sabir Il contesto mondiale: autoritarismo, geopolitica, nuova fase della globalizzazione. Durissimo il giudizio sul governo italiano del capomissione di Mediterranea: è l’unione del populismo di destra e razzista della Lega e di quello digitale del M5s.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: