Perseguire i malfattori/ Mediterranea denuncia Salvini/ La Mare Jonio riparte/ L’Arci c’è

«Abbiamo appena depositato un esposto alla procura di Agrigento, redatto col supporto del team di Mediterranea, contro il governo italiano» per verificare le gravissime violazioni di leggi nazionali e convenzioni internazionali nel caso del blocco navale operato contro la Alan Kurdi al largo di Lampedusa, «perché quelli erano ordini illegali». Lo riferisce Alessandra Sciurba, assistente legale della ong Mediterranea. L’esposto è firmato, tra gli altri, dai vertici da Filippo Miraglia (responsabile immigrazione Arci nazionale), Cecilia Strada, Francesca Chiavacci (presidente Arci nazionale) e Sandro Mezzadra.

«La prossima settimana ripartiamo verso le coste libiche, abbiamo messo assieme equipaggi di terra e di mare. Ora c’è ancora maggiore necessità di andare in Libia. La direttiva Viminale, secondo cui la Libia sarebbe un porto sicuro, è carta straccia perché viola i codici marittimi e la convenzione Amburgo. E se recupereremo naufraghi vireremo poi sempre verso il porto sicuro più vicino».

1 thought on “Perseguire i malfattori/ Mediterranea denuncia Salvini/ La Mare Jonio riparte/ L’Arci c’è

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: