Nativi e migranti insieme. Più cittadinanza attiva

1 marzo/ Milano/ Restiamo qui!

«Il 1 marzo 2021 alle 18,30 in piazza Duomo a Milano (qui l’evento facebook) si terrà una giornata di mobilitazione e sciopero. Lavoratrici e lavoratori italiani e immigrati, nonostante la pandemia hanno scelto di scioperare insieme, “uniti dalla consapevolezza che il razzismo istituzionalizzato […] le politiche di esclusione, lo sfruttamento del lavoro, le violazioni dei diritti sono tasselli di un’unica strategia repressiva che, a partire dai più deboli e inermi, aspira a colpire tutti e a imporre la precarietà come orizzonte di vita”.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ L’anima rock della Tunisia

Dalle 14/ Dario Onofrio, ecoinformazioni, ci porta a scoprire i Myrath. Un curioso misto di rock, heavy metal e musica tradizionale tunisina è stata la chiave del successo di questa band proveniente proprio dalla Tunisia. Grazie all’effetto delle primavere arabe e di una società che è in parte riuscita a cambiare in positivo, infatti, molti complessi provenienti da luoghi dove la musica rock era considerata un tabù oggi possono finalmente “uscire allo scoperto”. I Myrath sono anche stati il primo gruppo a firmare un contratto con una etichetta discografica occidentale nel 2014. Dal logo Legacy ascoltiamo il singolo Believer.

I programmi del 2 agosto.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Il villaggio delle donne di Umoja

Dalle 13/ Musa Drammeh ci porta a conoscere il villaggio delle donne di Umoja. Alla porta del deserto, in Kenya, i samburu che vivono nel nord del paese hanno sempre mantenuto una gerachia sociale fortemente patriacale per più di 500 anni. Questo è stato fino a 25 anni fa quando Rebecca Lolosoli ha fondata “ vilaggio di Umoja” per proteggere le donne della regione del maltratamento e abusi degli uomini. Umoja significa “unità “in swahili gli uomini possono entratre nel vilaggio ma non hanno nessun autorità di controllo o di superiorità sulle donne.

I programmi del 2 agosto.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Caffè corretto

Dalle 12/ Artur Borghesani ci porta un video sul progetto binazionale “Caffè corretto”. Girato e prodotto dall’agenzia Calandria nel mese di maggio in Perù, il breve documentario di ProgettoMondo Mlal presenta, attraverso la testimonianza dei diretti beneficiari, il contesto socioeconomico e ambientale in cui viene realizzato il progetto. Quattro diversi cafficoltori, un anziano, una donna, un capofamiglia e un giovane, raccontano la loro fatica quotidiana nella sfida a condizioni ambientali difficili, la mancanza di un aiuto da parte del governo, la totale precarietà del proprio lavoro, al quale non viene riconosciuto alcun tipo di previdenza o assicurazione, la totale incertezza nel futuro che spinge sempre più piccoli produttori ad abbandonare le coltivazioni e ad emigrare in città.

I programmi del 2 agosto.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Schiave della religione

Dalle 11/ Abby Basiouny ci parla della “trokosi”, una pratica di schiavitù religiosa tristemente diffusa in Africa e che colpisce le donne. Le ragazze sono costrette a vivere e lavorare con i sacerdoti nei santuari religiosi, per il resto della loro vita, per “pagare” per i peccati dei membri della famiglia. Anche se la pratica è stata ufficialmente vietata, in Ghana essa continua, soprattutto nella regione del Volta,e in altre parti dell’Africa occidentale, ma su scala più ridotta. Vent’anni dopo essere stata liberata da questa pratica, grazie al fatto di essere stata adottata da un genitore statunitense, Brigitte Sossou Perenyi intraprende un viaggio per capire cosa è realmente trokosi e perché la sua famiglia l’ha data via.

I programmi del 2 agosto.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Skate football

Dalle 10/ Mara Cacciatori ci fa conoscere una variazione dello sport forse più seguito al mondo: lo “Skate Football”. E’ nato in Nigeria, dove oggi è  molto diffuso e grazie ad Albert Frimpong, un allenatore ghanese, che si è interamente dedicato a seguire e formare giocatori con disabilità, viene praticato anche in Ghana. Prevede le classiche regole di una partita di calcio,  con l’unica differenza che i sette (e non undici) giocatori di entrambe le squadre si muovono sul campo utilizzando uno skateboard. Si tratta di modo innovativo di considerare uno sport popolare come il calcio che permette anche a coloro che hanno limitazioni fisiche di divertirsi a far girare la palla mirando la porta dell’avversario.

I programmi del 2 agosto.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 2 agosto/ Nativi e migranti insieme. Più cittadinanza attiva, più diritti

La domenica è dedicata alle proposte del progetto Nativi e migranti insieme, più cittadinanza attiva, più diritti per sviluppare la conoscenza dei paesi “altri” dei quali spesso si conosce poco dando così un substrato aculturale al razzismo e alla xenofobia. Mara Cacciatori, Abby Basiouny, Artur Borghesani, Musa Drammeh, servizio civilista/i dell’Arci di Como hanno selezionato video di musica, cultura, cronaca e politica di paesi lontani che aiutano a capire meglio i paesi da cui arrivano le migrazioni.

(altro…)

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Un albero per ogni mina

Dalle 14/ L’area che circonda il muro di 2.700 chilometri che divide i campi profughi saharawi in terra algerina dal Sahara Occidentale, è una delle più minate del mondo. “Un arbol por cada mina” è un progetto nato nel 2017: ogni mina, un albero, per sostituire così la vita con la morte. L’obiettivo è quello di piantare 7 milioni di alberi e creare un “muro” speculare a quello marocchino, un muro verde. Una delle piante utilizzate è l’Acacia Raddiana, una pianta simbolo per il popolo saharawi che può sopravvivere senza acqua per tre anni. Da questa pianta si estrae l’elk, una resina che viene utilizzata come medicinale, mentre con il legno si ricavano oggetti tradizionali e le foglie diventano foraggio per gli animali. Questo video, del marzo 2020, è stato realizzato dal un volontario di Afapredesa, l’associazione dei desaparecidos saharawi, che agisce per la difesa dei diritti umani della popolazione.

I programmi del 26 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Ismaël Lô

Dalle 13/ Abby Basiouny ci porta a conoscere Ismaël Lô, cantante senegalese ben conosciuto sia in Africa che nel mondo. L’album Jammu Africa è uno dei suoi successi maggiori, dal quale ascoltiamo la traccia principale. La canzone parla di un sogno: vedere un giorno l’Africa unita e prospera, realizzabile solo se ci sarà pace nel continente.

I programmi del 26 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Marcel Gotene

Dalle 12/ Artur Borghesani ci porta un video su Marcel Gotène (1939/2013), artista congolese che in sessant’anni di carriera è diventato il simbolo della pittura africana nel mondo. La ricchezza dei suoi dipinti prende spunto dalle scene di vita quotidiana, dai villaggi, dalla danza, dalle piccole case di paglia, dalle savane, dalle foreste. Le sue tele esprimono movimento, fantasia, prediligendo un universo tormentato, con suonatori di tam-tam, danzatori, uccelli, animali in un groviglio ingarbugliato, dando vita a vere e proprie favole dai colori vivaci, vibranti e vivi, come porpora, blu, arancione, rosso e giallo. In alcuni quadri Gotène vuole denunciare quello che di negativo vede nella vita quotidiana.

I programmi del 26 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: