Ztl e rifiuti: il Comune presenta i nuovi piani

cernezziNella mattinata di giovedì 27 giugno si è tenuta a Palazzo Cernezzi la conferenza stampa di presentazione della Ztl allargata e del piano rifiuti. Alla presenza del sindaco Lucini, gli assessori Gerosa e Magatti hanno mostrato alla stampa le novità e i tempi d’attuazione previsti.

«Nella giornata di ieri- ha esordito la Gerosa-  la Giunta ha approvato definitivamente il piano di estensione della Ztl e della nuova sosta». Questo entrerà in vigore a partire da luglio, con una fase iniziale di sperimentazione della durata di sei mesi, tempo necessario per controllare l’impatto del provvedimento e decidere eventuali modifiche. Il monitoraggio avverrà grazie agli uffici preposti, che utilizzeranno alcuni indicatori numerici per vedere gli effetti del cambiamento. La parola d’ordine, ha continuato l’assessore, è “gradualità”: infatti nei primi quindici giorni di luglio si procederà al rilascio delle ordinanze più specifiche da parte dei tecnici comunali, mentre dal 15 in poi inizierà la posa della segnaletica necessaria, fase che dovrebbe concludersi entro fine settembre.

E’ prevista anche una campagna informativa per la cittadinanza tramite assemblee nei quartieri e incontri pubblici, in modo da comunicare il meglio possibile la “rivoluzione” in atto, informando anche sui cambiamenti del trasporto pubblico e delle tempistiche per ottenere i permessi di transito per i residenti. Sul primo punto è stato reso noto l’accordo con Asf in merito alle modifiche dei capolinea, oltre al fatto che i mezzi non passeranno più dal prossimo autunno dai Portici Plinio.

Per quanto riguarda la sistemazione dei parcheggi, Gerosa ha informato che la Giunta ha inserito nel testo approvato una serie di valutazioni ulteriori sul favorire il passaggio dei bus,  sul carico/scarico per i negozi e  sull’eliminazione della sosta inoperosa in centro città. L’attuazione seguirà gli stessi tempi della Ztl, così come l’uso di un periodo di valutazione e di comunicazione delle novità previste. Sempre fine settembre sarà l’orizzonte temporale per vedere attivo il cambiamento, che considererà inizialmente la fascia della cosiddetta “prima corona” e in seguito, dopo 5-6 settimane, la zona successiva, per un totale di 480 nuovi posti blu. I permessi per i residenti, in accordo con Csu e con la Polizia locale, saranno emessi solo a sistemazione avvenuta, anche se si potrà fin dalla settimana prossima fare domanda. In conclusione Lucini ha dato appuntamento a metà luglio per mostrare il “crono programma” definitivo del piano.

Sui rifiuti Magatti ha presentato l’azienda erede di Econord, l’Aprica del gruppo A2A. “Dal 1 luglio partirà l’avvio della nuova gestione rifiuti”- ha fatto sapere l’assessore-” sarà una vera e propria rivoluzione culturale per la nostra città”. Nello specifico è poi entrato Fulvio Roncari, presidente dell’azienda: il 1 luglio avverrà il passaggio di consegne, seguito da un lasso di 6 mesi dove verranno mantenute le modalità di raccolta del passato. Al termine di questi inizierà la nuova raccolta differenziata, con cinque “frazioni” di rifiuto  da raccogliere, dall’umido alla carta. I dipendenti iniziali saranno 102, tutti ereditati dalla vecchia gestione, che aumenteranno all’entrata in vigore definitiva delle novità. Su tutto il piano pende però la “spada” della sentenza del Tar sul ricorso di Econord, in arrivo il 2 dicembre. Su questo sia Magatti che Aprica si sono detti tranquilli, pronti  a rivolgersi al Consiglio di Stato nel caso, ritenuto improbabile, di esito negativo. Sui costi per le famiglie sempre l’assessore ha assicurato che per quest’anno le tariffe non aumenteranno, mentre per l’anno prossimo i ritocchi dipenderanno da variabili ad oggi non prevedibili.

In conclusione Magatti e Lucini hanno posto come obiettivo a lungo termine la diminuzione della quantità dei rifiuti prodotta, e per questo verrà lanciata in autunno una campagna “culturale”, promossa anche dalla stessa Aprica, per sensibilizzare sul tema. Decisivo, nelle intenzioni del Comune, sarà il coinvolgimento delle scuole e dei giovani. [Luca Frosini, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: