Taglio dei finanziamenti, gli allevatori lombardi chiedono un incontro in regione

mucche_latte_mediumDai 62 milioni del 2010 ai 18 del 2013.  Stato e regione hanno ridotto di circa 50 milioni i soldi destinati per legge alle attività delle Associazioni provinciali allevatori. Sul piede di guerra i sindacati: «la Regione deve assumersi le sue responsabilità». Gli addetti del settore in provincia di Como sono 18 e si occupano di analisi genetico – funzionali

«Il 21 giugno abbiamo chiesto l’apertura di un confronto con l’Assessorato regionale all’Agricoltura ma a tutt’oggi siamo ancora in attesa di una convocazione – spiegano Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil – chiediamo alla Regione di assumersi le proprie responsabilità verso il settore della zootecnia, vanto della nostra regione e del nostro paese – commentano i sindacati – fino ad oggi i cittadini, i consumatori e tutto il paese hanno beneficiato di un sistema di eccellenza basato sui controlli volti a garantire la qualità della carne che mangiamo e del latte che consumiamo. Pensiamo e riteniamo che continuare con la politica dei tagli porti solo a fare passi indietro su sicurezza e qualità alimentare. Bisogna tutelare al meglio il settore che nella nostra regione svolge un ruolo importantissimo, continuando a co finaziare il sistema dando certezze e futuro ai lavoratori del settore e alle sue imprese» [aq, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: