ecomobilityLa città si muove, più Eco, più Como, più Mobilità, un progetto in occasione della Settimana europea della mobilità sostenibile, per il Comune «Como si muove verso il futuro: mobilità dolce, eco sostenibilità, riduzione del traffico e sviluppo di mezzi di trasporto alternativi sono tutti strumenti indispensabili per migliorare la qualità della vita in città, rispettando i diritti di tutti, pedoni, ciclisti, motociclisti e automobilisti»

«La Settimana europea della mobilità sostenibile è un appuntamento internazionale – promosso dall’Unione europea e dal Ministero dell’ambiente – che ha l’obiettivo di incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani – spiega un comunicato di Palazzo Cernezzi –. Un’occasione per i Comuni, le istituzioni, le organizzazioni e le associazioni di tutta Europa per promuovere obiettivi quali l’incremento di forme di mobilità sostenibile e la qualità della vita, per accrescere la consapevolezza della cittadinanza in merito alle tematiche ambientali collegate alla mobilità e per presentare proposte alternative e sostenibili per i cittadini. Ciascun cittadino può avere un ruolo nel miglioramento della qualità dell’aria attraverso le proprie scelte di mobilità».

«Attraverso politiche e provvedimenti mirati, eCOMObility ha come obiettivo finale a breve, medio e lungo termine, quello di migliorare la qualità della vita e della mobilità nella città, favorendo lo sviluppo culturale, turistico e commerciale di Como – spiega uno scritto –. Una città tutta da vivere merita più tempo per essere visitata e meno tempo da passare chiusi in auto nel traffico. Numerose sono le iniziative, già avviate e in corso di preparazione, che compongono la strategia eCOMObility».

Per ora Palazzo Cernezzi ha avviato alcuni progetti:

«Bike sharing – NUOVO SERVIZIO

È prevista l’installazione nel centro città di 10 stazioni in cui, iscrivendosi on-line o presso gli appositi punti vendita, sarà possibile ritirare le biciclette. In questo modo si fornisce a cittadini, pendolari e visitatori un servizio che permette di muoversi agevolmente in città senza utilizzare l’auto. L’obiettivo è quello di proporre modalità di trasporto pulite ed ecologiche per la mobilità. Il servizio sarà inaugurato sabato 21 settembre alle ore 16.30 ai Giardini a lago.

Car sharing “e-vai” – NUOVO SERVIZIO

Il progetto intende fornire un’alternativa intelligente all’uso dell’auto privata per muoversi in città. L’impiego di nuove forme di possesso e uso dei veicoli, rende il servizio più efficiente ed ecologicamente sostenibile.  Una nuova stazione sarà attivata venerdì 20 settembre 2013, e renderà disponibili le auto in car sharing durante il week-end: dalle 18 del venerdì alle 7 del lunedì successivo. Il Comune di Como mette a disposizione dei cittadini due Fiat Panda parcheggiate negli stalli di via Bertinelli. L’utilizzo sarà possibile previa iscrizione al servizio “e-vai” e prenotazione delle auto. Un altro punto pick up del car sharing è già in servizio presso la stazione Ferroviaria di Como Lago – Fnm. Altre stazioni sono in fase di studio

P+Bus parcheggio + autobus – NUOVO SERVIZIO

L’obiettivo è favorire l’utilizzo del mezzo pubblico per gli spostamenti in centro città. L’iniziativa consiste in un abbonamento che consente di parcheggiare l’auto e di viaggiare sugli autobus cittadini a prezzi contenuti. I parcheggi che aderiscono alla promozione sono: autosilo Valmulini, parcheggio Pulesin di via Bellinzona, parcheggio San Martino di via Castelnuovo. Gli abbonamenti sono in vendita all’autosilo Valmulini da lunedì 16 settembre al 31 dicembre 2013, con validità annuale a decorrere dal 1° di ottobre. Il costo dell’abbonamento annuale è di 300 euro.

Per chi si reca di tanto in tanto in città, poi, è stata predisposta l’offerta P+Bus per il solo autosilo Valmulini, a tariffa 1 euro per la sosta dell’auto e 1,30 euro per ogni biglietto di andata e ritorno in autobus (offerta valida sia per il conducente che per gli accompagnatori).

Il decalogo del pedone e del ciclista – NUOVO SUPPORTO

Gli agenti della Polizia Locale del Comune di Como hanno predisposto i Decaloghi per informare bambini e ragazzi delle scuole primarie e secondarie di primo grado e i loro genitori riguardo alle regole basilari per circolare in sicurezza sulle strade a piedi o in bicicletta. I decaloghi sono scaricabili dal sito del Comune. Il progetto è stato inserito nel quadro delle attività di educazione alla mobilità che si svilupperanno lungo tutto l’anno scolastico.

Pedibus

Il progetto, già attivo in molte scuole della città, viene valorizzato e promosso. Il Pedibus ha la finalità di rendere sicuro l’accesso dei bambini a scuola e li educa alla mobilità sostenibile decongestionando il traffico delle aree intorno agli edifici scolastici, per diminuire l’inquinamento. L’iniziativa si propone di diffondere, in collaborazione con gli Istituti Comprensivi del territorio, gli studenti e i genitori, le associazioni di volontariato, una cultura improntata al rispetto dell’ambiente. La stagione 2013/14 del servizio ha preso avvio venerdì 13 settembre.

Ampliamento ZTL – Zona a Traffico Limitato del centro storico

Obiettivi del progetto sono liberare nuovi spazi pedonali e indirizzare verso sistemi di mobilità dolce e sostenibile. Incentivare inoltre l’uso dei mezzi pubblici, della bicicletta e della mobilità pedonale per migliorare nel complesso la fruibilità del centro e la qualità della vita di tutti, residenti e pendolari/ turisti. Limitare l’uso dell’auto nei centri urbani ai soli casi in cui è strettamente necessario e favorire l’utilizzo del trasporto pubblico con lo scopo di migliorare la qualità dell’aria e la vivibilità delle aree cittadine.

Politiche della sosta

Il Piano particolareggiato sosta residenti convalle/ Ponte Chiasso e il Piano generale del traffico urbano sono i documenti, predisposti dal Settore mobilità del Comune di Como, per migliorare la viabilità cittadina e la sicurezza stradale. Il Piano della sosta, in particolare, punta a ridurre il traffico, la congestione e il conseguente inquinamento. Tra i suoi obiettivi, figurano l’estensione delle zone a traffico limitato e la disincentivazione della sosta inoperosa in convalle in favore del traffico operativo legato ai negozi, agli uffici e alle attività turistiche-culturali e dei residenti».

Per informazioni Internet www.comune.como.it/citta/ecomobility.html. [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: