Giorno: 6 Febbraio 2014

Ztl: con l’allargamento cambiano le regole

ztlPalazzo Cernezzi: «Estese le fasce orarie per i rifornimenti, permessi per i domiciliati, limiti di peso per i mezzi».

«Con l’estensione della zona a traffico limitato a piazza Roma e a piazza Volta, è stata predisposta una nuova ordinanza che disciplina il transito e la sosta all’interno di tutta la Ztl – dichiara il Comune di Como –. L’ordinanza, firmata dal sindaco Mario Lucini, è affissa all’Albo Pretorio on-line del Comune di Como (nei documenti ordinanze sindacali)».

«Il provvedimento introduce le seguenti novità – precisa la nota –: per quanto riguarda sagoma e peso dei veicoli sono stati fissati nuovi limiti e sarà vietato l’accesso ai veicoli con peso a pieno carico superiore alle 3,5 tonnellate e di lunghezza superiore ai 7 metri. Eventuali deroghe dovranno essere concordate con il settore Reti; i titolari di parcheggi per residenti, i cui abbonamenti vengono rilasciati da Csu, non avranno bisogno di ulteriori autorizzazioni per accedere alla Ztl ma sarà sufficiente compilare un apposito modulo che sarà rilasciato dalla stessa Csu; trascorsi 15 giorni dalla data di emissione dei contrassegni richiesti, il mancato ritiro comporterà la revoca della stessa autorizzazione; l’elenco delle autorizzazioni rilasciate sarà pubblicato sul sito del Comune di Como; oltre ai residenti, anche i domiciliati, purché esclusivamente in unità immobiliari ad uso abitativo, potranno richiedere il contrassegno. I domiciliati, oltre alla domanda in carta bollata e la copia della carta di circolazione, dovranno presentare anche la copia del contratto d’affitto (o altro titolo) registrato. Per quanto riguarda i veicoli dei residenti e dei domiciliati, potranno essere autorizzati anche quelli in uso esclusivo; gli agenti di commercio, al posto dell’iscrizione all’Albo degli Agenti (non più esistente) dovranno presentare l’iscrizione alla Camera di Commercio o l’attestazione dell’iscrizione Enasarco; per i veicoli adibiti al rifornimento degli esercizi pubblici e commerciali (carico/ scarico) sono state estese le fasce orarie durante le quali i veicoli autorizzati potranno accedere: dalle 6 alle 10.30 e dalle 14 alle 15.30 dal lunedì al venerdì e dalle 6 alle 10.30 del sabato; limiti sono stati introdotti ai veicoli equiparati a quelli adibiti al trasporto delle merci (così come indicati al comma 1 lett c dell’art. 54 del Cds). Quelli con dimensioni superiori a 600 cm di lunghezza, 200 cm di larghezza e altezza (con una tolleranza sulle dimensioni del 20%) potranno accedere solo nella fascia oraria tra le 5 e le 10.30 dal lunedì al venerdì. I veicoli a trazione elettrica, anche bimodali, con esclusione del motore endotermico di categoria N1, potranno accedere alla Ztl, previa richiesta di autorizzazione, senza alcuna limitazione d’orario. Sono state estese le fasce orarie anche per i veicoli che trasportano merce “a temperatura controllata” e i veicoli che riforniscono i pubblici esercizi per la somministrazione di alimenti e bevande (previa presentazione di idonea documentazione) che potranno accedere alla Ztl dalle 5 alle 12 e dalle 13.30 alle 15 dal lunedì al venerdì e dalle 6 alle 11.30 del sabato; in caso di pronto intervento urgente, entro le 48 ore successive al transito si potrà comunicare al Comando l’accesso, indicando ora, targhe e varco e allegando l’attestazione dell’avvenuto intervento urgente e non differibile con la firma dal residente interessato o dell’amministratore del condominio; modifiche sono state introdotte, per i servizi postali, relativamente alle licenze e alle autorizzazioni in possesso; autorizzazioni potranno essere richieste dai clienti delle strutture ricettive, in precedenza indicate esclusivamente come alberghi ed oggi, appunto, estese alle diverse fattispecie (b&b..). Eventuali errori nella trasmissione delle targhe dei veicoli e/o omissioni da parte dei gestori delle attività comporteranno l’applicazione al cliente delle sanzioni previste; è stata estesa anche la fascia per il rifornimento, con veicoli di proprietà, dei pubblici esercizi (bar, ristoranti ..) e degli esercizi commerciali, che potranno accedere dalle 6 alle 10.30, tutti i giorni; per quanto riguarda i medici, sarà richiesta un’autocertificazione attestante l’iscrizione all’ordine dei medici; per quanto riguarda, infine, i veicoli che accompagnano a casa donne o minori, residenti o domiciliati, tra le 23 e le 5, è stato specificato che non si potrà sostare all’interno della Ztl per più di 15 minuti. Nell’ordinanza, infine, è prevista l’esclusione della richiesta di autorizzazione, per i veicoli diretti ai parcheggi Arena e Jasca e per i veicoli che accedono alle autofficine in Ztl (in questo caso i titolari dovranno fornire entro 48 ore l’elenco delle targhe dei veicoli specificando la data di entrata e di uscita. Potrà essere richiesta prova documentale della prestazione effettuata). L’ufficio permessi si trova in via Vittorio Emanuele II (civico 97) ed è aperto lunedì, martedì e giovedì dalle 8.30 alle 12, mercoledì dalle 8.30 alle 15.30 (dal 15 luglio al 15 settembre, con la sospensione del mercoledì del cittadino dalle 8.30 alle 12), venerdì dalle 8.30 alle 12 polizialocale.permessiztl@comune.como.it)». [md, ecoinformazioni]

Abbondino d’oro 2013

villaolmoCerimonia di attribuzione sabato 8 febbraio alle 11 a Villa Olmo a Famiglia comasca, Caritas diocesana e Luisella Anzani.

«La cerimonia, aperta a tutta la cittadinanza, sarà presieduta dal sindaco Mario Lucini, dal presidente del Consiglio Franco Fragolino e dal presidente della commissione che assegna l’Abbondino Giorgio Selis – spiega una nota del Comune di Como –. Alla Famiglia comasca la benemerenza è stata attribuita “per l’impegno profuso nella tutela e nella valorizzazione della tradizione comasca”, alla Caritas diocesana “per l’opera di assistenza sociale e umanitaria svolta in città dal 1973”, a Luisella Anzani “per l’attività svolta in città a favore dei malati di distrofia muscolare”». [md, ecoinformazioni]

Tanto tu torni sempre. Ines Figini, la vita oltre il lager

Memoria_ManifestoPresentazione del libro di Giovanna Caldara e Mauro Colombo (Melampo) con con Ines Figini e gli autori sabato 8 febbraio alle 16 a L’ultimo Caffè in via Giulini 3 a Como, organizzano i Giovani democratici della provincia di Como per la Giornata della Memoria. Per informazioni Internet http://giovanixilpd.altervista.org.

Rifiuti a Como? Confermata l’assegnazione ad Aprica

apricaDal 1 giugno parte il nuovo sistema di raccolta.

«Con la sentenza depositata oggi dai giudici di Milano – annuncia Palazzo Cernezzi, al termine della vicenda giudiziaria apertasi con la gara d’appalto per l’assegnazione della raccolta dei rifiuti –, il Tar ha confermato la procedura seguita dall’amministrazione comunale e l’assegnazione della gara rifiuti ad Aprica».

«Questa sentenza apre finalmente la possibilità di procedere – dichiara  l’assessore all’Ambiente del Comune di Como Bruno Magatti –. Il primo giugno potremo partire con il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti che sarà preceduto da una lunga campagna di informazione che adesso potrà cominciare». [md, ecoinformazioni]

Suoni e scatti dalla Mesopotamia

Locandina 'Suoni e scatti della Mesopotamia'Venerdì 7 febbraio e sabato 8 presso lo Spazio Pifferi in via Diaz 58 a Como si terrà la mostra Suoni e scatti della Mesopotamia, in collaborazione con il Centro Servizi per il Volontariato di Como, Milena Ghielmetti, Agnese Selva e Piotr Rybicki. Si tratta di una mostra di audio e foto che racconta dell’esperienza di scambio internazionale a Bismil, nella Turchia sud-orientale che ha coinvolto sette giovani italiani. Il progetto si chiama Voiced Photographs e rientra nel progetto Youth in action finanziato dall’Unione europea. Prevede un soggiorno di 15 giorni in cui i partecipanti, i giovani tra i 18 e i 30, impareranno a costruire la propria macchina fotografica e ad usarla, realizzando scatti professionali e artistici a in una città interessante e multiculturale. 

L’inaugurazione della mostra avrà luogo venerdì alle 18,30, mentre sabato sarà aperta dalle ore 10 alle 18. [Clara Chiavoloni, ecoinformazioni]

Incontro con l’autore/ Federico Bagni

14_cop_CollettivoZampalu:Layout 2Sabato 8 febbraio alle ore 17, la libreria Paoline di Como, in via Cesare Battisti 10, invita all’incontro con l’autore Federico Bagni che presenta il suo libro Collettivo Zampalù. Qui un’anticipazione:

«Settembre 1993. Liceo scientifico “Francesco Baracca”, Milano. Il professor Lorenzo Dentico e Marco Carboni, alunno di classe quinta, si incontrano dentro un tema libero. Nei giorni di pioggia, durante la ricreazione, i due diventano amici. Lo smarrimento di un ragazzo disadattato, un padre carcerato, i libri come rifugio dal mondo. Un folle viaggio da Parigi a Milano, a bordo di un furgone rubato. E poi l’anno è già finito, e il tempo li porta altrove.
A distanza di anni, il professore – segnato duramente dall’esistenza – ritrova l’ex alunno, che ha trovato sfogo alla propria inquietudine facendo lo scrittore, e lo coinvolge in una straordinaria esperienza di scrittura collettiva fra i senza fissa dimora di un centro diurno». [Clara Chiavoloni, ecoinformazioni]

Monnezza alla Feltrinelli venerdì 7 alle 18

monnezzaLa monnezza è di tutti e di ciascuno, e la monnezza è una misura della nostra civiltà della dipendenza dai consumi. Ma esiste anche un negazionismo dei rifiuti. Una distorsione ideologica basata sull’dea che ogni cosa si può bruciare e che a maggiori quantità di rifiuti debba corrispondere la costruzione di più discariche e più inceneritori. L’incapacità dl cogliere la relazione tra acquisto e smaltimento, tra consumismo e devastazione ambientale è anche l’altra faccia di un’altra più pericolosa deviazione che non coglie l’essenzialità delle relazioni nella specie umana, non vede il legame tra povertà e ricchezza e pensa che anche una parte degli umani siano “rifiuti”, da trattare, contenere e avviare, se possibile, allo smaltimento o alla quale applicare le ricette insopportabili del capitalismo compassionevole. Presto on line su ecoinformazioni.

Anche per questo ci sembra particolarmente opportuna la scelta de La Feltrinelli di Como che per dialogare con Antonio Castagna, autore di Tutto è monnezza. La mia dipendenza dai rifiuti [Liberaria, 2013, 142 pagg, 10 euro], ha invitato Bruno Magatti, assessore contemporaneamente all’Ambiente e alle Politiche sociali del Comune di Como. L’incontro si svolgerà nella libreria in via C. Cantù 17 a Como venerdì 7 febbraio alle 18 e ci sarà anche ecoinformazioni.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: