Ritratti di città. Urban sceneries

Boccioni, Sera d'aprile, CCL-2256Da Boccioni a De Chirico, da Sironi a Merz a oggi, a cura di Flaminio Gualdoni, a Villa Olmo, in via Cantoni 1 a Como. Inaugurazione venerdì 27 giugno, aperta da martedì a giovedì dalle 15 alle 22 (fino al 31/8), dalle 10 alle 20 (dal 2/9), da venerdì a domenica dalle 10 alle 22, fino al 16 novembre. Ingresso 10 euro, ridotto 8, scuole 5.

 

«Un percorso tra più di sessanta opere, come una passeggiata nel tempo e nello spazio, in una città multiforme che offre scorci e scenari dai primi anni del ‘900 ad oggi, indagando per la prima volta attraverso una mostra, l’incidenza dell’immagine della città moderna tra utopia, mito e realtà, nell’arte italiana del XX Chiesi Perpetuum 12 cm.100x140 2011 olio su lino_0012secolo e del tempo d’oggi – spiega un comunicato sul secondo appuntamento dell’indagine triennale sulla città proposta dal Comune di Como iniziato l’anno scorso con La città nuova. Oltre Sant’Elia –. Ritratti di città offre l’occasione di guardare opere mai viste o raramente esposte, perché provenienti da collezioni private, e un’anteprima realizzata appositamente per l’evento comasco.Opere pittoriche, sculture e fotografie accompagnano il visitatore nella storia dell’arte italiana e della società: dal futurismo di Boccioni, Balla, Depero, passando per la trasognata classicità metafisica di De Chirico, le perplessità poetiche di Sironi per la nuova condizione esistenziale e le astrazioni architettoniche di Soldati e Galli, fino alle avanguardie artistiche (Cavaliere, Merz, Schifano, Tadini, Adami, Rotella…), ai maestri della “architettura dipinta”, come La Pietra, Cantafora, Ico Parisi, Francesco Somaini e ad autori come Fontana, Basilico, Ghirri, Galimberti, grazie ai quali anche la fotografia non è più solo documento, ma interpretazione intellettuale e poetica dei luoghi.L’itinerario si conclude con una documentazione essenziale delle generazioni ultimissime, da Chiesi a Costa, da Guaitamacchi a Presicce e altri giovani artisti che tra pittura e fotografia riprendono con forza il tema della crisi attuale dell’immagine di città». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: