Giorno: 23 Luglio 2014

Zelbio Cult

zelbio cultIncontri d’autore su quell’altro ramo del lago di Como, VII edizione, al Teatro di Zelbio, a curato di Armando Besio, La Repubblica, organizzato dalla Pro Loco e dalla Biblioteca comunale.

 

«Dopo l’apertura con lo storico e critico d’arte Philippe Daverio, il Festival prosegue venerdì 25 luglio con un incontro tra musica e parole con Nazzareno La Rovere, storico chitarrista della band milanese I Profeti, che racconta il rapporto e la collaborazione con la coppia Mogol-Battisti – spiega un comunicato –. L’ex Ministro e leader socialista Claudio Martelli sabato 27 luglio parla della propria avventura personale e politica, partendo dalla recente autobiografia Ricordati di vivere (Bompiani): dalle prime esperienza nei giovani repubblicani milanesi all’ascesa all’interno del Partito socialista, dal sodalizio con Bettino Craxi alla nomina a Ministro di Grazia e Giustizia, fino al crollo della Prima Repubblica, travolta da Tangentopoli. Un’occasione per ripercorrere, attraverso la sua biografia, gli ultimi quarant’anni di storia italiana e discutere la situazione attuale. Mario Botta, architetto di fama mondiale, sabato 9 agosto, presenta il suo ultimo libro Quasi un diario 2003-2013 (Le Lettere): il progettista di opere come la sinagoga di Tel Aviv, la torre Kyobo di Seul, il Mart di Rovereto e la “nuova” Scala racconta gli ultimi dieci anni di carriera e di vita».

 

Gli ospiti:

Venerdì 25 luglio alle 21, Il Tempo dei Profeti;

Sabato 26 luglio alle 21, Claudio Martelli;

Sabato 9 agosto alle 21, Mario Botta;

Lunedì 11 agosto alle 21, I Sulutumana;

Giovedì 14 agosto alle 21, Elena Russo Arman;

Domenica17 agosto alle 21, Jakob Ludwig;

Sabato 30 agosto alle 21, Uliano Lucas;

Sabato 6 settembre alle 21, Elio Fiorucci.

Per informazioni Internet www.zelbiocult.it. [md, ecoinformazioni]

2 mozioni a 5 stelle a Como

villaolmoCeruti ha presentato 2 proposte a Palazzo Cernezzi: Per tutelare i boschi dalle moto; Per maggiore trasparenza sulla gestione dei fondi per Villa Olmo.

 

Due le mozioni presentata dal consigliere comunale comasco pentastellato a Palazzo Cernezzi. Nella prima Luca Ceruti ricorda che: «Martedì 8 luglio 2014 il Consiglio Regionale delle Lombardia ha approvato il Progetto di Legge 124 che ripresenta la possibilità per i Comuni di autorizzare lo svolgimento di manifestazioni che prevedono l’uso di mezzi a motore su sentieri, mulattiere e boschi». Una possibilità di cui: «Sottolinea l’incompatibilità fra escursionismo e motociclismo su terreno comune, che appare un paradosso rispetto agli innumerevoli progetti ed attività, anche in capo a regione Lombardia, per la promozione e per lo sviluppo del turismo dolce, di iniziative che tendano a rilanciare il paesaggio che ci circonda, il che richiedono investimenti modesti ma sono realizzabili solo sulla base di scelte precise e coerenti». Di qui la richiesta al sindaco di «non rilasciare permessi per eventuali iniziative volte in questa direzione sul territorio comunale» (la mozione).

La seconda nasce dallo stanziamento di 5 milioni da parte di Fondazione Cariplo per un progetto di valorizzazione di Villa Olmo che «apre la possibilità di un nuovo futuro pieno d’iniziative in grado di rilanciare non solo la nostra città, ma tutto il territorio lariano, soprattutto con benefici che non si limitano al solo punto di vista turistico, economico e culturale, ma le cui positive ricadute riguarderanno tutta la nostra comunità».

Il consigliere del Movimento 5 stelle chiede «la presentazione del progetto “Villa Olmo” alla popolazione entro il 30 settembre in cui siano presentati i costi e i tempi per la realizzazione» oltre alla «presentazione su come verranno scelte le ditte che interverranno nel lavoro di ristrutturazione della villa, delle serre, dei giardini», con la «creazione di una commissione speciale che vigili e che relazioni trimestralmente al consiglio su: stato di avanzamento dei lavori; stato criticità riscontrate e come s’intende intervenire; dettaglio dei soldi spesi; alla messa online in apposito spazio dei tutto quanto sopra, anche in coerenza al programma elettorale di questa giunta» (la mozione). [md, ecoinformazioni]

Cruyff Court

Firma contratto  Cruyff Court-Borgonovo 2Il primo in Italia a Como intitolato a Stefano Borgonovo. I lavori partiranno a settembre.

 

«È stato firmato questo pomeriggio a Palazzo Cernezzi l’accordo per la realizzazione di un campo di calcio in erba sintetica a Como in via Leoni-via dei Mille – spiega Palazzo Cernezzi –. L’impianto si chiamerà “Cruyff Court Stefano Borgonovo” per richiamare le finalità e gli obiettivi delle due fondazioni, promotrici dell’iniziativa: la Johan Cruyff Foundation e la Fondazione Stefano Borgonovo ed è fortemente sostenuto dalla Uefa. La Johan Cruyff Foundation punta alla promozione di progetti sportivi per ragazzi con disabilità e alla creazione, appunto, di Cruyff Courts, piccoli campi di calcio pubblici, luoghi di incontro dove i principi caratterizzanti sono il rispetto per l’altro, la salute, l’integrazione, lo sviluppo e il giocare insieme».

«I Cruyff Courts sono più di un semplice campo da calcio – spiega lo scritto –. Sono un posto dove i ragazzi imparano il significato di rispetto, responsabilità e integrazione per mezzo dello sport. Imparano a collaborare, fare amicizie, farsi valere per sé e per gli altri, vincere e perdere. Queste esperienze sono essenziali per l’intera loro vita. Il Cruyff Court comasco – un impianto dove si potrà giocare a calcio, ma anche praticare altri sport, e che avrà i colori blu e arancio (quelli della maglia dell’Olanda, la Nazione di Cruyff) – sarà il primo in tutta Italia e seguirà i numerosi esperimenti, più di 180, già avviati in tutto il mondo. La Fondazione Stefano Borgonovo oltre ad avere come obiettivo generale il sostegno alla ricerca sulla sclerosi laterale amiotrofica, la malattia di cui Stefano Borgonovo soffriva e che lo ha portato alla morte un anno fa, promuove e valorizza attività di calcio giovanile».

Firma contratto  Cruyff Court-Borgonovo«Nell’accordo siglato oggi con il Comune di Como, che ha una durata di 10 anni, la Johan Cruyff Foundation e la Fondazione Stefano Borgonovo si impegnano a realizzare il “Cruyff Court Stefano Borgonovo” con oneri economici totalmente a proprio carico, e con il sostegno di Uefa, per un investimento totale di oltre 170 mila euro; una volta realizzato e certificato, il “Cruyff Court Stefano Borgonovo” diventerà di proprietà del Comune di Como, cui spetterà l’onere della manutenzione – si precisa –. Il Comune di Como e la Fondazione Stefano Borgonovo organizzeranno sul “Cruyff Court Stefano Borgonovo” almeno tre principali attività sportive annuali ricorrenti e, in particolare il torneo di calcio Cruyff Court 6 vs 6 Football Tournament, un evento sportivo al femminile e il Cruyff Foundation Community Program che prevede la formazione presso il Johan Cruyff Institute for Sport Studies in Amsterdam di almeno un allenatore Cruyff Foundation (la figura da formare verrà individuata tramite procedure di massima trasparenza e garanzia di pari opportunità). Il Cruyff Foundation Community Program è un progetto che ha come obiettivo un maggior coinvolgimento dei giovani nella comunità e offre a ragazzi/e tra i 14 e i 21 anni l’opportunità di imparare a organizzare attività/eventi sportivi in autonomia e insegna loro come possono dare un contributo positivo all’interno della comunità stessa. Il “Cruyff Court Stefano Borgonovo” rimarrà aperto tutti i mesi dell’anno con i seguenti orari: dall’1 ottobre al 31 marzo dalle ore 8 alle ore 18, dall’1 aprile al 30 settembre dalle ore 8 alle ore 22».

«Fondazione Borgonovo ha ricevuto nel 2012 il premio Uefa Monaco Charity – ha rammentato Chantal Borgonovo, moglie di Stefano Borgonovo –. Nel 2013 il premio è stato assegnato alla Johan Cruyff Foundation e quella è stata l’occasione per conoscerci. Johan Cruyff era il giocatore preferito di Stefano e di lui ha parlato anche nel suo libro. E tra l’altro la scuola calcio che mio marito ha aperto ha proprio i colori arancio e bianco, come tributo alla maglia dell’Olanda. Mi dispiace che all’inaugurazione Stefano non ci sia perché Cruyff per lui è stato davvero un sogno».

«Per Como si tratta di una grande opportunità e basti pensare che in Italia si tratta del primo Cruyff Court che viene realizzato – affermano gli assessori del Comune di Como, Daniela Gerosa e Luigi Cavadini –. Da parte nostra c’è il massimo impegno e attenzione affinchè questa iniziativa diventi un modello positivo». [md, ecoinformazioni]

Ztl temporanea in lungolario Trieste e viale Geno

viale genoA Como dal 25 luglio al 21 settembre il venerdì e il sabato sera, la domenica pomeriggio, ingresso legato alla disponibilità di parcheggi.

 

«Da venerdì 25 luglio e fino a domenica 21 settembre torna la zona a traffico limitato sul lungolago Trieste, nel tratto da piazza Matteotti a piazza De Gasperi, e lungo viale Geno – annuncia il Comune di Como –. Come già sperimentato negli anni passati, l’ingresso delle auto – il venerdì e il sabato sera, dalle 20 alle 24, la domenica e i festivi, dalle 14 alle 24 – sarà subordinato alla disponibilità di parcheggi».

«Per quanto riguarda le tariffe, il venerdì dalle 19 alle 24, il sabato, la domenica e i festivi dalle 8 alle 24 si pagheranno 1 euro per la prima ora e 2 euro ad ogni ora successiva – prosegue la nota –. Il controllo degli accessi e della sosta sarà affidato agli ausiliari della sosta dipendenti di Csu con l’ausilio della polizia locale e delle associazioni di volontari che già collaborano con il Comando. Il transito sarà sempre garantito ai veicoli di soccorso, ai taxi, ai titolari di posto auto privato, ai clienti degli alberghi Marcos e Funicolare e ai residenti muniti di permesso per la sosta nei posti riservati». [md, ecoinformazioni]

Presentate le candidature per gli Abbondini

Abbondino-COP14 nomi saranno vagliati dalla Commissione competente per l’attribuzione dell’onorificenza cittadina comasca.

 

I candidati: «Mario Moretti, 40 anni direzione Coro; Nicola Cioce, volontariato, presidente Como jazz Club, Pro Loco Como: organizzato diversi eventi in città; Società Lechler – Famiglia Manoukian, sede a Como da più 100 anni, premi, promozione; Bruna Lia Masciadri, fondatrice e amministratrice Museo della seta; Giacomo Guarisco, cavaliere, attività protezione civile e filantropiche; Associazione OSHa Asp, orientamento sportivo Handicappati – Associazione sportiva paraplegici; Gabriella Baracchi, benemerita scienze, lettere, arti; Patrizia Zerbi, meriti campo lettere e arti, fonda e dirige casa editrice Carthusia, eccellenza italiana e europea; Raffaele Gregorio, solidarietà, accoglienza, generosità, che ha dedicato la vita agli altri in Aism e altre associazioni e attività; Lavoratori Cà d’industria, impegno in difesa tutela anziani contro esternalizzazione servizio mensa; Luigi Nessi, a disposizione e al servizio della comunità; Anna Spazzi (alla memoria), insegnante attiva nella scuola, integrazione stanieri, intellettuale, attività solidaristiche e filantropiche; Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta – Cisom – Gruppo di Como, abnegazione, esempio, generosità , lealtà nelle azioni di protezione civile; Natale Gagliardi, riconoscenza per attività di giornalista e scrittore su vita di Como». [md, ecoinformazioni]

30 luglio/ Letti di notte

letti di notteSerata con la compagnia teatrale delle Castelmarziane, «per una lettura recitata di una serie di brani tratti da L’anno delle lepre» di Arto Paasilinna, intercalati da musiche originali finlandesi, mercoledì 30 luglio alle 21.30 alla Libreria di via Volta a Erba. Per informazioni tel. 031.3355128, e-mail viavolta28@tin.it, Internet http://lalibreriadiviavolta.blogspot.com.

L’Irpef passa/ Sel: mediazione accettabile

sel-genericoMarco Lorenzini, coordinatore provinciale comasco di Sel, saluta positivamente l’approvazione delle addizionali Irpef a Como che è avvenuta poco prima delle 9 di mercoledì 23 luglio dopo 12 ore di seduta del Consiglio comunale a oltranza. Per Sel la «mediazione ottenuta salva un quarto dei 48 mila contribuenti» ed  è accettabile. Leggi nel seguito il comunicato stampa di Sel. (altro…)

24 luglio/ Parolario 2014

parolario 2014Presentazione pubblica giovedì 24 luglio alle 11 a Villa Gallia, in via Borgovico 148 a Como, con Cristina Cappellini, assessora alle Culture, identità e autonomie di Regione Lombardia, Glauco Peverelli e Alessio Brunialti per Parolario, Gian Paolo Serino per Satisfiction, ospite d’onore Alain Mességué, seguirà brindisi a cura di Mirtilla Bio.

 

L’evento culturale comasco si terrà dal 29 agosto al 6 settembre a Villa Gallia, Villa Grumello, Villa Sucota, Hangar a Como ed è organizzato dall’Associazione culturale Parolario, 
con il patrocinio di 
Ministero per i beni e delle attività culturali e del turismo, Expo 2015 e Regione Lombardia, con il patrocinio e il sostegno finanziario di
Provincia di Como, Camera di commercio di Como,SistemaComo 2015,Comune di Como, Unindustria Como, Asf Autolinee, la collaborazione di Villa del Grumello, Fondazione Antonio Ratti e Aeroclub di Como, e il contributo di sponsor privati e la collaborazione di enti e associazioni.

Per informazioni e-mail info@parolario.it, Internet www.parolario.it. [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: