7 novembre/ lavoro e protezione, quali scenari

image001L’Auser di Como organizza un incontro con Guglielmo Giumelli, sociologo del diritto all’Università Bicocca di Milano e autore del saggio Lavoro e protezione, quali scenari. Interverranno Diego Minonzio (direttore de La Provincia) e Gianfranco Garganigo (presidente provinciale Auser). Appuntamento venerdì 7 novembre alle ore 17.30 in via Castellini 19, alla sede dell’associazione

«

La lunga storia del lavoro che attraversa epoche e culture rende evidente come, insieme all’idea stessa del lavoro, evolva il senso di appartenenza alla comunità e la consapevolezza dei diritti delle persone. Il lavoro come cartina tornasole del modo in cui una società pensa sé stessa: questo emerge dall’ultimo saggio di Gugliemo Giumelli “Lavoro e protezione. Quali scenari”.

Ripercorrere la storia del lavoro permette di riconoscere con lucidità l’attuale fine del lavoro come inteso dalla società industriale e l’aprirsi di nuove possibilità e scelte. Sembra destinato a svanire il posto di lavoro che ha garantito per lungo tempo salario e protezione e prevalere la precarizzazione. Ma – e pare un ricorso della storia – l’esclusione dal lavoro di una parte consistente di persone, la richiesta di mobilità e flessibilità, riducono il senso di appartenenza ad una comunità e rendono fragile la coesione sociale.

Ci si vuole interrogare su quale possa essere la soglia di tolleranza di invalidazione sociale in una società democratica, come si possano rimettere in gioco socialmente fasce di popolazione invalidate e battere la disaffezione.

Si chiede un confronto sul principio per cui la solidarietà è la base del patto sociale che include tutti perché nessuno è inutile. È l’idea stessa del lavoro che va rifondata perché possa comprendere tutti nella misura in cui ognuno può e deve dare». [Andrea Quadroni, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: