Cittadella della salute: intervenga Lucini

cittadellasaluteIl Comitato per la riqualificazione dell’area del vecchio Sant’Anna si dichiara soddisfatto per il percorso già compiuto e valuta positivi gli ultimi passi compiuti. Tutti sembrano concordi nel realizzare l’agognata Cittadella della salute, ma è necessario uscire dallo stallo di un unanimismo che potrebbe essere anche statico. Per dare slancio all’iniziativa il Comitato chiede l’intervento di Mario Lucini: «Ha la responsabilità della salute dei cittadini, si attivi per avviare i tavoli di discussione». Leggi il testo del comunicato.

«Il Comitato Cittadella della salute, che si è costituito per la riqualificazione dell’area ex ospedale Sant’Anna, ha incontrato la Presidente dell’Amministrazione Provinciale Rita Livio il giorno 4 marzo e ha riscontrato interesse e disponibilità a collaborare alla realizzazione dell’accordo di programma, del quale questa istituzione è firmataria. Giovedì 5 marzo si è svolta la prima tavola rotonda sulle “Prospettive socio sanitarie”, delle tre che abbiamo in programma; la sala della biblioteca medica piena di operatori del settore socio-sanitario e i numerosi interventi ci fanno ben sperare anche sull’attenzione del mondo politico. Al dibattito televisivo organizzato da TV Espansione il giorno 6 marzo, l’assessore Lorenzo Spallino e il direttore generale dell’azienda ospedaliera Sant’Anna Marco Onofri hanno pubblicamente dichiarato la loro disponibilità a non attendere la riforma sanitaria regionale, per continuare ad applicare l’accordo di programma. Alla nostra proposta di mettersi intorno ad un tavolo e discutere la possibilità di firmare convenzioni specifiche previste dall’accordo di programma (sugli aspetti ambientali, sul lavoro sociale, sugli aspetti formativi, sulle modalità di lavoro multidisciplinari) tutti hanno dichiarato la loro volontà politica a proseguire su questa strada. A questo punto la situazione di stallo crediamo possa essere superata, ma bisogna che un soggetto prenda l’iniziativa politica perché non basta una generica attenzione. Noi proponiamo che il sindaco di Como, che ha la responsabilità della salute dei cittadini, si attivi per avviare i tavoli di discussione». [Comitato Cittadella della salute]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: