Consolidato il tondello della diga foranea

gettata tondelloI lavori di allargamento della parte terminale della diga, per la posa del monumento a Volta, hanno portato alla luce delle lesioni alla struttura ora sanate.

 

L’opera di allargamento del tondello della diga foranea di Como «hanno evidenziato le gravi condizioni – prima nascoste dalla pavimentazione e quindi non immediatamente percepibili – in cui si trovava fino a oggi la struttura – spiega un comunicato, che precisa –. la parte di innesto tra la diga e il tondello risulta chiaramente fratturata. Condizione che ha portato il tondello stesso a subire due danni distinti. In primo luogo la struttura negli ultimi anni è progressivamente scivolata verso l’acqua, poi, contemporaneamente, si è abbassata di circa 50 centimetri».

«La spaccatura, con ogni probabilità, è stata causata dall’incidente occorso alcuni anni fa alla motonave Orione che, urtando la parte terminale della passeggiata, ne ha provocato il disassamento dalla diga – prosegue la nota –. Nell’ambito dell’operazione di ricostruzione del tondello, l’innesto dei dieci micropali ha permesso di stabilizzare l’effetto scivolamento evitando rischi futuri» e martedì 28 aprile «È stata effettuata la prima gettata di calcestruzzo necessaria a riportare in bolla (quindi a rialzare) il tondello a livello della passeggiata e che costituirà la base dell’allargamento dell’area». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: