Prc/ Non si tocchi il Bersagliere

logo prcCon un comunicato, il circolo Prc del territorio canturino, esprime il proprio dissenso, sulla possibilità che il comune di Cantù vieti l’utilizzo a partiti ed associazioni dell’area feste del parco del Bersagliere, storico luogo cittadino.

«E così, dopo quasi settant’anni, l’Amministrazione Comunale di Cantù vuole chiudere l’area del Bersagliere, dove ogni anno si svolgono numerose feste, tra cui quella dell’Unità, che, fra l’altro, richiama moltissime persone non solo della città, ma anche dai comuni limitrofi e dalla provincia. Si vuole chiudere una festa non solo di partito, ma una festa, che nell’arco di tanti decenni ha svolto anche una funzione di aggregazione, di comunicazione, una funzione al servizio della vita culturale canturina e non solo. Si vuole chiudere per decisione di un Sindaco, che non ha esitato a concedere spazi a formazioni neofasciste e xenofobe e che ora vuole chiudere uno spazio destinato al contrario alla solidarietà, all’amicizia e ai valori che rappresentano il meglio della comunità cittadina e del territorio. Con la chiusura di questi spazi, caro Sindaco, non si colpisce solo il Pd locale, ma anche Cantù e i canturini perbene, che donano il proprio tempo libero agli altri, si rovina la memoria storica di Cantù e si viola soprattutto la democrazia. Noi del Prc-Sinistra Europea ci auguriamo che il Sindaco cambi idea, perchè, dopo il sì ai fascisti, dire no ai democratici ci sembra di cattivo gusto.» [Ruggero Arnaboldi, circolo Prc Bassa Brianza “A.Natta”]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: