Giorno: 7 Maggio 2017

Letture migranti

Como senza frontiere, Rete della conoscenza e Studenti senza frontiere chiedono libri in inglese, francese e tedesco per donarli ai ragazzi e alle ragazze in transito nel campo di via Teodolinda a Como. I libri possono essere consegnati a Como in orario di ufficio alle Acli in via Brambilla 35, allo Spi Cgil in via Italia libera 15, al Prc in via Lissi 8 e negli orari di programmazione allo Spazio Gloria del circolo Arci Xanadù in via Varesina 72.  Molti anche i punti di raccolta a scuola:  Cias, Collegio Gallio, Caio Plinio, Carcano, Ciceri, Giovio, Volta e al terragni di Cantù. (altro…)

Cinegiornale ecoinformazioni/ Noi, i neri/ No rogo/ Morire al Cairo/ Imed Soldani

Anticipiamo l’edizione di lunedì 8 maggio del Cinegiornale ecoinformazioni. In questa edizione curata da Andrea Rosso il trailer del film Noi, i neri in programma allo Spazio Gloria il 17 maggio, No rogo del 10 maggio alla Biblioteca di Como,  Morire al Cairo del 16 maggio allo Spazio Parini ela quindicesima Marcia per i desaparecidos del 12 maggio in piazza San Fedele con l’incontro con Imed Soldani. 

Serata in musica al Nerolidio contro la cfs

DSCN2888.JPG


La sera di sabato 6 maggio, lo spazio Nerolidio Music Factory di Como (via Sant’Abbondio, 7) ha ospitato il Concerto benefico organizzato dalla onlus Amcfs (associazione malati di cfs) per destare consapevolezza sull’encefalomielite mialgica, malattia “comunemente” nota come chronic fatigue syndrome o sindrome da stanchezza cronica. Le virgolette qui sono d’obbligo, perché la cfs rimane, ad oggi, pochissimo conosciuta: dai pazienti, i cui sintomi sono perlopiù “invisibili” o ricondotti ad altre patologie, dai medici, che spesso possono intervenire solo sul controllo dei sintomi (un quadro diagnostico completo fu definito soltanto nel 1994), dalla ricerca, che ancora fatica a determinarne le cause e debellare la malattia al suo insorgere, sviluppando una terapia mirata.
Chi deve affrontare questa sindrome è ben consapevole dei suoi aspetti più sgradevoli e debilitanti, tra questi la sua invisibilità sociale. «si tende spesso a associare la cfs alla depressione o perfino a un’estrema pigrizia», ha affermato Roberta Beretta, presidente dell’associazione, portando sul palco la storia di una persona che convive con la cfs da ormai dieci anni. I fondi raccolti nel corso della serata, a cui hanno partecipato circa ottanta spettatori e spettatrici,  saranno infatti devoluti alla ricerca su questa rara sindrome.

DSCN2668.JPG
Una foto di Roberta Beretta, presidente di Aimcfs.

Improbably Lovable Combo, ZuiN, Dilo, Amandla, Mario Bargna, Sara Velardo si sono esibiti sul palco tra le 21 e mezzanotte nel corso della serata, presentata da Alessio Brunialti, giornalista de La Provincia.  Gli artisti portavano appuntato sul petto il nastrino blu che è simbolo internazionale della lotta alla cfs. Il concerto ha infatti preceduto di poco il 12 maggio, giornata internazionale del malato di cfs. Gli Amandla in particolare – quartetto rock comasco composto da Alberto Zerbi (batteria), Gabriele Franchi (voce e chitarra), Nicolas Ardino (chitarra) e Riccardo Porta (basso) – sono stati, insieme a Nerolidio, diretti promotori dell’iniziativa, sponsorizzata da Agrocarni società agricola, At home Como, Bagnocomodo, Bagno Comfort Sagl, Eco del Mare e Premier bagno, con il patrocinio di Azienda socio sanitaria lariana e l’ordine dei medici di Como.

Beretta e diversi partecipanti tra artisti e pubblico condividono della serata un’impressione molto positiva, a livello artistico e soprattutto per l’interesse e per il coinvolgimento dimostrati. Certamente, l’augurio è che la ricerca sulla cfs possa avanzare con successo, portando in un futuro non lontano a una maggior consapevolezza condivisa della malattia e allo sviluppo di rimedi efficaci. [Alida Franchi, ecoinformazioni]

Guarda tutte le foto della serata

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: