Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

“Casa dei pescatori” di Pusiano: la voce delle associazioni ambientaliste

pescatori_com-e_2018Il Circolo Ambiente Ilaria Alpi con Canoa Club Bosisio chiedono agli enti locali di costituirsi parte civile al processo sulla demolizione abusiva della “Casa dei pescatori” e auspicano che la magistratura dia una condanna economica utile per opere di compensazione su tutto il Lago di Pusiano, colpito sul lato Storico Paesaggistico. 

Di seguito l’intero comunicato:                                                                                                   «Il Comune di Pusiano e il Parco Valle Lambro si devono costituire parte civile al processo sulla demolizione della Casa dei Pescatori di Pusiano!». Questa la richiesta esplicita che le associazioni Circolo Ambiente Ilaria Alpi e Canoa Club Bosisio rivolgono agli Enti locali, in vista dell’apertura del processo contro gli esecutori dell’abbattimento dell’antico edificio, demolito abusivamente nel 2015. Le associazioni auspicano che la Magistratura imponga anche una condanna economica esemplare, ovvero richieda il pagamento di somme che potrebbero essere utilizzate anche per opere di compensazione su tutto il lago di Pusiano, colpito dal punto di vista storico-paesaggistico. Rispetto alla possibile ricostruzione dell’edificio, nel parere espresso dalla Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio (ripreso anche nel parere del Parco Valle Lambro) si afferma che è «fatta salva la ammissibilità dell’intervento ai sensi della normativa urbanistica vigente nel comune di Pusiano che, per la zona oggetto di intervento, parrebbe non prevedere interventi di ricostruzione». Occorre pertanto valutare approfonditamente se e come la ricostruzione risulti consentita dal Pgt del comune di Pusiano. E, in ogni caso, secondo le associazioni ambientaliste si deve attendere la sentenza del processo giudiziario riguardante la demolizione dello storico edificio. Trattandosi di un’ipotesi di illecito, in questi casi è giusto lasciare per prima la parola alla Magistratura. Solo dopo si potranno decidere altre azioni da intraprendere sul piano amministrativo. [Circolo Ambiente Ilaria Alpi, Canoa Club Bosisio]

 

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 agosto 2018 da in Ambiente, arte, associazionismo, Comunicati stampa, Cultura, storia.

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: