Cigl, Cisl e Uil/ Subito un nuovo dirigente per i servizi sociali del Comune di Como

Che dal primo luglio l’attuale dirigente dei servizi sociali comaschi lasci la propria scrivania veleggiando verso altri compiti sembra ragionevolmente nell’ordine delle cose; il fatto che il suo posto non sia stato debitamente sostituito con una nuova figura, un po’ meno; il momento storico, la pressione burocratica e l’afflusso di richieste di servizi – situazione insieme critica e delicata – rendono la mancata (per ora) designazione di una persona esperta che prenda le redini del settore necessaria e tempestiva, come denunciano i sindacati uniti.

«Le segreterie della Funzione Pubblica di Cgil, Cisl e Uil denunciano la situazione del Comune di Como in particolare rispetto al settore servizi sociali.
E’ arrivata la notizia in questi giorni che il Dirigente dei Servizi Sociali dal 1/7/2020 è stato autorizzato ad un “comando presso altro ente”, con la naturale conseguenza di lasciare i servizi sociali e non solo “scoperti” e senza un Dirigente di riferimento.
Ad oggi nessuna comunicazione è stata fatta al personale ed alle OO.SS./RSU in merito alla sostituzione e questo avviene in un periodo in cui il settore è maggiormente caricato di procedure e deve dare risposte rapide e puntuali alla cittadinanza anche a fronte delle incombenze e sussidi riconosciuti dalla normativa da COVID – 19.
L’emergenza per molti cittadini e lavoratori non è terminata e la presenza di un Dirigente esperto nel Settore è assolutamente necessaria e di primaria importanza, per questo, chiediamo all’Amministrazione di individuare una figura che abbia conoscenze e competenze specifiche e che sia in grado di garantire un servizio di qualità.
Chiediamo inoltre all’Assessore di riferimento di assumersi la responsabilità della sostituzione dell’Avv. Ragadali e che questa diventi la priorità su cui lavorare mettendo in atto tutte le azioni possibili affinché il Settore non versi nell’incertezza.
Anche altri settori si sono visti assegnare Dirigenti a scavalco poi diventati definitivi.
Inoltre altri Dirigenti nel corso degli anni non sono stati sostituiti a seguito di trasferimento o pensionamenti chiediamo all’Amministrazione una condivisione del percorso di riorganizzazione interna e l’avvio immediato delle procedure per il reperimento di un Dirigente con le caratteristiche adeguate alla gestione del Settore». [Alessandra Ghirotti, Fp Cgil; Gesuele Bellini, Cisl Fp; Vincenzo Falanga, Uil Fpl]

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: