8 febbraio/ Diritti e salute

Si terrà lunedì 8 febbraio, dalle ore 18 alle ore 20, un incontro dal titolo Malattie virali, lebbre, disabilità: la salute del mondo passa dalla difesa dei più fragili. L’incontro è organizzato dall’Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau (Aifo), insieme ai rappresentanti di Segretariato Italiano Studenti in Medicina (Sism) e de La Gioventù Francescana (Gifra). Sarà possibile partecipare cliccando qui.

«I determinanti della salute sono i fattori che incidono sullo stato di salute di una comunità o di una popolazione e, più specificamente, di una persona, ed hanno quindi una rilevante relazione con le politiche sanitarie di una nazione ed in particolare con le misure di prevenzione da adottare. Riguardano quindi le nostre condizioni di vita economiche e sociali, il lavoro, i servizi sanitari, la nostra cultura e l’ambiente nel quale viviamo, tutti visti nella loro relazione con la nostra salute.

Le disuguaglianze nella salute hanno origine dalle condizioni sociali in cui le persone nascono, crescono, vivono, lavorano e invecchiano e, di conseguenza, intervenire su queste condizioni influenza, positivamente o negativamente, quel diritto umano fondamentale che è la salute.

I determinanti sociali sono fondamentali per chi, come AIFO attraverso i suoi progetti socio-sanitari, lavora contro le disuguaglianze di salute, per reindirizzare i sistemi sanitari verso la riduzione delle differenze ed a favore della medicina di vicinanza e territoriale, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’Agenda 2030, e per la promozione di politiche in grado di modificarli positivamente.

Ricordiamo inoltre che, con la Dichiarazione di Rio de Janeiro sui Determinati Sociali della Salute, del 2011, Capi di Governo, Ministri e rappresentanti governativi, riconoscono la necessità di avere politiche che garantiscano sia lo sviluppo sostenibile sia l’equità nella salute, attraverso l’intervento sui determinanti sociali, e raccomandano che l’approccio basato sui determinanti sociali sia alla base del processo di riforma dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.» Associazione Italiana Amici di Raoul Follereau (aifo). [Martina Toppi, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: