Luigi Nessi/ Aula bunker sempre più lontana dai cittadini

Una riflessione di Luigi Nessi sulle intenzioni delle istituzioni, chiare e leggibili nella delibera approvata dalla giunta comunale che progetta lo spostamento lì degli uffici della Motorizzazione, tagliando le gambe a qualsiasi altro progetto di integrazione, magari volto a riavvicinare chi sconta una pena nel vicino carcere con la società.

«Leggo su un quotidiano locale che gli uffici della Motorizzazione lasceranno via Tentorio e andranno a occupare, trasferendosi, l’aula bunker a fianco del carcere del Bassone. Questa delibera, presentata e approvata in giunta Comunale, ora farà l’iter della commissione urbanistica e poi andrà in consiglio comunale per essere votata.
Penso che questa sia una scelta che escluda ancora il carcere del Bassone dalla città, lo renda ancora di più lontano. Questa costruzione fatta nel 1985 per i processi di mafia, costata a tutti noi un mucchio di milioni, usata forse una sola volta, poteva essere reimpiegata in molti modi: vicino al Carcere, poteva diventare luogo di laboratori, di creazione di lavoro per chi sta scontando una pena; poteva diventare un luogo di studio e di integrazione in grado di coinvolgere tutta la nostra città. Si poteva creare un luogo di accoglienza per chi deve lasciare l’istituto penitenziario e non ha immediatamente dove vivere. Molte idee e molte proposte potevano essere condivise sia con il Ministero di Grazia e Giustizia, sia con il volontariato che da anni collabora e fa un po’ vivere, in tanti modi, quella struttura carceraria.
Una scelta, quella di dare gli spazi dell’aula bunker alla Motorizzazione, che esclude proposte di recupero e di integrazione, secondo me contraria agli articoli della nostra Costituzione, alla bellezza della legge Gozzini, che piuttosto dicono che si deve tendere alla rieducazione del condannato, con tutte quelle idee di reinserimento dei detenuti che tanta società civile propone da anni». [Luigi Nessi, ecoinformazioni

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: