Braga (Pd)/ Dal ministro Speraanza istruttoria su riforma sanità lombarda

Riforma sanità Lombardia, Braga (Pd): «Dal ministro Speranza istruttoria celere su riforma sanità lombarda».

«Dal ministro Speranza l’impegno a una rigorosa e celere istruttoria sulla congruità della legge regionale socio-sanitaria lombarda approvata lo scorso dicembre 2021 rispetto alle indicazioni prescrittive, oltre alle raccomandazioni richieste da Agenas – Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali -, che dovevano essere recepite nella riforma della Legge 23 del 2015». Lo fa sapere in una nota la deputata lombarda Chiara Braga, prima firmataria insieme alla collega Elena Carnevali, di un’interrogazione volta a chiarire la conformità delle scelte adottate da Regione Lombardia nella recente riforma sanitaria lombarda.

«Non è sufficiente – chiarisce la deputata dem – aver recepito i contenuti del Pnrr per l’attuazione delle Case di comunità, degli ospedali di comunità e per il rafforzamento dell’Assistenza domiciliare integrata. Occorre una verifica approfondita e puntuale dell’impianto del modello organizzativo della riforma rispetto alla Legge 502/92, come peraltro richiesto dal Agenas, a tutela e garanzia dei cittadini lombardi».

«Abbiamo posto con forza – conclude Braga – la questione al Ministero della Salute, anche alla luce dei sempre più frequenti e snervanti disagi, ai quali si aggiunge l’esasperante sensazione di abbandono, che i cittadini comaschi sono costretti a subire in questa quarta ondata della pandemia, a causa delle evidenti criticità di governance e di erogazione dei servizi sanitari da parte dell’Agenzie di tutela della salute del territorio che sono state denunciate con durezza da molti sindaci e amministratori locali della nostra provincia».

Qui il testo dell’interrogazione e qui la risposta del Ministro della Salute

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: