Erri De Luca

18 aprile/ Arciwebtv/ Erri De Luca/ Preghiera laica

Dalle 18/ Chiudiamo il palinsesto di oggi con la preghiera laica di Erri De Luca, pronunciata ad aprile del 2015 e, purtroppo, ancora di grande attualità. Per non dimenticarci dei morti in mare e delle ingiustizie che, anche in questo preciso istante, i migranti stanno subendo. Leggi il testo su ecoinformazioni.

Gli altri programmi del 18 aprile.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

Chiavacci/ Erri De Luca assolto. Ha vinto la libertà di espressione

erri-copFrancesca Chiavacci, presidente nazionale Arci, esprime la gioia dell’associzione per l’assoluzione dello scrittore Erri De Luca, accusato di istigazione a delenquire per aver detto «la Tav va sabotata».

«Parafrasando Bertolt Brecht, si potrebbe dire “C’è un giudice in quel di Torino”. Come avevamo auspicato,  il processo a Erri De Luca per le sue libere dichiarazioni contro la Tav si è concluso con un’assoluzione perché il fatto non costituisce reato. La libertà d’espressione, tutelata dall’articolo 21 della nostra Costituzione, è stata così pienamente ristabilita e riaffermata. Con grande coerenza Erri De Luca aveva rinunciato a presentare istanza di incostituzionalità nei confronti del capo d’accusa perché, come egli stesso ha dichiarato nel corso del processo, «ciò che è costituzionale si misura al pianoterra della società». Non solo, ma ha ribadito il suo punto di vista contrario alla Tav, ricordando che «sabotare è un verbo nobile e democratico pronunciato e praticato da Gandhi e Mandela con enormi risultati politici». Il tentativo di impedire che autorevoli intellettuali, non solo semplici cittadini,  possano esprimersi liberamente in senso contrario alle volontà del potere politico ed economico è stato quindi respinto. La solidarietà del mondo della cultura nei confronti di Erri De Luca – come aveva già rilevato Roberto Saviano – non è stata certo all’altezza, ma ognuno si  assume la propria responsabilità. Da parte nostra, e di questo siamo fieri, il sostegno allo scrittore non è mai venuto a mancare fin dal primo momento. La sua assoluzione è una vittoria per tutti, oltre che per il movimento NoTav.  Una vittoria della libertà di pensiero e di espressione. Una vittoria per chi pensa che i problemi della nostra economia e del nostro territorio debbano e possano trovare soluzioni diverse e alternative a quelle delle grandi opere, i cui costi ambientali e sociali, oltre che economici, sono assolutamente superiori ai presunti vantaggi presenti e  futuri.» [Francesca Chiavacci]

L’Arci sta con Erri

erri-cop«La richiesta del Pm Rinaudo a 8 mesi di reclusione nel processo a carico dello scrittore Erri De Luca accusato di “istigazione a delinquere” per aver dichiarato che “sabotare la Torino-Lione  è giusto” ha davvero dell’incredibile. E’ ormai evidente che il processo alla scrittore assumerà un valore emblematico, qualunque sia la sentenza, per la possibilità e la libertà di espressione nel nostro paese. E stupisce il silenzio degli intellettuali, salvo qualche rara eccezione,  di fronte alle richieste del Pm, perché, come ha detto Erri De Luca, “per uno scrittore il reato d’opinione è un onore” . In ogni caso, come ci ha insegnato Pier Paolo Pasolini, l’opinione di uno scrittore, quando vale, è sempre controcorrente e quindi certamente scomoda, ma perseguirla attraverso la legge non è altro che censura. L’Arci si augura quindi che Erri De Luca sia assolto con formula piena e venga così confermato il diritto alla libertà di espressione nel nostro paese.» [Arci Nazionale]

Poesia/ Erri de Luca/ Preghiera laica

erri-copRiprendiamo dalla rete, in occasione delle manifestazioni contro le stragi nel Mediterraneo, la Preghiera laica di Erri de Luca.

Mare nostro, che non sei nei cieli
e abbracci i confini dell’ isola e del mondo. 
Sia benedetto il tuo sale, 
sia benedetto il tuo fondale.

Accogli le gremite imbarcazioni senza una strada sopra le tue onde,
i pescatori usciti nella notte,
le loro reti tra le tue creature
che tornano al mattino 
con la pesca dei naufraghi salvati.

Mare nostro che non sei nei cieli, 
all’alba sei colore del frumento, 
al tramonto dell’uva e di vendemmia.
Ti abbiamo seminato di annegati 
più di qualunque età delle tempeste.

Mare nostro che non sei nei cieli
tu sei più giusto della terra ferma.
Pure quando sollevi onde a muraglia
e poi le abbassi a tappeto

Custodisci le vite, le visite cadute come foglie sul viale.
Fai da autunno per loro.
Da carezza, da abbraccio, da bacio in fronte
di madre e padre prima di partire.

[Erri de Luca]

L’Arci aderisce alla campagna #IoStoConErri

erriL’Arci aderisce alla campagna #IoStoConErri, convinta che il processo che si apre oggi a Torino contro Erri De Luca, accusato addirittura di “istigazione a delinquere” per le sue dichiarazioni sulla resistenza al proseguimento dei lavori per la linea Tav Torino Lione, dimostri amaramente che il diritto e la libertà di espressione del proprio pensiero non è solamente una questione fra noi e certo fondamentalismo fanatico di ispirazione islamica, ma si pone anche all’interno dei nostri confini. Stabilire un meccanico rapporto tra opinioni espresse e atti considerati illegali riporta alla memoria i teoremi giudiziari che generarono l’ondata di arresti del 7 aprile del 1979. Oltretutto contraddice una recente sentenza che esclude che l’attivismo anti Tav possa essere considerato alla stregua di terrorismo contro lo Stato. Malgrado questo, il movimento NoTav è stato oggetto di pesanti condanne proprio in questi giorni, a dimostrazione di un atteggiamento quantomeno altalenante della Magistratura, con una propensione però alla repressione pura e semplice. Ha quindi ragione Erri De Luca a dire che è pronto a reiterare il presunto reato, se tale verrà considerato. E noi siamo pronti a sostenerlo. Tutte le evidenze, perfino quelle contabili, dimostrano che il movimento della Val di Susa che si oppone alla Tav ha sempre avuto ragione. La tratta di alta velocità Lione Torino è distruttiva dell’ambiente, costosissima e priva di interesse economico visto il mutamento della situazione. Qualunque governo serio avrebbe il dovere di voltare pagina su quel progetto. Così come del resto sta accadendo in altri paesi europei. [Arci Nazionale]

4 giugno/ Lettura in solidarietà per Erri De Luca

ErriDeLuca_4giugnoMercoledì 4 giugno alle 18 in tutta Italia daremo voce a un brano di Erri De Luca – spiega un comunicato –. Il 5 giugno è fissata la data del processo a carico dello scrittore Erri De Luca, accusato di “istigazione a delinquere”. Non si può accusare un uomo per le sue opinioni, specialmente, quando svolge la professione di scrittore. Noi lettori e amici di Erri De Luca organizziamo quindi la più pacifica delle manifestazioni contro il reato di opinione. A La Feltrinelli Como [in via Cesare Cantù 17] abbiamo scelto di leggere Il contrario di uno. Per informazioni 031.278109, e-mail como@lafeltrinelli.it.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: