M5S Como

Cinque stelle tutto fatto

La lista del Movimento cinque stelle che propone Fabio Aleotti sindaco di Como ha già fatto tutto. Ricevuto l’ok da Beppe Grillo che ha l’ultima parola sulle candidature, ha presentato il primo aprile all’Hotel Metropole Suisse [molto lussuoso, ma appena **** stelle però, una in meno del giusto] programma, candidati/ e e lanciato una sorta di concorso  per assessori nella giunta Aleotti che si formerà se vinceranno le lezioni dell’11 giugno a Como. Il programma illustra il metodo di lavoro, elenca le proposte   e le idee 5 stelle su 14 campi dell’amministare:  dall’energia allo sport, dal turismo alla sicurezza. Tra le iniziative anche di autofinaziamento una gara di pasticceria. Tutte le informazioni sul sito.

Immigrazione 5 stelle

Luca Ceruti, portavoce e Consigliere comunale del M5s a Como, chiarisce la posizione dei cinque stelle sul contesto generale del tema migranti. Il documento non esamina la situazione a Como, ma fornisce importanti e in parte innovative prese di posizione riguardanti il superamento delle Convenzioni di Dublino, il contrasto alla tratta dei migranti, la lotta al migrabusiness nei finanziamenti all’accoglienza, il tema della distribuzione degli aiuti tra migranti e autoctoni al centro della violenta campagna razzista della Lega, Frontex. Leggi il documento.

11 febbraio/ Le primarie del M5s

comovimento2017_-1Il M5s comasco che è stato rappresentato a Palazzo Cernezzi da Luca Ceruti si prepara alla nuova consultazione e seleziona con il consueto metodo le persone da inserire nelle sue liste. Le “comunarie” si svolgeranno l’11 febbraio. Leggi il comunicato del M5s.

Fondi diretti della Ue un’opportunità anche per il non profit

250915 fondi europei

L’incontro, introdotto dall’eurodeputato M5s Marco Valli attraverso una panoramica sulla natura dei fondi europei, diretti e indiretti, ha illustrato le potenzialità, le problematiche e le buone pratiche legate ai bandi europei per lo viluppo e la valorizzazione del territorio, sia dal punto di vista delle piccole e medie imprese sia da quello delle associazioni.

(altro…)

M5s alla Marcia scalza

marciascalzaL’adesione del M5s di Como alla Marcia delle donne e degli uomini scalzi è stata per molti una piacevole sorpresa che mette in luce come il pensiero del leader supremo Grillo non abbia più la forza di condizionare l’azione politica di tutti gli attivisti.

Abbiamo chiesto a Luca Ceruti di illustrarci i motivi della scelta coraggiosa del movimento comasco. La risposta del consigliere M5s è stata pronta e rappresenta un pensiero condiviso con gli attivisti del M5s di Como e non solo. In essa il consigliere nega l’esistenza di fratture tra esponenti locali e nazionali. (altro…)

Prelievo del 20 per cento/ Il ministero blocca

como a 5 stellePer il M5s i frontalieri: «In Svizzera chiamati “topi”, in Italia trattati come polli da spennare». Ma il Ministero dell’economia chiarisce con una nota che il prelievo è bloccato. 

«È entrato in vigore il primo febbraio il provvedimento che prevede il prelievo del 20 per cento dai bonifici provenienti dall’estero ed indirizzati a conti correnti italiani – ricorda il Movimento 5 stelle comasco –.
Adusbef e Federconsumatori insorgono contro questa misura – legge 97/2013, un regalo del governo Letta – applicabile anche ad esempio a donazioni (il parente all’estero che aiuta la famiglia) o restituzione di prestiti! Escluso da questa trattenuta è il reddito da lavoro e quindi ci si potrebbe aspettare che questa norma non vada a colpire i frontalieri.
Ma ecco la prima stortura: spetta al frontaliere l’onere di comunicare alla banca che i bonifici in entrata sul proprio conto corrente sono derivanti da lavoro estero… come a dire “sei colpevole fino a quando non dimostri il contrario”.
La seconda stortura è data dalla tempistica all’italiana: le banche sono obbligate dal primo febbraio ad effettuare questa trattenuta, ma non sono ancora preparate a ricevere e valutare le autocertificazioni dei frontalieri che vengono richieste su moduli forniti dalla banca stessa ma non ancora disponibili!»

«Nel frattempo il prelievo va in ogni caso effettuato ed il contribuente dovrà poi richiedere la restituzione dell’imposta non dovuta – denunciano –.
Il frontaliere che lavora all’estero ma vive, consuma in Italia e partecipa attivamente all’economia italiana si trova quindi a percepire una parte di stipendio in liquidità ed un’altra parte in crediti dallo Stato… e tanti auguri!»

Una situazione segnalata in Regione e in Parlamento dai pentastellati per: «Un problema urgente che può costituire un vero e proprio furto ai danni dei frontalieri con conseguenze non irrilevanti all’economia locale». [md, ecoinformazioni]

ecoinformazioni on air/ Testamento biologico

logo ecopopIl servizio del 4 febbraio di Michele Donegana per Radio Popolare. Ascolta il servizio.  Passa la mozione per il testamento biologico a Palazzo Cernezzi. La proposta del Movimento 5 stelle per un registro, con iscrizione gratuita, dei testamenti biologici è stata approvata nella seduta di lunedì 3 febbraio. La Giunta Lucini verrà impegnata ora nella: «Creazione e approvazione di un Regolamento che determini le modalità di tenuta di tale registro le cui registrazioni dovranno essere numerate in maniera progressiva e ai fini disposti dalla legge e che dovrà indicare univocamente i depositari di ogni atto». Un risultato diametralmente opposto rispetto alla proposta, bocciata, sul Registro delle unioni civili, sempre proposta dal rappresentante pentastellato Luca Ceruti. Molti si sono astenuti. Per primi tre esponenti della lista civica di maggioranza Como civica e quasi tutti gli esponenti di minoranza, la Lega ha abbandonato l’aula, mentre a favore si è schierata la stragrande maggioranza dei sostenitori della Giunta Lucini più il proponente 5 stelle e la lista civica di opposizione Adesso Como. [Da Como Michele Donegana, ecoinformazioni].

30 novembre/ Movimento 5 stelle e Paco-Sel contro la pena di morte

nopenadimorteTra i partecipanti alle iniziative contro la pena di Morte a Como anche Paco-Sel che raccoglie le firme sull’Appello Cities for life sabato 30 novembre, dalle 9 alle 12,30 in via Canturina, davanti a al bar Circolo Ucc, e il M5s che raccoglie le adesioni  nella stessa giornata in via B. Luini. Leggi il testo dell’Appello dalla moratoria all’abolizione della pena di morte

M5S per la Costituzione

laviamaestraAnche il Movimento 5 Stelle di Como aderisce all’appello La via maestra e alla manifestazione che si terrà a Roma il 12 ottobre. In una nota diffusa il 27 settembre Luca Ceruti chiarisce che «Come già dimostrato con l’iniziativa  del 5/ 6/ 7 settembre #costitutionday, la protezione dell’art 138 della Costituzione è uno dei temi su cui il Movimento 5 Stelle si è molto prodigato e si prodigherà in futuro. Diamo piena disponibilità e sostegno all’iniziativa in difesa della Costituzione Italiana che appartiene a tutti gli italiani».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: