Rete disarmo

Riconoscere lo stato di Palestina per disinnescare odio e violenze

Condannare la violenza e dire due stati per due popoli non basta, bisogna riconoscere lo stato di Palestina per disinnescare odio e violenze. In una lettera indirizzata ai principali leader politici italiani, i presidenti di Cgil, Cisl, Uil, Anpi, Acli, Arci, Libera, Legambiente, promotori della conferenza stampa del 24 maggio (disponibile per la visione a questo link), chiedono una presa di posizione politica forte, una valutazione ragionata e volta alla concreta affermazione dei valori di pace in grado di avere un peso effettivo (e non solo di facciata) nella risoluzione del conflitto.

(altro…)

26 gennaio/ “Svuotiamo gli arsenali, riempiamo i granai”

Scegliamoci il futuro: venerdì 26 gennaio alle 21, al centro civico di via del Collegio dei Dottori, parleremo di com’è l’Italia e di come potrebbe essere se si riducessero le spese militari a favore di interventi di giustizia sociale, accoglienza, cooperazione internazionale e pace.

(altro…)

No F35 per difendere la Costituzione/ 4 luglio a Como alla Circoscrizione 6

taglialealiallearmiLa pacifista comasca Celeste Grossi interviene sul pericolo denunciato anche da Rete disarmo di sottrazione al Parlamento di potere sui temi della difesa e degli armamenti:  «Il gravissimo attacco alla Costituzione che deriverebbe dall’applicazione di quanto sostenuto oggi dal Consiglio supremo della difesa, presieduto da Giorgio Napolitano, rende ancora più urgente che la politica superi ogni compromissione con lobby, trafficanti d’armi, guerrafondai e decida, come la maggioranza del paese chiede, la rinuncia alla follia dell’acquisto degli F35 e all’insieme del progetto militare di sperpero immorale di denaro pubblico per strumenti di morte. In questo contesto l’appuntamento Taglia le ali alle armi del 4 luglio alla Circoscrizione 6 di Como in via Grandi 21 alle 20,45 con don Renato Sacco di Pax Christi e  Giulio Marcon di Sel assume un particolare rilievo per i pacifisti lariani e per tutti coloro che non sono disponibili a mortificare, violando i fondamenti della democrazia, il ruolo del Parlamento».

Allarme pericolo violazione della Costituzione/ Il Parlamento è sovrano

consigliodifesa«Stupito per una posizione che ci sembra veramente grave»: così Francesco Vignarca, coordinatore di  Rete Disarmo, commenta con l’Adnkronos la nota diffusa dal Quirinale al termine della riunione del Consiglio supremo di Difesa presieduto da Giorgio Napolitano, secondo la quale la facoltà di sindacato delle commissioni parlamentari «non può tradursi in un diritto di veto su decisioni operative e provvedimenti tecnici che, per loro natura, rientrano tra le responsabilità costituzionali dell’esecutivo». (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: