Giorno: 2 Aprile 2011

Guerra in Libia/ 2 aprile, poche migliaia per la Pace a Roma

La manifestazione di Roma, voluta da Emergency con un amplissimo ventaglio di adesioni, è stata animata da poche migliaia di pacifisti segnando tuttavia la saldatura tra i temi dei Diritti umani, del lavoro e della Pace. Leggi nel seguito del post il servizio e guarda le foto della nostra inviata Barbara Battaglia. (altro…)

Guerra in Libia/ Il 2 aprile a Milano in 500

A Piazza Fontana si è svolta sabato 2 aprile la manifestazione contro la guerra di Milano alla quale hanno partecipato anche sparute rappresentanze di pacifisti di altre province lombarde. Qualche centinaio di persone molto chiaramente identificate a sinistra con la presenza di tutte le forze politiche che non hanno condiviso la decisione del Pd e del centrodestra di combattere la guerra in Libia. All’appello di Emergency, dell’Arci, della Fiom, delle Donne in nero e delle altre organizzazioni che hanno indetto il presidio hanno risposto solo le persone più convinte di un’opposizione alla guerra come violazione della Costituzione italiana e strumento di oppressione dei popoli che, a parole, si vorrebbero liberare con i bombardamenti. (altro…)

Guerra in Libia/ Con le donne in nero il 2 aprile a Como

Un piccolo gruppo di pacifisti lariani ha partecipato alla presenza delle Donne in nero contro la guerra in Libia che si è svolta a Como sabato 2 aprile dalle 11,30 in una piazza San Fedele occupata dal rito consumistico del sabato. Una ventina di persone hanno manifestato in accordo con le iniziative che si svolgono in tutta italia per ottenere il cessate il fuoco immediato e l’accoglienza dei migranti per poi raggiunegre Milano dove in piazza Fontana prosegue la mobilitazione.

Guerra in Libia/ Il vento caldo di rivolta dall’Africa

Sala della Cascina Massè piena per  Il vento caldo di rivolta dall’Africavenerdì 1 aprile. L’iniziativa di approfondimento organizzata dal Circolo Fumagalli, Comitato lavoratori contro la guerra, Fiom, Fp Cgil di Como si è svolta, dopo l’introduzione di Graziano Dizioli, con le articolate analisi di Massimiliano Lepratti che ha illustrato il contesto economico nel quale si sono generate le “rivoluzioni” in corso e Nicola Casale che ha fornito numerosi esempi delle mistificazioni, dei preconcetti, delle falsità che rendono difficile la comprensione degli eventi in corso dimostrando anche la natura oppressiva della guerra dell’Italia e degli altri paesi della coalizione dei volenterosi alla Libia. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: