Laboratori e scuola a Terzolas

Laboratori (tra i quali Vita indipendente: pratiche di libertà ed autodeterminazione nella vita di tutti i giorni con Ida Sala, Economia domestica con Serena Scionti, Relazioni e pratiche di accompagnamento con Sara Villa) e la Tavola rotonda, L’école competente: tra inclusione ed esclusione nella seconda giornata della Scuola di formazione della Rosa bianca a Terzolas.

Il 26 agosto al mattino sono stati una decina i laboratori ai quali hanno partecipato un centinaio di iscritti alla scuola de La rosa bianca. Nel pomeriggio si è parlato di scuola con la tavola rotonda coordinata da Luisa Broli(Università di Pavia) nella quale il tema Dis-eguagianze, in-differenze, mer-canti è stato sviluppato con gli interventi di Celeste Grossi, direttrice di école, Marco Orsi (Rete senza zaino) e Piergiorgio Reggio (Università Cattolica). Nell’incontro si è discusso, anche grazie ai numerosi interventi nel dibattito, del manifesto delle scuole del Quebec per la costruzione di una scuola competente, della proposta di école per una scuola votata alla costruzione dell’uguaglianza e alla liberazione delle differenze, del ruolo delle strutture nel determinare la realtà della formazione, della necessità di non limitare l’analisi delle difficoltà della scuola al solo, pur gravissimo, tema della scarsità delle risorse. Non è mancato il confronto tra le scuole di diversi paesi e con altre istituzioni totali come il carcere.

I lavori sono proseguiti alle 18 con l’incontro Etty Hillesum:la fortezza inespugnabile e la condivisione nel profondo ed in serata con la presentazione del libro Italiani anche noi delle edizioni Il margine, un corso completo di italiano per stranieri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: