Per l’Open Source a Palazzo Cernezzi

luca cerutiIl Movimento 5 stelle chiede che Palazzo Cernezzi si attivi per: «L’adozione in tempi rapidi di formati e protocolli aperti»

Il consigliere comunale del movimento pentastellato Luca Ceruti chiede, con una mozione, che nel capoluogo comasco venga utilizzato «qualsiasi sistema software di gestione delle informazioni e delle comunicazioni che consente la disponibilità del codice sorgente», sull’esempio di altre Amministrazioni come il Comune di Modena, una forma di risparmio sui costi per le licenze incentivata anche da alcune leggi nazionali.

Ma l’obiettivo da raggiungere vuole essere anche più ampio con il coinvolgimento delle «realtà italiane esperte di Oss (es. Centri di competenza sull’Open Source e le varie Università che operano attivamente nel settore del software Oss) per intraprendere un cammino costruttivo verso l’adozione estesa di Software Oss», con la partecipazione dei cittadini (la mozione). [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: