Giorno: 24 Marzo 2015

Francesco Capiaghi. Un maestro di paesaggio dell’800

capiaghiMostra, a cura di Maria Angela Previtera, inaugurazione venerdì 27 marzo alle 18 alla Pinacoteca civica, anteprima alle 17 al Museo storico – Biblioteca comunale, in tre sedi a Como, alla Pinacoteca civica, in via Diaz 84, al Museo storico, in piazza Medaglie d’Oro 1, fino al 21 giugno, e alla Biblioteca comunale, in piazzetta Venosto Lucati 1, fino al 30 maggio.

 

«Nel corso dell’Ottocento la pittura di paesaggio conobbe un’ampia fortuna che andò di pari passo con l’affermarsi di un nuovo mercato dell’arte, legato alle pubbliche esposizioni e all’ampliarsi del collezionismo privato – spiega la presentazione –. In questo contesto la mostra dedicata a Francesco Capiaghi offre al visitatore una prima e inedita lettura dell’attività dell’artista, svelata attraverso un articolato percorso espositivo che affianca opere mai viste delle collezioni pubbliche di Como con altrettanto inediti dipinti provenienti da collezioni private. La mostra, promossa dall’Assessorato alla cultura del Comune di Como, pone l’accento su alcune eccellenze e insieme sulla varietà delle ricerche condotte da Francesco Capiaghi, attivo come pittore di paesaggio e celebrato interprete delle vicende risorgimentali e unitarie, fotografo e stimato insegnante che si accostò anche al genere della natura morta e della pittura sacra».

«Queste molteplici attività, unite alla fitta trama del suo articolato percorso biografico, fanno di Francesco Capiaghi un professionista nel suo settore e un felice interprete di una nuova stagione della pittura di paesaggio in Lombardia – prosegue la nota –. La mostra è allestita in tre sedi espositive: la Pinacoteca civica, il Museo storico e la Biblioteca comunale, mantenendo così nella loro collocazione originaria le opere e i materiali documentari per offrire al visitatore un’inedita prospettiva di lettura, partecipata e diffusa sul tessuto urbano, attraverso le raccolte della città di Como».

«Il percorso espositivo prende avvio in palazzo Volpi sede della Pinacoteca civica con dipinti di grande dimensione e di particolare interesse iconografico che mettono in luce gli aspetti peculiari della produzione pittorica dell’artista, dagli esordi fino agli ultimi anni di attività, proponendo al visitatore vedute della città di Como e dei suoi dintorni, episodi salienti della storia risorgimentale e unitaria, ampie visioni della Brianza e suggestivi paesaggi ripresi sulle sponde e alture del Lario – si specifica –. Nelle sale del Museo Storico Giuseppe Garibaldi in palazzo Olginati vengono presentati, invece, una serie di importanti scatti fotografici, conservati nel Fondo fotografico dei Musei civici, da riferire alla fine degli anni sessanta dell’Ottocento e al decennio successivo. Questo repertorio iconografico, esemplare nel suo genere, prodotto nell’atelier del pittore la “Fotografia Artistica”, documenta le campagne di restauro dei più noti monumenti religiosi e civili comaschi, accanto a scorci cittadini di notevole interesse documentario. In Biblioteca comunale sono messi a confronto studi e disegni, piccoli lavori a olio e litografie che consentono di mettere in luce aspetti meno noti dell’attività pittorica e professionale dell’artista. Dagli studi colti dal vero sulle sponde del Lario – paesaggi e vedute di paese, figure in costume tradizionale – ai bozzetti e disegni di grande formato delineati per la realizzazione di celebri dipinti, alle tavole litografiche con motivi floreali destinate alle giovani allieve. Oltre a un prezioso Album da disegno in cui l’artista aveva conservato le riproduzioni fotografiche di molte delle sue opere accanto a veloci studi e ritagli di giornale che celebravano le sue imprese e i premi ottenuti» (l’invito).

Per informazioni Internet www.capiaghi.it. [md, ecoinformazioni]

27 marzo/ Flessibilità del mercato del lavoro

Locadina_Convegno Mercato Lavoro 27mar15-003Strumento di accompagnamento alla crescita in un sistema di tutele efficaci il caso della realtà comasca, venerdì 27 marzo dalle 17.30 alle 19.30 a Villa Gallia, in via Borgovico a Como, introduzione e saluti Stefano Fanetti, segretario Pd cittadino, Le ragioni dell’incontro, Giuseppe Doria, presidente Circolo Willy Brandt, Discussant, Alessandro Alfieri, segretario reg. Pd Lombardia, Giancarlo Giorgetti, segretario reg. Lega Nord Lombardia, Gerardo Larghi, segretario generale Cisl Laghi, Enrico Lironi, docente e consulente del settore tessile, Savina Marelli, segretario provinciale Pd Como, Ambrogio Taborelli, presidente Cciaa Como, organizzano Pd Como, Circolo Willy Brandt, Cisl dei Laghi.

Cavadini/ faremo il possibile per aiutare lo Spazio Gloria

fascistisettembre2012gloriaDopo l’interessamento di esponenti politici della città sia di maggiorananza che di opposizione, arriva la disponibilità dell’assessore alla Cultura del comune di Como Luigi Cavadini a fare quanto possibile per risolvere le difficoltà dello Spazio Gloria di via Varesina 72. Al circolo Arci Xanadù che gestisce lo Spazio Gloria è stato intimato dagli uffici comunali competenti di portare a termine l’iter di adeguamenti previsti dalle nuove normative sulla sicurezza, pena l’avvio della pratica di chiusura (qui la lettera di appello del circolo). Lo Spazio Gloria arriva stremato finanziarimente dopo l’acquisto del proiettore digitale, indipensabile per continuare l’attività, e la sistemazione del tetto e si sta mobilitando per reperire i fondi necessari per i primi lavori di adeguamento.

«Il Comune riconosce l’importanza dell’attività svolta dallo Spazio Gloria – dichiara Cavadini – e, come già fatto in passato, anche questa volta faremo luigi cavadiniil possibile per poterli aiutare. L’immobile, però, è privato e lo svolgimento delle iniziative è sottoposto per legge all’esame della commissione provinciale di vigilanza e di conseguenza al rispetto di determinate caratteristiche e normative. Siamo consapevoli che i gestori dovranno eseguire una serie di opere e, per quanto di nostra competenza, cercheremo di sostenerli».

Il 21 aprile ci sarà la prima iniziativa di raccolta fondi, un’asta pubblica dove verranno “battuti” tanti oggetti d’arte, d’arredo e da collezione, donati al circolo da soci, amici e artisti che hanno a cuore l’associazione. Tra di loro spiccano i nomi dei fumettisti  Zerocalcare, reduce del successo comasco alla Feltrinelli, e Giuseppe Palumbo, disegnatore di Diabolik, che hanno donato per l’occasione alcune tavole speciali. [jl, ecoinformazioni]

28 marzo/ Ti riporto a casa. Presentazione a Bulgarograsso

tiripacasaSabato 28 marzo alle 18.30, la biblioteca comunale Anna Frank di Bulgarograsso in piazza Risorgimento ospiterà la presentazione del libro Ti riporto a casa [2014, 144 p., 12,90 euro, ed. Epika] con la presenza dell’autore Nicola Maestri. Una storia d’amore che si intreccia con il nero della dittatura fascista in una Parma dimenticata, nelle vie del centro storico e dell’Oltretorrente. Presentazione a cura di Cesare Duvia, letture di Mara Passera (associaizone Nonsoloteatro) e musica di Rocco Rosignoli. Ingresso Libero.

 

 

28 marzo/ Adolfo Vacchi nella Resistenza

logo_anpi_011Sabato 28 marzo alle 9 presso la sala del consiglio comunale di Veniano, la sezione Anpi di Seprio, il comune di Veniano, l’Istituto di storia contemporanea Perretta e l’Anpi provinciale di Como organizzano in occasione del settantesimo anniversario della Resistenza, un seminario sul ruolo di Adolfo Vacchi (ucciso a Camerlata – Co il 5 settembre 1944) nella Resistenza italiana. Interverranno: Graziano Terzaghi, sindaco di Veniano; Giuseppe De Luca, presidente Anpi di Seprio; Fabio Cani, vice presidente Istituto Perretta. Ingresso libero.

24 marzo/ Je suis Tunis/ Stare ancora insieme

tunisieAssociazioni, movimenti, forze politiche, invitano alla partecipazione martedì 24 marzo a Milano alle 18 in piazza Duomo alla manifestazione Stare ancora insieme: «Tunisi, dopo Parigi. E ogni giorno, dall’Afghanistan alla Nigeria. Poco più di due mesi fa, a Milano, abbiamo sentito la necessità di stare insieme e ascoltare la voce di tutti quelli, e sono tanti, che di fronte alla morte e alla violenza rispondono con il dialogo, la solidarietà e la pratica dei diritti.

Oggi, come allora, è importante unire quelli che non fanno distinzione tra le vittime, da Utoya a Baghdad, passando per il Mediterraneo. Perché l’attacco nel cuore di una città europea è doloroso come quello in una capitale del Nord Africa. Non c’è alcuna differenza, per chi crede che diritti, democrazia e libertà siano l’unico antidoto alla guerra, per spezzare il cerchio della violenza e del terrore. Dove l’odio divide, i diritti possono unire.
Per non cedere alla paura e all’odio, alle divisioni e alla violenza, vi aspettiamo martedì 24, alle 18, in piazza Duomo a Milano: in contemporanea con l’apertura del Forum Sociale Mondiale di Tunisi, con cui ci collegheremo, per dire tutti insieme “I popoli del mondo contro il terrorismo”.

I primi promotori : Acli, Amnesty International, Anpi, Arci, Associazione PONTES dei tunisini in Italia, Camera del Lavoro Milano, Cost. Beni Comuni, Emergency, Libera mi, Mani Tese, Milano senza frontiere, Altra Europa Milano, PD Milano, PRC Milano, SEL Milano

MILAN, LE MARDI 24 MARS, A 18H00, PIAZZA DUOMO

Tunis, après Paris. Et chaque jour, de l’Afghanistan au Nigeria. Il y’a un peu plus de deux mois, à Milan, nous avions ressenti la nécessité de nous réunir et d’écouter la voix de tous ceux, bien nombreux, qui devant faire face à la mort, répondent à la violence par le dialogue, la solidarité et la pratique des Droits.
Aujourd’hui aussi, il est important d’unir ceux qui ne distinguent pas entre les victimes, d’Utoya à Bagdad, en passant par la Méditerranée. Parce que l’attaque au cœur d’une ville européenne est aussi douloureuse que celle de la capitale de l’Afrique du Nord. Il n’y a pas de différence, pour ceux qui croient que les Droits, la Démocratie et la Liberté sont le seul antidote à la guerre, afin de briser le cycle de la violence et de la terreur.
Là où la haine divise, les Droits peuvent unir.
Afin de ne pas céder à la peur et la haine, aux divisions et à la violence, nous vous attendons mardi 24, à 18h00, à Piazza Duomo à Milan: en conjonction avec l’ouverture du Forum Social Mondial à Tunis, avec laquelle nous nous connectons pour affirmer tous ensemble “Les peuples du monde contre le terrorisme !”».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: