Arci e Ucca/ Solidarietà ad Ascanio Celestini per il vergognoso attacco del Coisp al suo ultimo film

Ascanio-Celestini«Ancora una volta il sindacato di polizia Coisp si distingue per la volgarità dei suoi  attacchi, questa volta rivolti all’attore e regista Ascanio Celestini e al suo film Viva la sposa! che verrà presentato alla Mostra del cinema di Venezia. Il film, che gli esponenti del sindacato ammettono di non aver visto, tratta un argomento per loro particolarmente indigesto: la morte di Giuseppe Uva, avvenuta a Varese nel 2008, probabilmente per le percosse – è in corso il processo – subite in stato di fermo nella caserma dei carabinieri. Questo il motivo che ‘autorizzerebbe’ gli attacchi pieni di volgari offese a Celestini, alla sua opera, agli attori che interpretano il film. Non è la prima volta che questo sindacato si scaglia con atteggiamenti aggressivi e ingiuriosi contro chi tenta di ricostruire la verità sulla morte di persone in stato di fermo o gettate in galera. Basta ricordare le provocazioni e le offese subite da Patrizia Moretti (la mamma di Federico Aldrovandi), per non essersi ‘arresa’ alla versione ufficiale sulla morte del figlio e aver perseguito con coraggio la verità. A Celestini, grande e generoso artista, che con l’Arci ha condiviso tante iniziative e battaglie, va tutta la nostra solidarietà. Noi di certo il suo film andremo a vederlo.» [Arci e Ucca]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: