Giorno: 10 Gennaio 2016

11 gennaio/ Nuova stagione de I Lunedì del cinema

lunedi 16

Lunedì 11 gennaio riparte allo Spazio Gloria di Arci Xanadù in via Varesina 72 a Como, una nuova stagione della rassegna di cinema internazionale d’autore I Lunedì del cinema. La rassegna promossa da Xanadù con la direzione artistica di Alberto Cano ha in programma come prima pellicola 2016  Dio esiste e vive a Bruxelles di Jaco Van Dormael;  regista di mondi sempre bizzarri e colorati, Dormael racconta in una brillante commedia come Dio sarebbe un tipo capriccioso e maligno, un vero infame che provoca sciagure e se ne compiace sadicamente, che con il suo operato non ha fatto altro che generare rabbia e inimicizie. E’ belga, di Bruxelles e non si è mai sognato di esortare ad amare il prossimo. A seguire lunedì 18 gennaio il film rivelazione del 2015 The Lobster scritto e diretto da Yorgos Lanthimos che racconta un futuro prossimo e immaginario dove essere single oltre una certa età è vietato, pena l’arresto e la deportazione in un grande hotel nel quale si è obbligati a trovare l’anima gemella in quarantacinque giorni di tempo, tra punizioni e questionari assurdi. Non mancheranno lungometraggi italiani nel nuovo programma: da Per amor vostro di Giuseppe M. Gaudino valso la coppa Volpi alla protagonista Valeria Golino all’ultimo festival di Venezia; a Bella e Perduta di Pietro Marcello, film visionario sull’Italia di oggi; a Il nemico-un breviario Partigiano di Federico Spinetti realizzato con la collaborazione di Massimo Zamboni, chitarrista e co-fondatore del gruppo punk-rock CCCP-Fedeli alla Linea che sarà proiettato in occasione del 25 aprile.

Come le passate edizioni la rassegna prevede tre pellicole pensate per la collaborazione con il Teatro Sociale di Como: Eyes wide shut il 15 febbraio, Othello il 14 marzo e Le conseguenze dell’amore il 18 aprile.

Tutto il programma della rassegna che terminerà il 30 maggio è consultabile sul sito www.spaziogloria.it, sul sito della rassegna o sulla pagina facebook I Lunedì del cinema. Le proiezioni allo Spazio Gloria sono riservate ai soci Arci con inizio alle 21. Ingressi a 7 euro (intero) e 5 euro (ridotto under 21 e over 65). L’abbonamento al ciclo completo (20 film) è già disponibile al Gloria negli orari di apertura a 70 euro. [jl, ecoinformazioni]

Luca Michelini/ La crisi della giunta Lucini

NOparatieLuca Michelini ritorna, all’indomani della Delibera dell’Anac, sull’analisi della vicenda paratie sottolineando la crisi del centrosinistra comasco e quanto sarebbe stato giusto e opportuno evitare di dare continuità alle scelte sbagliate delle amministrazioni di centrodestra che hanno preceduto la giunta Lucini. Leggi  nel seguito del post l’opinione di Luca Michelini che ripropone anche la sua analisi  (già pubblicata anche su ecoinformazioni nell’agosto del 2015). (altro…)

24 gennaio/ Per quanta pioggia cadrà arriva a Como

perquanta pioggia

Domenica 24 gennaio alle 14.30 al negozio musicale Alta fedeltà Como di via Manzoni 2/b, sarà presentato il nuovo 7″ di Filippo Andreani e Pat Atho dal titolo Per quanta pioggia cadra [stampa Hellnation Store di Roma], lavoro corredato di un inserto di otto pagine di Michele Rech in arte Zerocalcare. Per dirla con le parole di Filippo: «Per quanta pioggia cadra è il primo 45 giri a tre lati della storia. Sopra e dentro ci saremo io, Path e Zerocalcare. Una canzone a testa. Io e Path con la voce, Zerocalcare con la penna. La mia si intitola Michele non saluta ed è dedicata a Michele Moretti “terzino per dovere, difensore per vocazione; prima dell’area di rigore, poi con le scarpe rotte eppure gli tocca di andare”.» Il 24 gennaio non ci sarà un concerto ma una piccola e calorosa festa, dove Filippo firmerà le copie dei dischi. La disponibilità delle copie è limitata a trenta, di cui dieci colorate, in quanto il 45 giri è già quasi esaurito prima di essere pubblicato. [jl, ecoinformazioni].

 

Aria tossica/ Danni continui

inquinamento aria 9 gennaio 2015Un po’ sotto o un po’ sopra il limite delle polveri. Cioè in alcuni giorni un po’ di danni alla nostra salute in altri un po’ di danni in più. Questa la realtà che si manifesta coi dati dell’Arpa che monitora (in un punto solo!) la città di Como. In attesa di provvedimenti strutturali annunciati dal governo, dalla Regione e dal Comune, mentre quelli emergenziali sono scaduti perché l’emergenza non è così emergenza come quando l’emergenza era davvero emergenza, si nota che anche i cittadini non fanno  nulla per tutelare la propria salute. Infatti anche se l’amministrazione non decreta blocchi ciò non vieta a nessuno di avere comportamenti più responsabili e meno autolesionistici.

Ciò detto speriamo che piova. Anche perché se non piove mai e il lago continua a scendere l’assurdo delle paratie, il mostro del centrodestra che il centrosinistra non è riuscito a bloccare, diventa ancora più evidente.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: