Mese: Agosto 2017

10 settembre/ Risvegli, matinèe di musica classica


Domenica 10 settembre alle 10.30 Connessioni controcorrente torna in piazza Martinelli per l’anteprima di Risvegli, matinèe di musica classica che in quattro tappe domenicali renderanno più dolce l’arrivo dell’autunno. Per il primo appuntamento un ensemble di sassofoni; musiche di Holst, Brahms, Dvorak e Albeniz con la Bgold saxophone orchestra. A seguire aperitivo.

I Risvegli in chiave classica proseguiranno allo Spazio Gloria domenica 24 settembre, con un solo di pianoforte eseguito da Vsevolod Dvorkin, domenica 22 ottobre, con il clarinetto e la chitarra di Anima Carioca e domenica 19 novembre con gli archi di Francesco Pasquale Ricci e i suoi maestri.

Tutti i concerti inizieranno alle 10.30 e saranno accompagnati da un aperitivo.

Ingresso 7 euro.

Per il programma completo visitare la pagina Facebook dell’evento.

Risvegli è un’iniziativa di Connessioni Controcorrente, progetto di rigenerazione culturale urbana firmato Arci Xanadù, Arci ecoinformazioni e Teatrogruppo popolare, realizzato con il contributo di Fondazione Cariplo; la rassegna è stata organizzata in collaborazione con Casa della musica, Kammermusik, e con il patrocinio del Comune di Como.

9 settembre/ Festival della legalità a Cantù

Sabato 9 settembre dalle 16 al Teatro San Teodoro di piazza Corbetta 7 a Cantù, il circolo ambiente Ilaria Alpi e il comitato Soci Coop di Cantù promuovono il Festival della legalità – conoscere le mafie, per combatterle, con lo scopo di coinvolgere i cittadini nella lotta alla criminalità organizzata, purtroppo presente anche nel territorio della provincia di Como.

Nell’ambito della giornata si terranno incontri con giornalisti, esperti e magistrati, sul tema della lotta alle mafie. Ci saranno anche momenti dedicati alla musica, così come show-cooking, degustazione e presentazione di prodotti coltivati sulle terre confiscate alla criminalità organizzata. La conclusione, sabato sera, con il bellissimo spettacolo teatrale U parrinu sempre sul tema delle mafie.

Info: www.circoloambiente.org

 

16 e 17 settembre/ Isola che c’è/ Fiera 2017

Sabato 16 e domenica 17 settembre nel Parco comunale di Villa Guardia (Como) la quattordicesima Fiera L’isola che c’è, fiera provinciale delle relazioni e delle economie solidali.
L’Arci di Como gestirà come ogni anno lo spazio bar Casa dei popoli nella parte alta del parco ed il circolo ecoinformazioni coordinerà come sempre le News Km Zero della fiera.

In mostra solidarietà, sostenibilità e filiere corte della provincia di Como:
• Oltre 180 Espositori in sei Piazze tematiche (Ambiente, Benessere, Capitale Sociale, Cibo, Cultura e Mestieri)
• Dibattiti, Seminari, Laboratori di autoproduzione e Degustazioni, per approfondire e sperimentare.
• Animazioni per adulti e bambini, Spettacoli serali, Ristorazione con prodotti locali, biologici e del commercio equo, per stare insieme e divertirsi
Ingresso con biglietto (4 euro fino alle 19.30; serale, bambini e disabili 5 cent).

Scopri subito il programma breve: http://bit.ly/2eTaq5F
Per tutti gli altri dettagli: www.lisolachece.org/fiera2017

Forza Nuova rinuncia al festival Boreal a Cantù: la mobilitazione paga

Il Comitato Lombardo Antifascista e L’Osservatorio Democratico sulle nuove destre commentano così, in un comunicato che riportiamo integralmente, la sospensione del festival Boreal 2017 a Cantù, che si preannunciava come la riunione delle peggiori destre europee.

«Apprendiamo con grande soddisfazione da un comunicato stampa di Forza Nuova – Lario / condiviso sulla pagina facebook di Forza Nuova Lombardia che, il gruppo di estrema destra, ha suo malgrado deciso di rinunciare all’edizione 2017 del “Festival Boreal” prevista per i prossimi 1,2 e 3 settembre a Cantù (CO).

Come ogni anno, nelle ultime settimane, contro questa ennesima provocazione antidemocratica autorizzata dall’amministrazione comunale di Cantù si è messa in campo una grande mobilitazione sia territoriale che non, che ha visto protagoniste tutte le organizzazione democratiche, antifasciste che si riconoscono nei valori della Costituzione nata dalla Resistenza.

Il Comitato Lombardo Antifascista (a cui fa capo il Comitato Como Antifascista) insieme all’Osservatorio Democratico sulle nuove destre ha alzato il tiro lanciando una petizione che chiedesse al Sindaco Arosio ed alla sua giunta la revoca dei permessi di utilizzo di uno spazio pubblico, il Campo Solare, da poco intitolato ai Partigiani Canturini, da parte di una formazione neofascista come è Forza Nuova.

L’obbiettivo che ci eravamo dati per poi chiedere un incontro al Sindaco era stato quello di 500 firme, che è stato praticamente raddoppiato molto prima di chiudere la raccolta.

Ieri una nostra delegazione ha protocollato in Comune una lettera contenete la richiesta di incontro con il Sindaco e l’Assessore alla legalità. Oggi arriva la smentita del festival neofascista.

Che gli organizzatori abbiano temuto l’andare a buon fine della nostra richiesta ed abbiano deciso di rinunciare prima di vedersi i permessi revocati ? Non lo sapremo mai, ciò che sappiamo per certo però è che mentre nel comunicato di oggi Forza Nuova afferma di non aver mai pubblicizzato l’evento sui loro siti e sulle loro pagine web perché loro stessi non erano certi di svolgere il “Boreal 2017”  per ragioni di tempi stretti, le dichiarazioni alla stampa delle scorse settimane affermano tutt’altro. Insomma, forse le istanze territoriali e regionali di Forza Nuova hanno seri problemi di comunicazione o forse no, chi lo sa……

La cosa realmente importante è che dopo quattro anni di agibilità politica regalata da Cantù ad un Partito che si riconosce nei disvalori del più oscuro ventennio della storia del nostro Paese, il 2017 segna l’inizio del ritorno della Democrazia.

Il Campo Solare – intitolato ai Partigiani Canturini è salvo.

Cantù, 24 agosto 2017

Il Comitato Lombardo Antifascista

L’Osservatorio Democratico sulle nuove destre»

26 agosto-10 settembre/ Fiera del libro di Como

La Fiera del libro di Como, giunta alla 65ma edizione, è certo una delle più “antiche” fiere del libro d’Italia, sempre organizzata e sostenuta interamente (anche economicamente!) da librai ed editori comaschi. Sedici giorni di durata e una sessantina di presentazioni. La Fiera è allestita in piazza Cavour, in un grande tendone (trasparente) di 600 mq, affacciato sul lago e visitato ogni anno visitato da oltre 30mila persone.

(altro…)

La prossima Como/ Contro il razzismo azioni nonviolente di opposizione sociale

Mariateresa Carminati, Celeste Grossi, Luigi Nessi e Valerio Peverelli, portavoce della sinistra comasca unita nella Prossima Como, hanno incontrato il 22 agosto Alessandra Locatelli, assessora alle Politiche sociali e vicesindaca di Como. Totale il dissenso politico sulle questioni del coprifuoco di Rapinese e dell’attacco ai poveri sono state presentate all’amministrazione proposte concrete.

(altro…)

24-27 agosto/ Festival internazionale di narrazione ad Arzo

La diciottesima edizione del Festival internazionale di narrazione in programma dal 24 al 27 agosto ad Arzo, piccolo centro nel Cantone Ticino, a pochi chilometri dal confine italo-elvetico, è dedicata a un’interessante sintesi tra i temi di attualità e l’approccio artistico.

L’apertura in piazza, giovedì 24 agosto alle 21.30 è affidata a Oscar De Summa. L’attore autore e regista pugliese presenta La sorella di Gesucristo, ultimo capitolo della sua Trilogia della provincia, un progetto di forte componente autobiografica, in cui De Summa porta in scena alcune realtà del Sud Italia degli anni Ottanta. Lo ritroveremo alla corte dell’Aglio sabato sera con il secondo capitolo dal titoloStasera sono in vena e in un incontro con il pubblico alla Corte dei Miracoli nel pomeriggio di sabato.

Oscar De Summa (ph. Lucia Baldini)

Protagonista della serata di venerdì 25 agosto sarà Saverio La Ruina, ospite dalla corte dei Miracoli alle 18.30 per parlare dello spettacolo che presenta in piazza alle 21.30: Masculu e Fìammina. Attraverso la lunga confessione di Peppino alla madre morta, La Ruina restituisce voce a tutti coloro che sono costretti dall’intolleranza a vivere segretamente il proprio amore, sopportando nella solitudine e nel silenzio la violenza e la discriminazione della quale sono ancora vittime gli omosessuali. Al tema è dedicata anche un’esposizione sull’Omocausto che sarà aperta al pubblico da venerdì alle 18.00 e per tutta la durata del Festival. I tre appuntamenti sono sostenuti dal PIC (Programma di integrazione cantonale del Dipartimento delle Istituzione della Repubblica e Cantone Ticino).

Saverio La Ruina (ph. Paolo Galletta)

Due serate in piazza che sottolineano l’impegno di un Festival che intende proporre un programma capace di conciliare l’attenzione ai temi urgenti della realtà che abitiamo con l’alta qualità artistica che ritroveremo anche nelle proposte per giovani e adulti in programma nelle corti sabato e domenica. Sei spettacoli sabato 26 agosto, tre dei quali saranno replicati domenica 27 agosto alle 18.30. Tra questi segnaliamo la presenza di due giovanissimi attori: Lucia Marinsalta che ricostruisce, in 5 centimetri d’aria, la tragica vicenda del rapimento di Cristina Mazzotti e l’epoca nera dei sequestri di persona ad opera della criminalità organizzata, e Aleksandros Memetaj che nel suo Albania casa mia racconta il suo sbarco a Brindisi nel 1991 e la sua infanzia nel Veneto, caratterizzata dal pregiudizio e dalla xenofobia. Anche Aleksandros Memetaj sarà ospite alle corte dei Miracoli domenica pomeriggio, in un incontro con Marco Mona, presidente dell’Associazione Festival di narrazione, per confrontarsi su un tema di grande attualità.

Quarto incontro alla corte dei Miracoli, domenica pomeriggio è quello con Murubutu, il rapper emiliano che sabato sera alle 23.00 animerà la piazza con i suoi rap-conti: nel concerto L’uomo che viaggiava nel vento narrazione e musica rap si mescolano per portare anche ai più giovani storie e tematiche sociali e culturali che spesso diventano stimolo per riflessioni e approfondimenti.

Tra gli ospiti, Roberto Anglisani che accompagna il Festival di Arzo fin dalla sua nascita e che quest’anno festeggia i suoi quarant’anni di carriera artistica proponendo alcuni dei suoi cavalli di battaglia: L’avventura di Nino e Il sognatore, da L’inventore di sogni di Ian McEwan che non si può mancare di rivedere, domenica mattina alle 11.00 alla Corte dell’Aglio. Ma Anglisani sarà presente al Festival anche con la sua ultima produzione per adulti, Giobbe. Storia di un uomo semplice, un adattamento del romanzo di Joseph Roth e incontrerà il pubblico alla Corte Don Rodrigo per raccontare la sua lunga storia di raccontatore di storie.

Paura e coraggio, diversità e bellezza: temi sensibili e importanti anche nelle proposte per i più piccoli nella convinzione che la narrazione possa e debba essere per tutti un’esperienza di crescita da condividere. Accanto a compagnie già note al pubblico di Arzo, come il Teatro Principio Attivo di Lecce, il Teatro del Piccione di Genova e i Confabula, molte nuove proposte: Azzurra e Sole, della compagnia Onda Teatro, Kanu – amore in lingua bambarà della compagnia Piccoli Idilli e I brutti anatroccoli della Compagnia Stilema di Torino.

Bintou Quattari

Sul sito www.festivaldinarrazione.ch, tutti i dettagli degli spettacoli e delle altre iniziative del Festival.

Coprifuoco/ Pd: Sicurezza non significa segregazione

Con la nota Sicurezza non significa segregazione il Pd contesta l’idea della lista Rapinese di imporre il coprifuoco ai migranti, «una proposta che odora di segregazione e di ritorno al passato». (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: