Giorno: 20 Aprile 2018

Il Comune di Como per la Pace non c’è

Si è notata molto l’assenza del Comune di Como all’assemblea del Coordinamento comasco per la Pace del 19 aprile nella sede del Csv Insubria a Como. Il Comune capoluogo infatti, per delega del sindaco Lucini, confermata da Landriscina, presiedeva il sodalizio forte dell’adesione di una trentina di comuni e di una quarantina di associazioni. (altro…)

Rsu/ Nel pubblico impiego prima la Cgil

Soddisfazione della Cgil per l’ottimo risultato nelle elezioni delle Rsu dei Comuni di Como (con un grande successo per Simona Benedetti), Cantù, Erba, Mariano Comense e in altri comuni più piccoli, nel comparto sanità, in particolare nell’Ats Insubria , ma anche nel comparto Dogane e Stato.  Per Alessandra Ghirotti, segretaria provinciale Fp Cgil, «il voto delle Rsu del Pubblico Impiego assegna alla Cgil il ruolo di Sindacato maggiormente rappresentativo delle lavoratrici e dei lavoratori pubblici». (altro…)

Arte: Angelo Tenchio e la classicità

Al Museo archeologico di Como, in palazzo Giovio, si inaugura sabato 21 aprile una mostra particolare: accanto ai reperti archeologici dell’epoca classica sono infatti collocate alcune sculture di Angelo Tenchio, artista comasco prematuramente scomparso nel 1994.

Non sono sculture scelte a caso. Si tratta di opere che in qualche modo intrattengono con l’arte classica (o, più in generale, arcaica) un rapporto di ispirazione o di relazione o di contaminazione. In un artista profondamente segnato dalla dialettica fra tradizione e modernità, un tale rapporto non può che essere complesso, ovviamente non di semplice derivazione e men che meno di copia (significativamente, il titolo della mostra richiama Una classicità immaginaria). Il gioco è sottile e altalenante tra allusione e contenuti: a volte basta un nome (Nike o Era, ma anche Totem) per sollecitare un’immagine o un ricordo, altre volte questo stesso titolo serve a ribaltare delle conoscenze che sembravano assodate. Del resto, per quel che ho imparato frequentando Angelo Tenchio al tempo dello studio di via Borgovico, non tutti i titoli erano scelti per affermare riconoscimenti certi: molto spesso l’intenzione era assai più labile e “giocata di sponda”, e molte delle Nike sono più intime che bellicose. Ma le certezze non sono obiettivo dell’arte. Persino la Nike per eccellenza, la Nike di Samotracia che oggi fa bella mostra di sé al Louvre, è opera complessa, contraddittoria e tutt’altro che “classica” in senso pacificante.

Non sono nemmeno sculture collocate a caso. La mostra si inserisce nelle sale espositive del museo con ritmo pausato ed estremamente significativo. Intrattiene con il contesto (cioè con i reperti archeologici, ma anche con le decorazioni originali di palazzo Giovio) un confronto aperto, davvero stimolante. Il punto d’arrivo è, non a caso, una scultura collocata tra i dadi scolpiti provenienti da via Cinque Giornate (forse appartenuti un tempo alla biblioteca donata da Plinio il giovane alla città) e sullo sfondo del grande rilievo dei Cavalieri. In pochi metri duemila anni di cultura visiva trovano un momento di sintesi.

La mostra, organizzata dal Museo Archeologico Paolo Giovio insieme con The Art Company Como, e frutto dell’attenta cura di Roberto Borghi, è un bell’esempio di quello che si può fare, con misura e intelligenza, per valorizzare il patrimonio culturale e artistico del territorio.

[Fabio Cani, ecoinformazioni]

 

Angelo Tenchio

Una classicità immaginaria

Como, Museo Archeologico Paolo Giovio, piazza Medaglie d’Oro

21 aprile – 3 giugno 2018

orari: martedì-domenica 10-18; lunedì chiuso

Ingresso al museo: euro 4; ridotto per gruppi di più di 15 persone: euro 2

Inaugurazione sabato 21 aprile 2018 alle ore 17

 

 

21 aprile/ Tavernerio/ II Giornata di cura del verde nel parco di Villa Plinia

villaplinia_ricercavolontari2018_web.jpgDopo l’appuntamento dello scorso 24 marzo, un secondo appuntamento con le Giornate di cura del verde di Villa Plinia a Tavernerio (via Papa Giovanni XXIII, 5) è proposto al pubblico da Fondazione rosa dei venti “onlus” all’interno del progetto “Biodiversità da preservare”, cofinanziato da Fondazione Cariplo e realizzato insieme a l’Associazione L’isola che c’è, con il supporto della Cooperativa Ecofficine e della Cooperativa Si Può Fare Terra.

(altro…)

24 aprile/ Olgiate Cult/ La Liberazione raccontata da Ernesto Maltecca

Martedì 24 aprile alle 20.30 nella Sala consiliare di Palazzo Volta, Olgiate Comasco, sarà ospite per Olgiate Cult Ernesto Maltecca, che racconterà ai partecipanti la Liberazione con gli occhi di chi ha vissuto quegli eventi. Conduce la serata Fabio Cani, vicepresidente dell’Istituto di Storia Contemporanea “P. A. Perretta”.

(altro…)

21 Aprile/ La notte della repubblica per il 73° anniversario della Liberazione

Sabato 21 alle 21 verrà ricordato il 73° anniversario della Liberazione, anche a Ponte Lambro.   L’Anpi in collaborazione con il comune di Ponte Lambro invita a un dibattito  sul neofascismo degli anni ’70 a con Saverio Ferrari e sul web nero e la galassia dei neofascisti in rete  con Marinella Mandelli. L’iniziativa si svolgerà  nella sala consiliare del comune di Ponte Lambro in via Roma 23. [Daniele Fulco per ecoinformazioni]

Dall’omertà ai social. Come cambia la comunicazione della mafia

Si è tenuto nella serata di giovedì 19 aprile, in Sala Isacchi a Erba, il terzo incontro della rassegna 4 colpi alla ‘Ndrangheta, organizzato dal Circolo ambiente Ilaria Alpi.
Ospite d’eccezione è stato Enzo Ciconte, professore di Storia della criminalità organizzata all’Università di Roma Tre e autore dei libri ‘Ndrangheta padana e Dall’omertà ai social. Come cambia la comunicazione della mafia. A dialogare con lui sull’evoluzione della mafia dall’Ottocento all’Era digitale è stata Antonella Crippa, de La Provincia di Lecco, minacciata recentemente via mail per via della propria attività giornalistica sgradita alla criminalità organizzata.
(altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: