Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@gmail.com

L’Osservatorio democratico sulle nuove destre riprende e raddoppia

nazicestino

Fabrizio Baggi, referente dell’Osservatorio democratico sulle nuove destre per Como e provincia, trasmette la comunicazione inerente al ripristino della pagina Facebook nazionale, dopo un’interruzione di due giorni imposta da Facebook senza motivazioni ufficiali; rivolgendo un grazie antifascista a chiunque abbia aiutato e sostenuto l’Osservatorio.

​Riprende a funzionare la pagina dell’Osservatorio democratico sulle nuove destre dopo un blocco di due giorni impostoci da Facebook con motivazioni mai comunicateci formalmente. Con buona pace di tutti coloro, fascisti e razzisti in primis, avevano già brindato alla nostra chiusura.  Siamo a conoscenza del loro sistematico impegno, praticamente giornaliero, per tentare di tapparci la bocca con pressioni e segnalazioni pretestuose. Per questo abbiamo anche deciso, onde evitare in futuro di essere silenziati, di accompagnare la pagina Facebook con l’apertura a breve di un blog dell’Osservatorio.
​La pagina è tornata visibile per la grande solidarietà che ci ha circondato. Un ringraziamento speciale va a Luca Paladini dei Sentinelli, ai Sentinelli tutti, all’Anpi, alla Cgil e all’Arci, al Prc e a Leu, ai compagni dell’Osservatorio di Como, a Repubblica, al Giorno e a Global list, nonché ai Wu ming, a Nazitalia il cui generoso impegno è stato decisivo, e alle migliaia di antifascisti che hanno mandato mail di protesta a Facebook. Senza il loro appoggio, la loro competenza e mobilitazione non sarebbe stato possibile tornare online così presto.
​L’Osservatorio democratico sulle nuove destre esiste ormai da  quasi diciotto anni. Fondato alla fine del 1999 per seguire inizialmente l’ultimo processo per la strage di piazza Fontana a Milano, si è poi evoluto nella direzione di un pool di ricercatori e giornalisti impegnato a monitorare i nuovi fenomeni neofascisti e razzisti, senza comunque mai abbandonare lo studio e l’analisi storica, principalmente relativa agli anni della Strategia della tensione. Da qui la costituzione di una rete associativa con presenze stabili in diverse città della Lombardia (oltre a Milano, Monza e Brianza, Pavia, Como e Varese), che ha sviluppato rapporti con altre reti, come il Comitato lombardo antifascista, l’Osservatorio novarese sulle nuove destre e l’Osservatorio veneto antifascista, le federazioni Anpi di tutta Italia e moltissime associazioni antifasciste dislocate lungo la Penisola, Roma compresa, dove si è appena aperto un Osservatorio sul fascismo. Solo negli utlimi tre anni e mezzo l’Osservatorio è stato invitato e ha partecipato a più di 170 iniziative antifasciste o antirazziste. Ormai sono più di mille quelle complessive dalla data della sua fondazione.
​L’impegno è di proseguire su questa strada, sviluppando informazione e contro-informazione antifascista su quanto accade in Italia e in Europa, cercando di fornire anche, come abbiamo fatto ultimamente, materiali di documentazione più in generale sulla storia della Resistenza e dei fascismi storici, indispensabili questi per coltivare la memoria. [Osservatorio democratico sulle nuove destre]

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: