7 gennaio/ Uds per tornare a scuola

Il Consiglio dei ministri del 4 gennaio ha spostato il rientro a scuola per gli istituti superiori dal 7 all’11 gennaio. L’Uds di Milano non ci sta e chiama a presidio le e gli studenti. Giovedì 7 mattina, in piazza Affari a Milano, si terrà una manifestazione per chiedere che si smetta di far pagare alla scuola la malagestione della pandemia.

Il presidio, organizzato congiuntamente con Priorità alla scuola, ribadirà le istanze ormai di prassi nell’universo studentesco in questi mesi: la dad è insostenibile sia sul piano educativo che su quello psicologico e bisogna rientrare il prima possibile, tutte e tutti, in sicurezza.

A tre giorni dalla prevista apertura, la decisione del consiglio dei ministri, presa nella notte tra il 4 e il 5, è stata una doccia fredda.
Il sentimento diffuso è che nuovamente la scuola stia venendo sacrificata e, stavolta, è difficile argomentare che ci siano responsabilità da parte degli studenti, ormai al terzo mese di una nuova didattica a distanza al 100%.
La confusione regna su vari piani, ma come sempre l’ente che paga di più è quello dell’istruzione superiore.

Con lo slogan «La scuola SIcura in presenza» Uds Milano e Priorità alla scuola manifesteranno dalle 10 in Piazza affari proprio nel giorno della promessa riapertura per il 50 per cento dei e delle studenti. [Pietro Caresana, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: