Associazione di amicizia Italia Cuba

2 dicembre/ L’Arci di Como con Italia Cuba alla manifestazione nazionale di Milano

Il comitato provinciale Arci di Como, aderisce alla manifestazione nazionale promossa sabato 2 dicembre alle 14.30 a Milano dall’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba, per sostenere il popolo cubano nella lotta contro l’embargo, che dura quasi da 60 anni. Inoltre, si chiede che gli Stati Uniti restituiscano la base di Guantanamo all’Isola. Leggi QUI l’appello.

L’appuntamento è alle 14 in Via Palestro angolo Corso Venezia a Milano dalle 14. Per informazioni e adesioni scrivere ad amicuba@tiscali.it.

Il circolo di Como dell’associazione Italia Cuba, raggiungerà il luogo di incontro in treno con ritrovo alla stazione FNM di Grandate alle ore 12.45. Per eventuali informazioni contattare Giovanna Tamburello al numero 3475434711.

8 dicembre/ Giornata del tesseremento a Italia Cuba

itacuba2017L’Associazione nazionale di amicizia Italia Cuba circolo di Como, propone come di consueto giovedì 8 dicembre dalle 10 alle 17.30 alla sala dellAssociazione A. Lissi di via Ennodio 10 Como-Rebbio la giornata del tesseramento. Durante l’iniziativa sarà possibile rinnovare la tessera per il 2017, inoltre saranno allestite mostre, distribuito materiale e sarà proiettata la cronistoria fotografica sul comandante Fidel Castro. Rinfresco offerto dall’associazione. Info www.italiacubacomo.net

30 maggio/ Italia Cuba incontra Las Tunas

italia-cuba-COPCon un comunicato stampa l’associazione Italia Cuba invita a partecipare alla giornata d’incontro con la delegazione della regione cubana di Las Tunas, in arrivo sabato 30 maggio nel capoluogo lariano.

«Sabato 30 maggio sarà in visita a Como, ospite del Circolo di Como dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba in collaborazione con il Coordinamento Regionale Lombardo, una delegazione cubana di delegati della Provincia di Las Tunas, rappresentata da Nay Caballero Hernandez, delegato ICAP, Nuris Francisca Cantallops Borrego, direttrice scuola Vocacion de Arte, Dalgis Roman Aguilera, presentatrice di Tunasvision, e Istvan Ojeda Bello, giornalista del Periodico 26.

In mattinata la delegazione porterà una corona al Monumento alla Resistenza Europea con la presenza di esponenti dell’amministrazione comunale, per poi partecipare verso le ore 16.00 e  presso il salone A.Bertolio, via Lissi 6, Rebbio/Como, all’incontro pubblico “CUBA OGGI – Presente e futuro della Rivoluzione Cubana”, moderato da Gildo Caimi, Segretario del Coordinamento Regionale Lombardo dell’Associazione.

L’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba nasce nel 1961 per sviluppare l’amicizia e la solidarietà con il popolo cubano, dal 1997 i Circoli lombardi dell’Associazione sono gemellati con la provincia di Las Tunas, regione da dove proviene la delegazione e con la quale si è costruito un legame di amicizia, scambio culturale, solidarietà. Negli anni sono stati realizzati molti interventi e diversi di questi hanno visto il Circolo di Como partecipare attivamente. Le campagne di solidarietà del Circolo si sono concretizzate con numerose iniziative, quali l’Invio di attrezzature, materiale sanitario e medicine presso ospedali e centri di assistenza, la siistemazione e ristrutturazione di reparti presso ospedali e centri medici, la ricostruzione di scuole, centri per l’infanzia e per disabili, l’Interventi presso comunità rurali e l’invio di container con quaderni, giocattoli, materiale per l’igiene personale.

Il Circolo di Como inoltre, in collaborazione con la S.P.T. S.p.A locale, ha inviato complessivamente 17 autobus per il trasporto pubblico e nel corso degli anni alcuni meccanici ed elettrauto volontari, iscritti al Circolo, si sono recati all’azienda trasporti di Las Tunas per fare manutenzione e aggiornare il personale locale.

Tutti i progetti sono stati realizzati grazie al lavoro volontario dei nostri associati e a fondi raccolti attraverso le quote associative, l’organizzazione e la partecipazione a eventi quali mostre, spettacoli e feste»[Roberto Borin, segretario del circolo “Vilma Espin” di Como – Associazione Italia Cuba]

 

Donne resistenti/ Dalla Cuba post rivoluzionaria all’Italia partigiana

cubaDalla Cuba post rivoluzionaria all’Italia partigiana, passando per il Donbass e la linea del fronte curda. Situazioni e tempi molto diverse tra loro, ma accomunate da un dato importantissimo: il decisivo ruolo delle donne. Si è aperta così Donne resistenti, l’incontro organizzato dal circolo comasco di Italia Cuba presso il salone Bertolio di via Lissi, nella giornata di sabato 7 marzo, e ha ha visto tra i suoi ospiti Maria Giovanna Tamburello ed Inna Mashkarova, esponente del comitato Ucraina antifascista di Milano e del gruppo Global rights of peaceful people. Tra il pubblico anche l’assessore Marcello Iantorno e l’ex deputata Rosalba Benzoni.

Le due relatrici hanno quindi affrontato il tema del ruolo della donna in due momenti storici molto precisi, quali la Cuba negli anni successivi alla rivoluzione castrista e l’attuale est Ucraina. Maria Giovanna in particolare ha tratteggiato l’importanza della presenza femminile nel lungo processo di alfabetizzazione delle campagne caraibiche, una “guerra” dura e non meno pericolosa di quella armata, e che ha visto personalità come Vilma Espin in prima linea. La Espin, moglie di Raul Castro ed a cui è intitolato il gruppo cittadino dell’associazione, è stato a lungo presidente dell’organizzazione Donne di Cuba oltre che una figura importantissima nella rivoluzione del ‘59, in prima linea nel processo che ha portato l’isola ad avere un’altissima percentuale di donne laureate, attive nel campo della sanità e dell’insegnamento, oltre che una presenza oggi maggioritaria nel parlamento di L’Avana.

Molto diverse le coordinate geostoriche dell’intervento della Mashkarova, nativa di Sloviansk, a pochi chilometri da quella Donetsk teatro dei più terribili scontri nell’attuale conflitto ucraino. Inna ha infatti parlato della disastrata situazione della sua terra d’origine, stretta tra l’”operazione antiterrorismo” del nuovo governo di Kiev e condizioni di vita sempre più difficili, verso cui i continui sforzi delle diverse associazioni di aiuto e dei comitati sorti anche nel nostro Paese svolgono un ruolo importante nel portare aiuti, nonostante le crescenti difficoltà date da una situazione internazionale estremamente difficile e non semplice. A riprova delle sue parole l’attivista di origine russa ha mostrato al pubblico una serie d’immagini e video dalle principali città del Donbass, vittime negli ultimi tempi di ingenti bombardamenti da parte delle forze regolari del presidente Poroshenko.

Due testimonianze estremamente vivide, a cui ha fatto seguito un contributo scritto della storica dell’istituto Peretta Patrizia Di Giuseppe, assente dall’incontro per motivi di salute, che ha richiamato il ruolo di partigiane come Carla Capponi e Giuliana Gadola Beltrami. A questo ha fatto seguito la proiezione del documentario “Le donne nella resistenza curda”, sugli sforzi del battaglione denominato YPG nel contrastare nel nord Kurdistan l’avanzata dell’Isis, altra ed incredibile prova della forza dell’”altra metà del cielo” in uno dei contesti attuali più drammatici.

Un incontro sentito quindi, alla vigilia della simbolica data dell’8 marzo, “ricordata” dalle mimose lasciate sul banco delle relatrici. Quest’ultime hanno voluto fare in chiusura un augurio per una festa delle donne di pace, vedendo molti dei contesti che hanno descritto, e che possa far valere il suo messaggio originario, visto le perversioni “pop” che ne  hanno caratterizzato gli ultimi anni. [Luca Frosini, ecoinformazioni, foto Italia Cuba Como]

Italia Cuba/ il congresso nazionale

cuba2 Nella suggestiva cornice del circolo Lavoratori del Porto, si è celebrato a Genova l’XI Congresso nazionale di Italia Cuba, occasione per fare il punto sullo “stato” dell’Associazione e della sua realtà di riferimento, l’isola cubana sempre più al centro dello scenario politico latinoamericano. Tra interventi e testimonianze di militanza spazio anche all’ingresso nel direttivo nazionale della comasca Ilaria Belloni.

Tanti i temi affrontati nella tre giorni ligure, dal 28 al 30 marzo 2014: le nuove forme di solidarietà verso Cuba, la necessità di un maggiore coinvolgimento delle nuove generazioni nella vita associativa, le più prosaiche questioni di “sopravvivenza” rispetto ad un orizzonte nazionale ed internazionale sempre più complesso.

Un bilancio tra luci ed ombre quindi, tra un emorragia di tesserati sempre più pronunciata e il riconoscimento del ruolo che nonostante tutto Italia Cuba continua ad avere nel panorama associativo italiano, come dimostrato dai numerosi saluti di partiti e “colleghi” rilasciati nella prima giornata congressuale. Tra questi i rappresentanti locali di Anpi, con il genovese Giordano Bruschi, che ha inoltre ricordato la figura di Gino Donè, Rifondazione Comunista, con il “nazionale” Dario Ortolano e il “provinciale” Fabio Cancelliere, i Giuristi Democratici, la Comunità di San Benedetto al Porto e gli emissari di altre realtà solidali con il Sudamerica, come il San Salvador e il Nicaragua, oltre ovviamente alla nutrita pattuglia cubana. L’ambasciatrice Milagros Carina Aguero, il console Eduardo Vidal, il vice direttore dell’ICAP Elio Gamez Neyra, insieme ai militanti di Viva Cuba, associazione dei Cubani residenti in Liguria, hanno così portato all’assemblea i sentiti ringraziamenti per la vicinanza e l’impegno “in linea diretta” con l’Havana.

Cuba, appunto. Una vicinanza con l’esperienza castrista, con l’idealità che esprime e la sua eredità fatta propria dall’intero continente latinos, che Italia Cuba ha voluto esprimere con ancora maggiore forza, anche se declinata in contesto diverso e in continua evoluzione come quello attuale, contrassegnato da gravi difficoltà per tutto il fronte “sinistro” del nostro Paese. Una situazione che comunque riesce ancora a premiare l’impegno e la pratica, come dimostrato dalle esperienze dei singoli circoli e dalle loro diverse iniziative, dalla Sicilia alla Lombardia, non dimenticando il corposo contributo del presidio comasco, rappresentato istituzionalmente dai nove delegati scelti dall’assemblea cittadina, a cominciare dal segretario Roberto Borin e dal membro del direttivo uscente Maria Giovanna Tamburello.

E proprio da Como arrivano alcune delle novità dell’ultima giornata, quella contrassegnata dalle decisioni e dalle nomine dirigenziali. Il nuovo direttivo nazionale, composto come il precedente da 33 associati con Sergio Marinoni confermato alla presidenza dell’Associazione, ha visto l’ingresso di Ilaria Belloni, oltre alla conferma di Tamburello e all’ inserimento tra i potenziali sostituti di Andrea Cazzato. Un’ investitura, quella di Ilaria, arrivata sia come ulteriore riconoscimento ai meriti comaschi, sia nell’ottica di un progressivo ringiovanimento, come provato dai numerosi ingressi di “under 30” tra i vertici associativi.

Futuro quindi, ma anche un occhio di riguardo al Passato, omaggiato con la posa di una targa commemorativa di Fabio di Cello prima dell’inizio dei lavori davanti alla trattoria La Lanterna, non lontana dalla sede congressuale. Congresso che tornerà a riunirsi, ai sensi di statuto, tra 4 anni, per una nuova puntata della lunga vita di Italia Cuba. [ Luca Frosini, ecoinformazioni, foto di Nicola Tirapelle]

 

 

 

 

 

Congresso Italia Cuba/ il circolo viene intitolato a Vilma Espin

italia cuba comoDopo l’insendiamento della presidenza, con la relazione del segretario uscente Roberto Borin, si è aperto alle 14.30 di sabato 22 febbraio nel salone Bertolio di via Lissi a Como il congresso dell’associazione nazionale di amicizia Italia Cuba.

Gli interventi degli ospiti, le nomine dei delegati al congresso nazionale e del nuovo direttivo, il cambio di nome del circolo, con l’intitolazione alla rivoluzionaria cubana Vilma Espin: si può riassumere così la giornata congressuale dell’associazione.

Tanti i saluti dal mondo dell’associazionismo e della politica comasca. In particolare l’assessore Marcello Iantorno ha espresso la vicinanza del Comune di Como al circolo e al suo ruolo nel mondo del volontariato, augurio condiviso anche da Giovanni Di Giacomo dell’Isola che c’è, e da Guido Castelli, rappresentante dei soci Coop. Ugualmente sentiti gli interventi di Franco Mercuri, presidente dell’associazione comasca per la cooperazione internazionale, che ha ricordato anche uno storico esponente dell’associazione come Perugino Perugini, di Lucia Cassina per la Camera del Lavoro e di Jlenia Luraschi per l’Arci, mentre Antonio Proietto e Nicola Tirapelle, rispettivamente per l’Anpi provinciale e per il circolo cittadino, hanno riportato la convinzione di continuare la collaborazione con Italia Cuba nell’orizzonte delle forze antifasciste comasche. Dopo l’esponente di Svizzera Cuba, prova dell’ampia rete di contatti intessuta in questi anni dall’associazione, è stato il turno dei partiti, con i contributi di Marco Lorenzini per Sel, di Walter Nedo Nenci per il Psi, di Andrea Cazzato per il Pdci e di Fabrizio Baggi per Rifondazione.

In seguito ampio spazio agli interventi degli iscritti, affidati tra gli altri a Luigi Tirapelle, Fabio Facchinetti, Giovanna Tamburello e Roberto Vanzulli che ha lanciato l’idea dell’intitolazione del circolo a Vilma Espin, proposta passata all’unaminità, ideale prologo alla relazione del segretario nazionale Sergio Marinoni, che ha mostrato le ultime novità per Italia Cuba oltre a presentare l’imminente congresso nazionale, previsto per il 28-30 marzo a Genova.

L’ultima parte della giornata è stata così dedicata al rinnovo degli organismi dirigenti, all’approvazione del bilancio e dei documenti politici. Via libera alla relazione del segretario e al rendiconto annuale, mentre per i ruoli d’amministratore e di tesoriere sono stati nominati rispettivamente Maria Luisa Sansica e Giuseppe Caruana. I delegati al congresso genovese saranno nove, più precisamente Nicola Tirapelle, Luca Frosini, Marco Sportelli, Roberto Borin, Andrea Cazzato, Maitè Valdes Casas, Ilaria Belloni, Loredana Peracca e Giovanna Tamburello, mentre il nuovo direttivo, che dovrà eleggere successivamente il segretario, è composto da ventitre membri: Fabrizio Baggi, Andrea Cazzato, Luca Frosini, Ilaria Belloni, Giuseppe Caruana, Giovanna Tamburello, Donato Supino, Jlenia Luraschi, Nicola Tirapelle, Roberto Borin, Fabio Bellacanzone, Francesco Dalla Mura, Marco Sportelli, Antonio Proietto, Maria Luisa Sansica, Luigi Tirapelle, Antonio Russolillo, Maitè Valdes Casas, Lidia Cevenini, Giuseppe Pagano, Renzo Pigni, Loredana Peracca e Domenico Citarella, aumentando ulteriormente la presenza di giovani al suo interno. [Luca Frosini, ecoinformazioni]

Dopo Sandy anche Cuba ha bisogno di aiuti: parte la campagna di Italia-Cuba Como

Nella mattinata di sabato 17 novembre, nel salone Bertolio di via Lissi a Rebbio, si è svolta la conferenza stampa del Circolo di Como dell’Associazione nazionale di amicizia Italia-Cuba. Nell’incntro sono state illustrate le prime iniziative solidali verso le popolazioni cubane colpite dal passaggio dell’uragano Sandy che si è abbattuto a fine ottobre sull’Oriente del paese, infierendo in modo particolare sulla città di Santiago de Cuba. (altro…)

A Milano, una targa per ricordare Giovanni Ardizzone

Partecipazione numerosa alla manifestazione di sabato 27 ottobre a Milano indetta dall’Associazione Nazionale di amicizia Italia Cuba con la collaborazione di Anpi, Arci, Cgil e Rete antifscista milanese, contro tutte le guerre e tutti i terrorismi in memoria di Giovanni Ardizzone, giovane studente caduto durante una manifestazione pacifista in solidarietà al popolo cubano il 27 ottobre 1962. Al termine del corteo, alla presenza della vice-sindaca di Milano Maria Grazia Guida è stata scoperta una targa in via Mengoni alla memoria di Ardizzone. Guarda le foto di Nicola Tirapelle.

Prefetto e questore con associazioni e sindacato contro il neofascismo

Martedì  18 settembre  si è tenuto in Prefettura l’incontro con il prefetto ed il questore di Como di  Anpi, Cgil, Arci, Istituto di Storia contemporanea Pier Amato Perretta, Associazione di amicizia Italia Cuba sulle ultime  provocazioni da parte di gruppi neofascisti in città e provincia. (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: