cuba

5 ottobre/ CubaVSBloqueo

L’incontro sarà preceduto da una cerimonia che avrà luogo nel vicino cimitero di Rebbio: l’occasione è data dalla concomitante celebrazione del 75°mo anniversario della caduta in combattimento del partigiano Alfonso Lissi. Alle 15, durante una breve cerimonia, la Rivoluzione cubana renderà omaggio alla Resistenza italiana, con la deposizione di un omaggio floreale, ed un breve discorso delle compagne cubane, e successivamente ci sposteremo nella sala dove avverrà l’incontro pubblico. Seguirà una cena presso il Ristorante La Cornucopia di piazzale Venini (Stazione Como San Giovanni). La cena avrà un costo di 25 Euro. Per prenotare chiamare 3475434711

30 maggio/ Italia Cuba incontra Las Tunas

italia-cuba-COPCon un comunicato stampa l’associazione Italia Cuba invita a partecipare alla giornata d’incontro con la delegazione della regione cubana di Las Tunas, in arrivo sabato 30 maggio nel capoluogo lariano.

«Sabato 30 maggio sarà in visita a Como, ospite del Circolo di Como dell’Associazione Nazionale di Amicizia Italia-Cuba in collaborazione con il Coordinamento Regionale Lombardo, una delegazione cubana di delegati della Provincia di Las Tunas, rappresentata da Nay Caballero Hernandez, delegato ICAP, Nuris Francisca Cantallops Borrego, direttrice scuola Vocacion de Arte, Dalgis Roman Aguilera, presentatrice di Tunasvision, e Istvan Ojeda Bello, giornalista del Periodico 26.

In mattinata la delegazione porterà una corona al Monumento alla Resistenza Europea con la presenza di esponenti dell’amministrazione comunale, per poi partecipare verso le ore 16.00 e  presso il salone A.Bertolio, via Lissi 6, Rebbio/Como, all’incontro pubblico “CUBA OGGI – Presente e futuro della Rivoluzione Cubana”, moderato da Gildo Caimi, Segretario del Coordinamento Regionale Lombardo dell’Associazione.

L’Associazione Nazionale di Amicizia Italia Cuba nasce nel 1961 per sviluppare l’amicizia e la solidarietà con il popolo cubano, dal 1997 i Circoli lombardi dell’Associazione sono gemellati con la provincia di Las Tunas, regione da dove proviene la delegazione e con la quale si è costruito un legame di amicizia, scambio culturale, solidarietà. Negli anni sono stati realizzati molti interventi e diversi di questi hanno visto il Circolo di Como partecipare attivamente. Le campagne di solidarietà del Circolo si sono concretizzate con numerose iniziative, quali l’Invio di attrezzature, materiale sanitario e medicine presso ospedali e centri di assistenza, la siistemazione e ristrutturazione di reparti presso ospedali e centri medici, la ricostruzione di scuole, centri per l’infanzia e per disabili, l’Interventi presso comunità rurali e l’invio di container con quaderni, giocattoli, materiale per l’igiene personale.

Il Circolo di Como inoltre, in collaborazione con la S.P.T. S.p.A locale, ha inviato complessivamente 17 autobus per il trasporto pubblico e nel corso degli anni alcuni meccanici ed elettrauto volontari, iscritti al Circolo, si sono recati all’azienda trasporti di Las Tunas per fare manutenzione e aggiornare il personale locale.

Tutti i progetti sono stati realizzati grazie al lavoro volontario dei nostri associati e a fondi raccolti attraverso le quote associative, l’organizzazione e la partecipazione a eventi quali mostre, spettacoli e feste»[Roberto Borin, segretario del circolo “Vilma Espin” di Como – Associazione Italia Cuba]

 

Como attiva nella cooperazione internazionale

marcello iantornoIntervista all’assessore al Patrimonio del Comune di Como Marcello Iantorno, che ha rappresentato la città (il comune di Como e l’Associazione comasca per la cooperazione internazionale) in occasione dell’incontro internazionale del Programma di Sviluppo umano a Cuba, tenutosi a L’Avana il 25 e 26 giugno. (altro…)

Como a Cuba per l’Onu con Marcello Iantorno

marcello iantornoL’assessore Marcello Iantorno sarà a L’Avana il 25 e 26 giugno per rappresentare il Comune di Como e l’Associazione comasca per la Cooperazione internazionale al workshop del Programma di sviluppo umano a Cuba delle Nazioni Unite per valutare  il lavoro svolto nel 2012 ed in particolare tre prodotti di comunicazione che illustrano i risultati raggiunti  dal 1998 a oggi. Iantorno avrà incontri con esponenti dell’amministrazione cubana e con le altre delegazioni presenti all’iniziativa. Per l’assessore questa visita offrirà anche l’opportunità per ipotizzare iniziative internazionali  da svolgersi a Como nei prossimi mesi.

Italia Cuba: Il Tocororo e l’uragano

Il Tocororo (Priotelus temnurus) è un   uccello cubano che a causa del colore del  piumaggio, bianco, rosso e blu è stato scelto come simbolo nazionale. Da qui lo spunto per il titolo del libro presentato, nel pomeriggio di sabato 3 marzo nella sala Bertolio di via Lissi a Rebbio, dall’Associazione Italia Cuba di Como.

(altro…)

Pro Cuba

Solidarietà con Cuba dopo i due disastrosi uragani che la hanno colpita. L’associazione Italia – Cuba comasca presenta una campagna straordinaria di raccolta fondi per aiutare l’isola caraibica.

Dopo i due disastrosi uragani che hanno spazzato le Antille e il Golfo del Messico a breve distanza l’uno dall’altro, Gustav alla fine di agosto e Ike ai primi di settembre, Cuba ha sofferto danni per 5 miliardi di euro e più di 200 mila persone hanno dovuto abbandonare le proprie case.
Il Circolo di Como dell’Associazione Italia – Cuba, per voce del suo presidente Antonio Russolillo, ha deciso così di «di intraprendere uno sforzo straordinario oltre a quello che normalmente diamo». I circoli lombardi dell’Associazione Italia – Cuba sono gemellati con la provincia cubana di Las Tunas, «la regione più ricca d’Italia, con la provincia più povera di Cuba», ha precisato il presidente, come la brigata di lavoro, da poco tornata, che ha contribuito alla ristrutturazione di un ospedale per bambini disabili.
Solo l’ultimo uragano ha fatto sette vittime una tragedia che però avrebbe potuto avere dimensioni ben più gravi se non fosse pronto ed efficace l’impegno della protezione civile ha sottolineato Donato Supino, consigliere comunale Prc a Como. Infatti, così come ricordato nel volantino dell’associazione «mentre nel resto del centro America e Caraibi, Stati Uniti compresi, i morti si contano spesso a centinaia, a Cuba, il numero delle vittime è sempre limitatissimo proprio a causa di una cultura che mette la prevenzione al primo posto».
Il consigliere a Palazzo Cernezzi ha poi proseguito «il sindaco è andato a Pinar del Río, nel nord, una delle zone più colpite, e sarà interessante capire cosa porterà come sua impressione». Fondamentale sarebbe ora l’eliminazione dell’embargo americano: «Cuba ha chiesto la sospensione del blocco per almeno un mese, ma il Segretario di stato americano, Condoleezza Rice, ha negato il permesso».
«Stiamo promuovendo una sottoscrizione – ha proseguito Russolillo – che si può fare tramite un contributo su conto corrente postale ed è detraibile dalle tasse». Inoltre è in preparazione una cena per raccolta fondi, che si terrà sabato 25 ottobre alla Cooperativa di via Lissi a Como, il cui intero ricavato verrà devoluto per aiutare la popolazione cubana, le spese verranno coperte dall’associazione.
In cantiere ci sono anche iniziative di sensibilizzazione con banchetti, volantinaggi e serate pubbliche d’informazione.
Per maggiori informazioni e per contribuire http://www.italiacubacomo.net/emergenza_uragani.html.

La figlia del Che e i pullman comaschi

Un incontro al circolo Xanadù sulla cooperazione internazionale e un’esperienza di solidarietà concreta a Cuba le due importanti iniziative presentate dall’associazione Italia – Cuba di Como.

Lunedì 21 aprile sono state presentate due importanti iniziative del circolo comasco dell’associazione di amicizia Italia – Cuba. Erano presenti Antonio Russolillo, segretario del circolo, Donato Supino, socio dell’associazione, e Renzo Pigni, vice-presidente dell’Anpi di Como e sostenitore del gruppo.

Il 24 aprile alle 21 al circolo Arci Xanadù in via Varesina 72 a Como ci sarà una serata nella quale si discuterà di Rivoluzione cubana, resistenza italiana e solidarietà internazionale, tema che deriva direttamente dall’articolo 1 dello statuto dell’associazione. Alla serata saranno presenti Aleida Guevara, figlia del Che, don Andrea Gallo, della comunità di San Benedetto al porto di Genova, e Renzo Pigni.

Il segretario del circolo si è mostrato soddisfatto per l’andamento degli iscritti all’associazione che stanno crescendo di anno in anno, mostrando un crescente interesse per le tematiche affrontate dall’associazione. Inoltre ha voluto presentare la seconda iniziativa del circolo di Como. Sabato 26 aprile arriverà a Las Tunas, provincia cubana gemellata con l’associazione Italia – Cuba Lombardia, un container contenente materiale per sistemare il centro per disabili Calixto Sarduy. Oltre al materiale arriveranno sul posto dei volontari dell’associazione che per tre settimane porteranno avanti i lavori di ristrutturazione. Antonio Russolillo ha ricordato che questo è l’ottavo container inviato alla provincia di Las Tunas e ha voluto anche sottolineare la risposta positiva dei comaschi a queste esperienze di solidarietà.

Donato Supino ha fatto presente che dal 2000, l’associazione ha inviato ben sedici autobus (donati dall’azienda Spt) e un’autobotte, oltre ai meccanici che hanno rimesso in funzione i mezzi. Le cose che spesso servono a Cuba, sotto embargo da quarant’anni, sono pezzi di ricambio, attrezzi o materiali per noi molto comuni, come il filo per cucire le ferite.

Renzo Pigni ha evidenziato l’importanza di iniziative di solidarietà concreta, molto differenti da quelle di “solidarietà da lontano”. Como – ha ricordato il vice-presidente dell’Anpi – è una delle quarantasette città riconosciute dall’Onu come messaggere di Pace, in città c’è un monumento alla resistenza europea e inoltre il capoluogo si è gemellato dopo la guerra con una città giapponese e una tedesca, un messaggio di rottura con il passato. Queste caratteristiche devono fare riflettere i giovani che dovrebbero crescere non con nostalgia per il passato, ma con speranza per il futuro e coscienza storica. L’ex-parlamentare ha anche descritto la situazione cubana, incattivita da quarant’anni di embargo americano. Un popolo che è stato messo nella condizione di non poter realizzare il proprio futuro. In questa drammatica situazione i progetti che prevedono l’invio di volontari sono necessari molto più che l’invio di soldi. [Francesco Vanotti, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: