Fiom Cgil Lombardia

Nuove destre, vecchi padroni

32634152_10215898173706743_1008281475822387200_n

Nella mattinata di lunedì 14 maggio, il Teatro nuovo di Rebbio ha ospitato il convegno organizzato dalla Fiom-Cgil di Como e della Lombardia e intitolato “Nuove destre, vecchi padroni”. Ha aperto l’incontro Ettore Onano, segretario Fiom Cgil di Como, sono seguiti gli interventi di Roberto Giudici, della Fiom Cgil di Milano, di Elia Rosati, ricercatore alla facoltà di Storia dell’Università degli studi di Milano, che ha offerto a una platea di una cinquantina di persone una doppia lectio sul fascismo “storico” e sui movimenti neofascisti/ neonazisti contemporanei, di Giacomo Licata, segretario generale della Camera del lavoro di Como, di Anna Francescato, portavoce della rete Como senza frontiere, e di Alessandro Pagano, Segretario generale Fiom Cgil Lombardia. Onano ha invitato tutte e tutti i  presenti a osservare un minuto di silenzio alla memoria di Candido Omiciulo della Fiom Cgil nazionale, scomparso la scorsa settimana, originariamente previsto come relatore dell’incontro. (altro…)

«Bisogna riportare al centro dell’agenda politica le questioni del lavoro e della crisi»

fiom cgilQuesta la richiesta della Fiom lombarda al candidato del centrosinistra per le prossime elezioni in Lombardia, Umberto Ambrosoli, che auspica una riforma degli ammortizzatori sociali, l’utilizzo del contratto di solidarietà, l’introduzione del reddito di cittadinanza e maggiore democrazia nei posti di lavoro (altro…)

Sisme: La Fiom spiega la propria posizione

«La soluzione è un piano industriale credibile – per il sindacato metalmeccanico della Cgil –. Se Fim e Uilm acconsentono alla riduzione di premi e diritti, significa che si assumeranno anche la responsabilità di un accordo separato» (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: