Mario Lucini

Libera/ Marco Tagliabue: la forza di denunciare

Marco TagliabueAlla Festa di Libera il coraggio di denunciare, la forza di ascoltare e divertirsi contro le mafie sabato 2 luglio  all’area feste di Maslianico. La pioggia non ha aiutato al festa che ha comunque raccolto molti giovani attivisti. Momento essenziale dell’iniziativa, che ha offerto anche la cucina realizzata con il sostegno dell’associazione Lambienteinvita di Maslianico con materie prime provenienti da Libera terra e ha dovuto cedere al rito della partita calcistica, è stato il dibattito La forza di denunciare. (altro…)

No alla sfiducia/ 18 voti per Lucini

Mario_LuciniNon passa, nel Consiglio comunale di Como del 21 giugno, la mozione di sfiducia proposta dalle opposizioni  con il sostegno di Gioacchino Favara del Pd e l’adesione della consigliera Marzorati. Tutta la maggioranza, con sottolineature però molto diverse tra i gruppi, ha compattamente escluso la sfiducia a Mario Lucini. Hanno votato la sfiducia i propositori della mozione presenti (13 voti). Assenti, avendo scelto di non partecipare al voto, Favara e Grieco del Pd. Contrari 18 consiglieri/ e.

ecoinformazioni on air/ Lucini accerchiato

conferenza stampa 2015dic30-LuciniIl servizio di Gianpaolo Rosso in onda il 10 giugno alle 7,15 su Radio Popolare. Ascoltalo nel  sito di Radio Popolare nelle pagine di Metroregione.

Mario Lucini non si ricandida a sindaco di Como ma si dichiara fiducioso di ricompattare la sua maggioranza, conferma di non volere fuggire davanti alle difficoltà e quindi non si dimette. Contro Lucini la sequenza di arresti di dirigenti comunali implicati nella vicenda della paratie e accusati anche di altri illeciti in un’inchiesta non ancora terminata tanto che la Procura di Como ricorre contro il mancato arresto di Maria Antonietta Marciano, direttrice del settore legale del Comune.

Contro di lui le opposizioni di destra, il Movimento cinque stelle e le liste civiche con l’appoggio di un dissidente del pd che però sembra avere l’avallo indiretto di una parte del partito renziano.
Ulteriore colpo a Lucini è venuto dall’autorità anticorruzione di Cantone che ha deciso di annullare l’incontro con il sindaco previsto per il 16 giugno e sembra possibile addirittura il commissariamento della Sacaim vincitrice dell’appalto della paratie.
Intanto il Pd pochi minuti dopo la decisone del sindaco già propone alle altre forze politiche primarie aperte per scegliere il candidato, Paco Sel avvia un percorso di ascolto degli attivisti per decidere se rimanere in maggioranza e le opposizioni organizzano per sabato 11 giugno flash mob e raccolta di adesioni alla loro proposta di sfiducia al sindaco. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

Lucini non si ricandida/ Il Pd invita alle primarie

luciniLucini  ha ceduto ai colpi della bufera che ha investito il Comune di Como e  alla pressione di una delle componenti del pd che, in contrasto con la posizione di Fanetti e Gaffuri, da tempo sperava in una sua rottamazione. (altro…)

Bufera paratie/ Riunione Anac sospesa

anac

Non ci sarà l’incontro del sindaco di Como con l’Anac fissato per il 16 giugno. L’autorità di Cantone lo ha disdetto rimandando la questione a successivi sviluppi indicando che la decisione deriva dalle indagini della Procura ed è in relazione agli arresti e alle comunicazioni di garanzia da essa disposti.  (altro…)

Le opposizioni: via Lucini/ Paco-Sel: politica, non agguati

cernezziAlla sottoscrizione avvenuta nello studio di Rapinese con la presenza di 13 consiglieri comunali è seguita il 6 giugno la conferenza stampa a Palazzo Cernezzi di presentazione delle ragioni della sfiducia al sindaco Mario Lucini. (altro…)

Lucini: «Rispetto l’operato della magistratura»

facciatapalazzocernezziIl Comune di Como informa della decisione presa di sostituire gli arrestati  Antonio Ferro e Pietro Gilardoni. Pierantonio Lorini  assume l’incarico ad interim della direzione del settore Strade e Luca Baccaro quello del  settore Edilizia pubblica. Il sindaco sulla vicenda giudiziaria ha dichiarato: «Rispetto l’operato della magistratura e auspico che si giunga in tempi brevi all’accertamento definitivo della dinamica dei fatti e della verità».

24 maggio/ Nuovo assetto dell’istruzione degli adulti

2 Biblioteca_comoLa funzione del Cpia1 Como, Centro provinciale per l’istruzione degli adulti, «incontro di presentazione delle opportunità formative rivolte alla popolazione adulta in provincia di Como», martedì 24 maggio alle 16,45 alle Biblioteca comunale di Como, piazzetta Venosto Lucati, con Guido Frigerio, Provincia di Como, Mario Lucini, sindaco di Como, Silvia Magni, assessora Politiche educative Comune di Como, Roberto Proietto, Usr Lombardia At Como – Ufficio V ordinamenti scolastici, Aldina Arizza, dirigente scolastico Cpia1 Como, Roberto Peverelli e Silvana Campisano, dirigenti scolastici corsi di secondo livello Cpia1 Como.

Vincenzo Sapere regala un ascensore al Centro anziani di Prestino

targa sapere

Vincenzo Sapere continua a prodigarsi per la sua città anche dopo la morte. Massimo Patrignani, dirigente del Comune di Como e amico del compianto consigliere comunale comasco, aveva promesso, nel saluto a Vincenzo Sapere svolto nel Centro anziani di Prestino il 23 ottobre 2015, che si sarebbe risolta l’inaccessibilità del Centro stesso impedita da una rampa di scale.

ascensoresapereAlle 15 di sabato 27 febbraio al Centro anziani di Prestino  il sindaco di Como Mario Lucini ha inaugurato non una rampa-scivolo come inizialmente si era pensato di realizzare, ma un vero ascensore che permette finalmente a tutti di raggiungere la sala. La cerimonia alla quale hanno partecipato oltre al  sindaco consiglieri comunali e amici di Vincenzo ha avuto il suo momento più importante alle 15 con poche, sentite e non formali parole per Sapere di Lucini e il taglio del nastro compiuto dal sindaco insieme alla  nipotina di Vincenzo. È seguito un rinfresco offerto dall’Associazione anziani. [foto Massimo Patrignani, ecoinformazioni]

Guarda il video nel quale Massimo Patrignani promette il 23 ottobre 2015 che in memoria di Vincenzo Sapere sarebbe stato risolto il problema dell’accessibilità a tutti del Centro anziani.

Lucini presidente

luciniA fine gennaio il sindaco di Como è stato nominato presidente della Conferenza dei Comuni, delle Comunità Montane e degli Enti gestori delle Aree regionali protette della provincia di Como.

 

«L’organismo è previsto dall’art. 16 della L.R. n. 12/2005 – ricorda il comune di Como –. La conferenza è stata inizialmente istituita nel 2000 ai sensi dell’art. 3, comma 7 della L.R. n. 01/2000, quando la partecipazione era limitata solamente ai rappresentanti dei Comuni e delle Comunità Montane. Successivamente, la L.R. n. 12/2005 ha esteso la partecipazione anche ai rappresentanti delle Aree regionali protette; pertanto, nella seduta del 16 maggio 2005 la Conferenza ha adeguato il proprio Regolamento estendendo la partecipazione e il voto ai rappresentanti dei Parchi, Plis, Riserve e Aree Protette Regionali». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: