Wwf Insubria

Per la tutela del territorio verde di Alzate Brianza

Quattro associazioni ambientaliste chiedono maggior tutela del territorio di Alzate Brianza. È quanto contenuto nelle proposte inviate (e di seguito riportate) all’amministrazione comunale in vista delle revisione del Pgt alzatese, da parte delle associazioni ambientaliste del territorio: insieme al Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” (che ha sede proprio ad Alzate), vi sono il Comitato per il Parco Regionale Graone-Brughiera, il WWF Insubria e Legambiente Cantù.
Molte le richieste contenute nelle proposte presentate dagli ambientalisti.

(altro…)

Mal d’aria: quali rimedi?

2017-11-25 11.21.35 1.jpg

In apertura al convegno Mal d’aria. L’inquinamento atmosferico avvelena le nostre vite –  la mattina di sabato 25 novembre nell’auditorium Bosisio della sede di Ca’ d’Industria in via Brambilla 49 a Como – Chiara Bedetti, presidente di Legambiente Como, ha espresso la soddisfazione delle associazioni promotrici nel portare tale tema all’attenzione di un incontro pubblico, peraltro assai partecipato con un centinaio di persone in sala. Oltre a Legambiente, hanno concorso all’organizzazione del convegno le associazioni Famiglia comascaCgil ComoFiab Como BiciamoLa città possibileWwf InsubriaIubilantes Rete dei camminiAssociazione Medici con l’Africa; con il patrocinio del Comune di Como e della Camera di commercio di Como.
(altro…)

25 novembre/ “Mal d’aria”

Sabato 25 novembre dalle 9,30 alle 12,30, nel salone Bosisio della Ca’ d’Industria a Como in via Brambilla 61, Legambiente Como invita al convegno Mal d’aria. L’inquinamento atmosferico avvelena le nostre vite, organizzato dal circolo Legambiente Angelo Vassallo in collaborazione con Famiglia comasca, Cgil Como, Fiab Como Biciamo, La città possibile, Wwf Insubria, Iubilantes e Rete dei cammini, Associazione Medici con l’Africa; con il patrocinio del Comune di Como e della Camera di commercio di Como.

(altro…)

11 dicembre / Turismo sostenibile nel Lago di Pusiano

111215pusianoSerata di «riflessione sulla gestione delle attività turistiche nell’area protetta del lago» con Pietro Gatti, responsabile Servizio faunistico della Provincia di Lecco, e Mattia Brambilla, naturalista, modera Arturo Binda, educatore ambientale del Parco Valle Lambro, con proiezione di un documentario sul lago a cura di Cosimo Pilotto, venerdì 11 dicembre al Centro studi G. Parini in via Appiani 10 a Bosisio Parini organizzata da Canoa club Bosisio Parini, Circolo ambiente Ilaria Alpi, Wwf Insubria, Wwf Lecco, Centro ricerche ornitologiche Scanagatta – Varenna.

 

«Come si può conservare il valore ambientale del lago di Pusiano? Quali sono le attività turistiche compatibili con la tutela del Sic (Sito di interesse comunitario)? È possibile una differente strategia di protezione e di valorizzazione del patrimonio naturale e culturale del lago? – si chiedono gli organizzatori –. L’incontro dell’11 dicembre si propone di avviare una discussione e un confronto sulla tutela del lago, proponendo una differente strategia di protezione e valorizzazione del patrimonio naturale e culturale nel Sic del Lago di Pusiano. Rispetto al turismo, secondo le associazioni promotrici occorre pensare a una più precisa regolamentazione delle attività ospitate e ospitabili nell’ambiente naturale che, nel momento in cui si trasformano in attività di massa, possono diventare dannose per la salvaguardia dell’area protetta». [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: