Giorno: 21 Gennaio 2014

La memoria non dura un giorno

raffaele mantegazzaShoah e resistenza nell’educazione, con Raffaele Mantegazza, Intercultura – Università Milano-Bicocca, venerdì 24 gennaio alle 21 alla Biblioteca comunale di Como, in piazzetta Lucati. «Un’introduzione al tema della Shoah – recita una presentazione –, si parlerà di carnefici, vittime, spettatori della Shoah e della quotidianità, si parlerà di lager, della pedagogia dello sterminio e del ruolo della scuola, della Giornata della Memoria e delle sue ricadute sulla scuola e il territorio». [md – ecoinformazioni]

Viaggio ad Auschwitz a/r

Spettacolo della compagnia teatrale Il Melarancio di Cuneo per gli studenti delle scuole secondarie di primo grado (classi terze) giovedì 30 gennaio alle 10 al Teatro Sociale di Como in piazza Verdi. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti via e-mail a ccozzi@teatrosocialecomo.it o fax al 031.271472 entro venerdì 24 gennaio con l’indicazione dell’insegnante di riferimento, della scuola, delle classi e del numero dei ragazzi partecipanti.

«È assai difficile mettere in scena, oggi, per l’ennesima volta, uno spettacolo davvero necessario per spiegare ai ragazzi cosa sia stato realmente l’orrore della Shoah. Narrare in modo inusuale la Shoah ai ragazzi deve essere sempre di più un impegno morale – precisa una nota –. Ecco perché Viaggio ad Auschwitz a/r è uno spettacolo assolutamente da considerare importante, proprio perché ha toccato queste corde che collegano oltretutto indissolubilmente il passato con il presente. Gimmi Basilotta, infatti, nel suo spettacolo parla di un suo viaggio molto particolare, compiuto insieme ad altri “pellegrini”, dal Piemonte fino in Polonia, ripercorrendo a piedi il medesimo doloroso viaggio di deportazione che, nel 1944, portò ventisei ebrei cuneesi da Borgo San Dalmazzo ad Auschwitz. L’attore traduce in parole semplici il suo cammino, aiutato solo da poverissimi elementi di scena, pezzi di legno, fresche frasche, una betulla del tutto simile a quella che ha piantato là in quell’inferno alla fine del viaggio. In questo modo passato e presente si fondono in una specie di preghiera laica, una via crucis liberatoria e commovente che appassiona per più di un’ora l’attenzione degli spettatori a cui vengono donate parole di speranza per cercare tutti insieme di affrontare un futuro migliore» (la scheda didattica). [md – ecoinformazioni]

Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario

01-Christian-Poggioni3Letture sceniche a cura di Christian Poggioni, che prendono nome da una citazione dell’appendice all’edizione scolastica del 1976 di Se questo è un uomo di Primo Levi, spettacolo per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado lunedì 27 gennaio alle 11 alla Biblioteca comunale di Como, in piazzetta Lucati. Prenotazione obbligatoria fino ad esaurimento posti al tel. 031.252850. 

I disegni dei bambini di Terezin

istituto perrettaMostra fotografica alla Biblioteca comunale di Como, in piazzetta Lucati, dal 23 al 25 gennaio, a cura dell’Istituto di storia contemporanea Pier Amato Perretta, aperta giovedì e venerdì dalle 9.30 alle 19, sabato dalle 14 alle 19. Per informazioni Internet www.isc-como.org.

ecoinformazioni 429/ il settimanale

429

Con il numero 361 dell’ottobre 2005 ecoinformazioni da settimanale diventò mensile. Allora scrivemmo «ci proviamo davvero» e lo abbiamo fatto. Oggi con questo numero 429 parte l’avventura di una nuova serie del settimanale, una news telematica che raccoglie i più significativi articoli dei nostri blog. Il settimanale on line si affianca alla pubblicazione su carta, che con le consuete 48 pagine avrà quattro numeri ordinari, uno per stagione, ed edizioni speciali dedicate a campagne e eventi del territorio. Leggi il 429.

Note resistenti, per la Memoria

Luca_Lanzi_Francesco_Moneti_1-0Suoneranno venerdì 24 gennaio (ore 21) allo Spazio Gloria/ Arci Xanadù (via Varesina 72, Como). Il giorno dopo saranno alle dieci di mattina alla scuola media Ugo Foscolo per una lezione – concerto agli alunni sulla shoah. Per la Giornata della Memoria 2014 Luca Lanzi (cantante e compositore della Casa del Vento, qui con Patti Smith) e Francesco Moneti (violinista e chitarrista dei Modena City Ramblers) racconteranno, attraverso le canzoni realizzate dalla Casa del Vento, in particolare quelle contenute nel disco Sessant’anni di Resistenza, alcuni episodi della lotta partigiana aretina e della Shoah (altro…)

Memoria Resistente a Blevio

memoria resistenteIn occasione della Giornata della Memoria, la biblioteca comunale di Blevio ospiterà da sabato 25 a martedì 28 gennaio la mostra Memoria Resistente, realizzata nel 2012 da Anpi provinciale, Arci provinciale, ecoinformazioni ed Istituto Perretta con il contributo di Regione Lombardia. Negli stessi giorni sono consultabili anche volumi sulla Shoah per bambini e ragazzi. Lunedì 27 gennaio alle 15 inoltre, in collaborazione con la scuola Primaria verrà proiettato il documentario Per non dimenticare nell’atrio della scuola.

Shoah, l’infanzia rubata

shoah l'infanzia rubataMostra fotografica a S. Pietro in Atrio, in via Odescalchi 3 a Como, dal 23 gennaio al 3 febbraio organizzata dal Collegio Gallio con l’associazione Figli della Shoah, aperta da lunedì a venerdì dalle 15 alle 18, sabato e domenica dalle 9.30 alle 12 e dalle 15 alle 18.

 

«La mostra, promossa dal Collegio Gallio, che nel corso del secondo conflitto mondiale fu anche luogo di rifugio e salvezza per un bambino di origine ebraica Roberto Furcht, ripercorre idealmente la negazione dei diritti fondamentali dei bambini ebrei durante gli anni della persecuzione nazifascista – spiega la presentazione –. Le piccole vittime innocenti della Shoah furono un milione e mezzo. Attraverso la negazione dei diritti fondamentali dell’infanzia, quali il diritto al gioco, alla dignità, alla salute, all’identità, all’istruzione, alla libertà, alla tutela e, per ultimo, alla vita, la mostra mette in evidenza le dure condizioni e le terribili costrizioni alle quali furono sottoposti i bambini e i ragazzi di religione ebraica durante quegli anni. Si contrappone a tale orrore la grande figura del pedagogo polacco Janusz Korczak, ispiratore dell’attuale Convenzione internazionale dei Diritti dei bambini, che lottò fino all’ultimo per alleviare le sofferenze dei bambini del suo orfanotrofio, situato nel ghetto di Varsavia». Per informazioni Internet www.figlidellashoah.org. [md – ecoinformazioni]

Gli anni rubati: Giornata della memoria

gli anni rubatiAlla Cooperativa moltrasina, in via Raschi, con il patrocinio del Comune di Moltrasio in occasione della Giornata della memoria domenica 26 gennaio alle 18.30, voci recitanti Giancarlo Pagani e Marta Scotuzzi, musiche a cura di Alberto Donegani, filmati a cura di Vittorio Bernasconi. Segue una frugale cena tradizionale ebraica (a offerta libera). Per informazioni tel. 031.290316.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: