Como con Parigi: contro il terrorismo per la Pace

2 WFRANCEAncora una volta, a dimostrazione di quanto sia
preziosa nella società la rappresentanza dei lavoratori, a chiamare a raccolta cittadini e cittadine sono stati prima di tutti i sindacati. Ma immediatamente la città ha risposto con tutte le sue rappresentanze culturali, sociali, politiche e naturalmente con l’istituzione comunale. Più di trenta i soggetti che hanno reso possibile la manifestazione, molto differenziati politicamente, dalle destre (Lega esclusa) al centrosinistra, mentre il M5s non ha aderito formalmente all’iniziativa.

Gli organizzatori  hanno voluto dare prova di unità evitando la passarella degli interventi e affidando a solo due voci – molto applaudite –  il compito di parlare per tutte e tutti: il segretario della Cgil Alessandro Tarpini e il sindaco della città Mario Lucini. Sono stati discorsi che nulla hanno lasciato alla rabbia e hanno saputo esprimere compostezza, solidarietà, orrore per la barbarie terroristica, fraterna partecipazione alla tragedia che ha colpito ora i francesi senza dimenticare le tante altre vittime della violenza terroristica e bellica in ogni parte del mondo. Parole condivise, non solo un minuto di silenzio  commosso al quale hanno partecipato le oltre trecento persone presenti (tra loro anche rappresentanti del mondo islamico comasco), ma idee di Pace, antitetiche ai proclami di vendetta tanto immorali quanto inefficaci per dare sicurezza all’Europa e al mondo.  Già on line sul canale di  ecoinformazioni i video di tutti gli interventi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: