Giorno: 14 Giugno 2017

Accoglienza fredda/ Una vergogna in ballottaggio

Le elezioni stanno per concludersi e in eredità alla nuova amministrazione comunale viene lasciata la vergogna conclamata delle persone costrette a dormire in strada che le istituzioni fanno finta di non vedere. La Como solidale, lasciata sola fin da luglio quando ha dovuto supplire all’assenza di Comune e Prefettura indisponibili ad assumersi la responsabilità del problema e ancora oggi impegnata allo strenuo per la dignità della città che non può risultare incapace di fornire almeno un giaciglio a chi (migrante o nativo) viene costretto a dormire in strada, non demorde. (altro…)

L’ultima volta

È  toccato ai Sulutumana chiudere per sempre la bellissima esperienza musicale che ha animato in questi anni il giardino interno del corpo centrale di San Martino a Como. Anche l’associazione Oltre il giardino che di quella esperienza era la forza motrice, andrà via, insieme alla sua singolare Università del tempo ritrovato (e non si ancora se e dove troverà un’altro spazio per vivere). Queste cose non interessano alle istituzioni cittadine, indifferenti allo scandalo di un grande, magnifico parco urbano chiuso alla città, paralizzato dalla ricerca di una speculazione abbastanza conveniente per pochi. (altro…)

Artigiani fino al 7 agosto senza reddito

La Cna di Como presenta il quadro preoccupante delle piccole imprese lariane sottoposte a una tassazione che riduce le possibilità occupazionali, non garantisce un reddito ragionevole, impedisce investimenti e innovazione, quando non mette addirittura in pericolo la sopravvivenza stessa dell’attività. (altro…)

16 giugno/ L’alchimia delle sette note a Villa Olmo

Venerdì 16 giugno alle 17  a Villa Olmo avrà luogo il secondo incontro del ciclo  L’alchimia delle sette note, organizzato dal Teatro Sociale di Como e dal Centro speciale di scienze e simbolica dei beni culturali e inserito nel contesto dell’iniziativa Aspettando Ettore Majorana.  (altro…)

Elezioni/ Como: la sinistra non sarà in Consiglio

La prossima Como ha colto l’obbiettivo di essere ammessa alla ripartizione dei seggi nel Consiglio comunale di Como, ma, con il 3,05 per cento, non sarà rappresentata a Palazzo Cernezzi. Infatti, esclusi gli apparentamenti, come indicato anche prima delle elezioni, sia che a vincere sia Landriscina che Traglio il meccanismo di assegnazione di un seggio richiederà, essendovi in entrambi i casi all’opposizione forze con consensi molto rilevanti, alcune centinaia di voti in più (183 o 510 a seconda di chi prevarrà al secondo turno) per avere rappresentanza. 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: