Al via L’Altra Cernobbio

È iniziata L’Altra Cernobbio, la risposta al Forum Ambrosetti e alla politica e finanza neoliberista che in questi giorni si incontrerà a Villa D’Este. I saluti e i ringraziamenti di Danilo Lillia di Arci Terra e Libertà, Sara Sostini di Arci ecoinformazioni e Giulio Marcon di Sbilanciamoci.

«Una giornata di impegni ideale e concreto di cambiamento» ha affermato Danilo Lillia, «una giornata di lotta contro la diseguaglianza che è una questione storica e politica», ha detto Danilo Lillia di Arci Terra e Libertà.

Oggi viene lanciata proposta sul fisco Tax the rich, la diseguaglianza nei confronti dei redditi è aumentata e le tasse sul lavoro sono maggiori di quelle sul capitale. E senza la volontà diretta di tassare i redditi le possibilità di ridurre diseguaglianze economiche si riduce drasticamente. Oggi 5/6 multinazionali generano utili pazzeschi gettando in povertà milioni di persone. La questione fiscalità va messa al centro e questo è uno degli obiettivi de L’Altra Cernobbio, riprendendo le parole di Lillia.

I saluti sono arrivati poi anche da Sara Sostini, segretaria di Arci ecoinformazioni. Saluti e ringraziamenti per chi crede sia possibile credere in qualcos’altro: un altro modo di vedere i diritti, l’economia, la cultura. «Oggi si chiama altra Cernobbio, ma potrebbe essere altra Como, altra Italia e altro pianeta. Serve informazione libera, qualcuno che parli di un’alternativa».

Giulio Marcon di Sbilanciamoci ha parlato infine della fierezza della sobrietà della sede dell’Oratorio di Cernobbio, di questo evento organizzato con l’autofinanziamento a differenza del Forum Ambrosetti dove serve spendere migliaia di euro per accedere a Villa D’Este. «Un’altra Cernobbio perché la pensiamo in modo diverso. Perché abbiamo un punto di vista diverso rispetto a quello che si è discusso a Cernobbio con l’establishment italiano e internazionale dell’economia, della politica e della finanza». Crisi pandemica, energetica, climatica, guerre, diseguaglianze: calamità legate a doppio filo al neoliberismo. «Dobbiamo, per l’appunto, sbilanciarci».

Parte e vive L’Altra Cernobbio, perché oggi più che mai un’alternativa al modello di sviluppo neoliberista deve essere perseguita. [Daniele Molteni, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: