Afghanistan

Che fatica lasciare l’Afghanistan

Si è concluso il periodo di insegnamento a Kabul della musicista comasca Adriana Mascoli. Il racconto della sua esperienza ha animato il blog Noi da loro sul quale è stato pubblicato l’ultimo post che descrive quanto sia stato emozionate e doloroso il momento dei saluti e perché si interrompe a metà anno scolastico (in Afghanistan)  una bella quotidianità fatta di lavoro comune, trasformazioni e apprendimenti, gioia e racconti, con bambine e ragazzi. Leggi il post su Noi da loro

Omaggio al soldato afgano

Nell’ultimo mese sessantotto soldati afgani sono stati uccisi in attacchi terroristici. NOI internazionali con le nostre vite supertutelate, NOI che siamo qui a instaurare una condizione di apartheid nella società afgana, a volte riusciamo a guardare LORO con occhi umani. Giuliano, uno di NOI che lavora da anni in Afghanistan, ha scritto Omaggio al soldato afgano (marzo 2009). Leggi nel blog di ecoinformazioni Noi da loro l’articolo di Adriana Mascoli.  Leggi l’articolo completo →

Afghanistan/ Una giovane donna afghana si racconta

Continua nel blog Noi da loro il racconto dell’esperienza della musicista comasca Adriana Mascoli docente a Kabul. «Nell’Istituto Nazionale di Musica Afghano la presenza delle bambine e delle ragazzine ha portato allegria, vivacità ed energie nuove. Davvero ci auguriamo che queste giovani donne possano portare avanti i loro studi musicali fino a che lo desiderino, senza limitazioni di genere.  Essere donna in Afghanistan significa confrontarsi continuamente con una pressione sociale rigida e limitante.  E proprio in una situazione tanto complessa mi capita spesso di incontrare donne straordinarie. È il caso di una giovanissima che mi ha affidato il suo prezioso racconto che ho tradotto per Noi da loro. Leggi l’articolo completo →

Le quattro stagioni di Kabul

La Winter Academy  si è chiusa  con un Concerto speciale presso l’Istituto Francese d’Afghanistan di Kabul.  L’orchestra giovanile afghana ha eseguito le Quattro stagioni di Vivaldi nell’arrangiamento di William Harvey. Sitar, sarod, rubab, tabla e ghijak hanno dialogato con violini, violoncelli, clarinetti e trombe, e il sette ottavi si è alternato con il quattro quarti. Leggi il seguito dell’articolo e guarda la galleria di foto di Adriana Mascoli sul blog Noidaloro.

Kabul: il vuoto espressivo di una bambina afghana

Nella Giornata universale dell’infanzia, nell’incontro organizzato dal Centro Culturale Francese di Kabul, una bambina afghana non ha suonato la sua melodia. Leggi l’articolo della musicista comasca Adriana Mascoli sul blog Noi da loro.

Via dalla guerra in Afghanistan!

La Tavola della Pace: «Quanti ne dovranno morire ancora prima che la politica si assuma la responsabilità mettere fine a questa assurda tragedia? La Rai aiuti gli italiani a capire cosa bisogna fare. La guerra in Afghanistan ci ha restituito oggi i corpi senza vita di altri quattro soldati italiani. Quanti ne dovranno morire ancora prima che la politica si assuma la responsabilità mettere fine a questa assurda tragedia?  (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: